31 dicembre 2011

Buon Anno!

Sono convinto che il nuovo anno porterà delle parole nuove al vocabolario della nostra società: sobrietà, dignità, sacrificio, senso del limite, essenzialità, solidarietà.

Sono anche convinto che si debba guardare al nuovo anno con spirito nuovo e per questo faccio riferimento alle parole con cui Benedetto XVI introduce il suo messaggio per la XLV Giornata Mondiale della Pace (Giornata che si celebra il 1° gennaio) dal titolo: « Educare i giovani alla giustizia e alla pace »,

«Con quale atteggiamento guardare al nuovo anno? Nel Salmo 130 troviamo una bellissima immagine. Il Salmista dice che l’uomo di fede attende il Signore « più che le sentinelle l’aurora » (v. 6), lo attende con ferma speranza, perché sa che porterà luce, misericordia, salvezza. Tale attesa nasce dall’esperienza del popolo eletto, il quale riconosce di essere educato da Dio a guardare il mondo nella sua verità e a non lasciarsi abbattere dalle tribolazioni. Vi invito a guardare il 2012 con questo atteggiamento fiducioso. È vero che nell’anno che termina è cresciuto il senso di frustrazione per la crisi che sta assillando la società, il mondo del lavoro e l’economia; una crisi le cui radici sono anzitutto culturali e antropologiche. Sembra quasi che una coltre di oscurità sia scesa sul nostro tempo e non permetta di vedere con chiarezza la luce del giorno. In questa oscurità il cuore dell’uomo non cessa tuttavia di attendere l’aurora di cui parla il Salmista. Tale attesa è particolarmente viva e visibile nei giovani, ed è per questo che il mio pensiero si rivolge a loro considerando il contributo che possono e debbono offrire alla società».

Buon anno!

Delibere di Giunta: Segnalazioni per le Aziende (133): Piano Office du Tourisme

BILANCIO, FINANZE E PATRIMONIO

Contributo per Valfidi
E’ stata approvate l’erogazione della seconda tranche di contributi a favore del Consorzio di garanzia fidi Valfidi. L’importo è di oltre 497 mila 500 euro.

 
TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Rilancio sistema congressuale italiano
Il Governo ha licenziato l’accordo di programma tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e le Regioni per il progetto di rilancio del sistema congressuale italiano MICE in Italia a cui aderisce anche la Valle d’Aosta.

Piano Office du Tourisme
E’ stato deliberato il piano operativo annuale di indirizzo, per l’anno 2012, dell’Office régional du Tourisme, così come sono stati concessi contributi, a soggetti vari, per iniziative di interesse turistico/promozionale da svolgersi nel primo semestre del prossimo anno.

30 dicembre 2011

StatisticheVda (18) - Quando la Valle d'Aosta dà i Numeri: Prestiti alle Imprese

Anche questa volta i dati sono tratti dall'ultima congiunturale di Banca d'Italia.

Considerando non solo le banche ma anche le società finanziarie, i finanziamenti erogati al settore produttivo sono aumentati a giugno del 2,9 per cento sui dodici mesi (3,8 per cento a dicembre). La decelerazione dei finanziamenti è imputabile principalmente ai mutui. Tra le principali branche di attività, la dinamica dei prestiti è tornata negativa nell’industria manifatturiera (–4,7 per cento; 5,0 a fine 2010), per effetto del calo registrato nei comparti metallurgico e alimentare. I finanziamenti ai settori delle costruzioni e della fornitura di energia hanno continuato a crescere. Il credito ai servizi, dopo il calo registrato a fine 2010, è tornato ad aumentare.

I tassi di interesse sono cresciuti:  A breve: di 0,4 punti percentuali rispetto al dicembre precedente al 5,9 per cento- Nord OVEST 5,0 per cento. A medio e lungo termine (nuove erogazioni) dal 3,3 di fine 2010 al 3,8.

29 dicembre 2011

Conferenza stampa fine anno: elementi rilevanti per il 2012 per l'Assessorato all'Agricoltura e Risorse naturali

L'assessore Giuseppe Isabellon
Altri spunti dal rapporto di fine anno con un occhio al 2012.

Miglioramenti fondiari
Nel corso del 2012 si prevede di proseguire la programmazione di finanziamento 2007/2013 a favore di 37 Consorzi di miglioramento fondiario. Continuerà inoltre l’erogazione di contributi per sostenere i Consorzi nelle spese di gestione e manutenzione delle infrastrutture agricole di competenza, così come il sostegno alla realizzazione di opere promosse da aziende agricole e proprietari non conduttori. L'approvazione del disegno di legge sui riordini fondiari consentirà di avviare le procedure finali per la chiusura di alcuni interventi di ricomposizione fondiaria intrapresi negli anni scorsi e non ancora completati per i trasferimenti definitivi  dei lotti di proprietà.

Produzioni vegetali
Saranno accolte le nuove domande per la messa a coltura e la sistemazione e/o il miglioramento dei terreni agrari e verrà istruito il bando per accedere agli aiuti per le avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali, a seguito dell’evento dell’agosto 2011. Per quanto riguarda il settore viticolo, particolare rilievo sarà dato alla gestione dello schedario viticolo e al suo allineamento con le altre banche dati esistenti.

Agriturismi
A seguito di monitoraggi, si è evidenziata la necessità di modificare in materia di agriturismo. Sono previsti incontri  con gli operatori per esaminare le possibili modifiche per migliorare la norma per la valorizzazione del settore degli agriturismi valdostani. Altra attività di rilievo prevista sarà la classificazione delle aziende, come per il settore alberghiero. Proseuirà il progetto Agrinido, per permettere un ulteriore diversificazione dell’attività  delle aziende agricole.

Altre notizie per le imprese
Il Servizio sviluppo delle produzioni agro-alimentari e infrastrutture prevede, nel corso del 2012, di estendere la modalità di trasmissione via internet dei risultati analitici anche al settore vino.
Tra gli interventi in programma i principali riguardano:
  • la progettazione del tetto del caseificio di Valtournenche;
  • il completamento dei lavori di adeguamento alle norme di prevenzione incendi nel magazzino frutta di proprietà regionale, gestito dalla cooperativa Cofruits;
  • il rifacimento della pavimentazione del caseificio di Villeneuve;
Nel corso del primo semestre 2012 sarà completata la procedura per l’affidamento del Centro essiccamento siero di Saint-Marcel.
Per quanto riguarda i Servizi zootecnici, è in atto la revisione dei programmi di assistenza zooiatrica e di lotta alla mastite bovina. A seguito dell’analisi del parco macchine agricole attraverso la verifica dei dati presso gli archivi della Motorizzazione civile si provvederà alla revisione dei criteri per la concessione dei contributi. Con l’inizio del 2012 sarà possibile, per i circa 1300 utenti della regione, richiedere l’assegnazione via web del carburante agricolo agevolato per i mezzi utilizzati nelle lavorazioni agricole.

28 dicembre 2011

Nuovo format per ImpresaVda: si accettano suggerimenti


Carissimo visitatore metto on line la puntata del 23 Dicembre. Ospite  di «ImpresaVda»,Andrea Celesia, titolare dell'albergo Notre Maison di Cogne nonchè vicepresidente dell'Associazione regionale degli albergatori e responsabile del Club di prodotto Wellness regionale, con lui abbiamo fatto il punto sul turismo in Valle.  Qui - se te la sei persa - puoi trovare la puntata in questione. 

Con questa puntata (la numero 87) - come avevo già annunciato - si chiude un altro ciclo di ImpresaVda. Ci risentiremo a marzo. Rinnovo il mio grazie grazie alla Camera di Commercio per la sua sponsorizzazione.

Io mi sono già messo al lavoro per un nuovo format. Si accettano suggerimenti. Quale tipo di informazioni vorrebbe ricevere un imprenditore da un programma radiofonico? Scrivete le risposte nello spazio commenti. Agli autori dei suggerimenti migliori regalerò il libro che ho scritto con il professore Carmine Garzia «Storie di imprenditorialità».

Non dimenticare che è possibile ascoltare Radio Proposta anche sul tuo pc: clicca qui.

Qui invece puoi riascoltare tutte le puntate andate in onda sino ad oggi.

Se non conosci ancora la radio ti segnalo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.
Buon ascolto

27 dicembre 2011

Conferenza stampa fine anno: elementi rilevanti per il 2012 per la Presidenza della Giunta

Assessorato per assessorato propongo alcuni spunti tratti dal Rapporto di fine anno. Al di là dei bilanci ho preferito prediligere gli annunci per il 2012. Scripta on line manent... Iniziamo con la Presidenza della Giunta. Ovviamente si tratta di news che interessano soprattutto le imprese.

Ecco la Programmazione in materia di Politiche del lavoro e della formazione per l’anno 2012
A seguito dell’attività di monitoraggio realizzata nel corso del 2011, il Dipartimento procederà alla ridefinizione del Piano di Politica del lavoro per il triennio 2012-2014.
Altri progetti previsti per il 2012 riguardano:
  • la definizione, mediante tavoli di lavoro con la Sovraintendenza agli Studi e le Università, della regolamentazione dell’Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale nonché dell’Apprendistato di alta formazione e di ricerca,
  • l’approvazione, nell’ambito del Sistema di certificazione delle competenze, di alcuni profili professionali per il settore della cooperazione sociale, del profilo del responsabile sociale nonché e dell’operatore dell’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati dell’inserimento lavorativo ;
  • l’implementazione del repertorio regionale dei profili professionali con nuovi profili e sistemi di competenze definiti con gli assessorati regionali competenti e la definizione delle procedure operative per la gestione degli esami di qualifica professionale in esito ai percorsi formativi;
  • l’istituzione della figura professionale dell’Euro consigliere per il potenziamento dell’attività legata alla mobilità internazionale dei lavoratori;
  • la realizzazione del fascicolo del lavoratore che permetterà una visibilità trasversale sulle competenze possedute e sui percorsi professionali e formativi dei lavoratori iscritti ai servizi;
  • il potenziamento delle azioni di prevenzione degli infortuni sul lavoro;
  • l’organizzazione della Journée de l’emploi in collaborazione con la Chambre valdôtaine des entreprises et des activitées libérales;
  • il potenziamento delle azioni di comunicazione in collaborazione con le TV locali;
  • la predisposizione degli atti per l’effettuazione di una nuova selezione per il personale attualmente impiegato presso il Dipartimento ed in scadenza al mese di febbraio 2013;
  • la pubblicazione nell’ambito del Programma Operativo Occupazione del Fondo Sociale Europeo degli Inviti a presentare progetti rivolti agli enti di formazione per la realizzazione di percorsi formativi, rivolti a disoccupati, giovani, soggetti in situazione di svantaggio sociale e disabili, donne ed immigrati;
  • la pubblicazione degli Inviti per la formazione continua dei lavoratori occupati nelle imprese valdostane, sia nella forma degli interventi individuali a catalogo che aziendali ed interaziendali;
  • l’analisi dei nuovi Regolamenti comunitari in previsione della programmazione 2014/2020.
Rapporti con l’Europa
Anche per il 2012 l’Ufficio di rappresentanza a Bruxelles intende proseguire nelle attività di promozione del tessuto economico regionale in Belgio, con particolare riguardo ai settori agroalimentare e dell’artigianato di tradizione. Sono previste sia attività rivolte al grande pubblico a carattere promozionale, quali la partecipazione a fiere e saloni, nonché azioni più mirate dedicate agli operatori del settore, quali workshop, incontri B2B, al fine di favorire i contatti commerciali tra i produttori valdostani e gli importatori/distributori belgi.

26 dicembre 2011

Dieci strumenti a favore della Ricerca e dell'Innovazione in Valle d'Aosta:un mini-vademecum

A favore della ricerca e dell’innovazione gli imprenditori valdostani possono contare su ben dieci strumenti messi a disposizione dall’Amministrazione regionale per un valore complessivo in tutto il 2011 di circa 15 milioni. Sicuramente l’incentivo più apprezzato è quello della Legge Regionale n. 84 del 7 dicembre 1993,  che disciplina gli “Interventi regionali in favore della ricerca e dello sviluppo” e che da solo pesa per quasi il 50%.

Lo stanziamento per l’anno 2011 è stato pari a 7 milioni di cui 5  già assegnati a dieci imprese: Cogne, Gps standard, Dora, Electro Power System, Eltek, Centro colture sperimentali, Cts Electronics, Tecnomec, Mdm e Mavel.

 In concreto la legge favorisce interventi mirati a promuovere nelle imprese le attività di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti, processi produttivi o servizi. «La Regione Autonoma Valle d’Aosta, - spiega l’Assessore alle Attività Produttive Ennio Pastoret - da anni,  mette a disposizione delle imprese specifici incentivi nel campo della ricerca e dello sviluppo. In questo  momento di particolare difficoltà e malgrado i forti tagli imposti dalle recenti manovre economiche dello Stato, abbiamo ritenuto fondamentale mantenere e rafforzare il sostegno   ai processi innovativi delle aziende. Riteniamo che, questi siano dei provvedimenti indispensabili per aiutare le imprese a far ripartire i cicli contribuendo così al rilancio dell’economia».

Nel corso del 2011 il Consiglio regionale ha pure approvato un disegno di legge per favorire la nascita e la crescita di nuove imprese innovative. Sono definite tali le aziende che rientrano nella definizione comunitaria di piccole imprese e che, essendo costituite da non più di tre anni, hanno sede operativa nel territorio regionale.

 Il ddl fissa al 75 % la misura massima del contributo sulle spese ammissibili, nei limiti dell’importo massimo di 300.000 euro per impresa. Più nello specifico sono considerate imprese innovative le imprese che possono dimostrare che i costi per attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale rappresentano almeno il 15% del totale dei costi operativi in almeno uno dei tre anni precedenti la concessione del contributo.

 Le start-up senza antefatti finanziari devono invece dimostrare che le spese per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale rappresentano almeno il 15% del totale dei costi operativi, riferiti ad un periodo almeno semestrale. Alla legge però per avere definitivamente gambe (pari a 550mila euro lo stanziamento previsto nel 2011) occorreva l’approvazione della delibera applicativa (la 2.599), avvenuta durante la giunta regionale dell’11 novembre, che fissa criteri e modalità per la concessione, il diniego e la revoca dei contributi.


La lista

STRUMENTI RICERCA/INNOVAZIONE - ASSESSORATO ATTIVITA’ PRODUTTIVE


·         Legge Regionale 7 dicembre 1993, n. 84 “Interventi regionali in favore della ricerca e dello sviluppo”: la Regione favorisce interventi atti a promuovere nelle imprese le attività di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti, processi produttivi o servizi. Lo stanziamento per l’anno 2011 è stato pari ad euro 7.000.000,00.
 

·         Cofinanziamento della Legge Regionale 31 marzo 2003, n. 6 “Interventi regionali per lo sviluppo delle imprese industriali e artigiane” nell’ambito del POR FESR 2007/2013 a favore di imprese che operano nei settori innovativi. Con DGR n. 3131 del 13 novembre 2009, modificata con DGR n. 1909 del 19 agosto 2011, la Regione ha impegnato la cifra di euro 2.692.000,00.
 

·         Legge Regionale 31 marzo 2003, n. 6 “Interventi regionali per lo sviluppo delle imprese industriali e artigiane” - Capo IV disciplina gli interventi e le iniziative a sostegno dell’internazionalizzazione del sistema produttivo regionale. Lo stanziamento relativo all’anno 2011 è pari ad euro 450.000,00.
 

·         Legge Regionale 14 giugno 2011, n. 14 “Interventi regionali in favore delle nuove imprese innovative”: al fine di favorire la nascita e la crescita di nuove imprese innovative la Regione concede contributi elle imprese che intendono valorizzare a livello produttivo i risultati della ricerca. L'onere derivante dall'applicazione della presente legge è determinato complessivamente in euro 550.000 per l'anno 2011 e 600.000 annui a decorrere dall'anno 2012. Entro il corrente mese di ottobre la Giunta approverà le relative disposizioni applicative.
 

·         Entro la fine dell’anno verrà approvato, per il biennio 2012/2013, il terzo bando per la realizzazione di progetti di innovazione nell’ambito del Programma Operativo Competitività Regionale cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007/2013: intende favorire la realizzazione di progetti di innovazione, proposti da imprese in collaborazione con organismi di ricerca, che prevedano il trasferimento, a beneficio delle imprese, di conoscenze scientifiche e tecnologiche risultanti da attività di ricerca e sviluppo. L’importo stanziato per il nuovo bando sarà di circa euro 2.000.000,00. La DGR n. 2979 del 17 ottobre 2008 ha approvato il primo bando per le annualità 2008/2009 per un importo complessivo di euro 1.450.000,00; la DGR n. 490 del 26 febbraio 2010 ha approvato il secondo bando per il biennio 2010/2011 per un importo complessivo di euro 1.880.000,00.


·         Entro la fine dell’anno verrà approvato il bando per la realizzazione di Living Labs: tale bando è finanziato nell’ambito del Programma transfrontaliero Italia-Francia Alcotra obiettivo "Cooperazione territoriale europea" ed è cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR); il progetto strategico Alcotra-Innovazione intende creare e sviluppare una cultura ed azioni di partenariato tra gli attori dell’innovazione da una parte e dall’altra della frontiera alpina, favorendo a livello locale e transnazionale la collaborazione tra imprese, cluster, centri di ricerca, istituzioni per lo scambio di buone pratiche e per attività di trasferimento tecnologico e di ricerca e sviluppo con la costituzione di gruppi di lavoro tematici.


·         Bando per la creazione e lo sviluppo di Unita' di ricerca in Valle d'Aosta: il bando, nell’ambito dei programmi operativi “FESR Competitivita’ Regionale 2007/13” e “FSE Occupazione 2007/13”, punta a rafforzare e valorizzare l'intera filiera della ricerca e le reti di cooperazione tra il sistema della ricerca e le imprese, per contribuire alla competitività e alla crescita economica del territorio. Il Bando è stato approvato con D.G.R. n. 1988 del 26 agosto 2011 ed ha impegnato per le annualità 2011/2012 la cifra di euro 1.440.000,00.
 

·         Aiuto all’innovazione (Voucher tecnologici): l’azione, nell’ambito del POR FESR “Competitivita’ Regionale 2007/13”, mira a promuovere il supporto alle PMI mediante il sostegno al processo di definizione di nuove idee imprenditoriali, la diffusione ed il consolidamento dell’innovazione tecnologica. Con DGR n. 2121 del 31 luglio 2009 è stata impegnata la cifra di euro 371.000,00.


·         Aiuto allo sviluppo: l’azione, nell’ambito del POR FESR “Competitivita’ Regionale 2007/13”, mira a sostenere lo sviluppo imprenditoriale e la crescita dimensionale delle PMI industriali e artigiane. Con DGR n. 2121 del 31 luglio 2009 è stata impegnata la cifra di euro 892.000,00.
 

·         Accordo tra Regione Autonoma Valle d'Aosta, Politecnico di Torino e Vallée d’Aoste Structure s.a.r.l., per il finanziamento delle attivita’ di trasferimento tecnologico in applicazione della convenzione per il Polo di servizi formativi, ricerca e innovazione, di Verrès: le Parti intendono collaborare al fine di potenziare la crescita delle aziende del territorio valdostano attraverso la destinazione di specifici finanziamenti per posizioni di tecnico laureato da dedicare ad attività di trasferimento tecnologico presso aziende valdostane. L’Accordo avrà decorrenza 1° gennaio 2012 e avrà una durata di tre anni. L’impegno annuale assunto dalla Regione e dal Politecnico sarà pari ad euro 80.000,00 ciascuno. 

25 dicembre 2011

Buon Natale!

Adorazione dei pastori di George de la Tour
Signore, guarda a questo nostro tempo
e proteggi il tuo seme nell'umanità.
Quando noi ricordiamo la tua nascita,
ci dicono: «Ma via, cristiani, un po' di ritegno!
E' da bambini cantare certe canzoni!».
...
Dovremmo fare silenzio
per essere sicuri di rimanere vicino a te?
A te, che ci porti ad essere come bambini,
ma ci invii con la testa più alta delle loro idee;
a te, che ti offri al fallimento dei calcoli umani
e denunci la trappola in cui il nostro tempo è caduto!
Esso ci crede fermi alla memoria del Natale,
e non vede la luce della Pasqua che ci fa camminare!

24 dicembre 2011

Delibere di Giunta: Segnalazioni per le Aziende (132): Confermato limite Traffico Tir nei Trafori

AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI

Aiuti imprese agroalimentare
Nell’ambito delle misure urgenti anti-crisi avviate dal Governo regionale, sono stati concessi aiuti temporanei di importo limitato a società cooperative e altre imprese operanti nel comparto agroalimentare, per un impegno totale di spesa di oltre 1 milione di euro.


ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Aiuti alle imprese
L’Esecutivo ha deciso la concessione di contributi, per un totale di 205 mila euro, e di mutui a tasso agevolato, per 308 mila euro, a favore di imprese industriali e artigiane per progetti di investimento.
Nel quadro degli interventi per la promozione dell’uso razionale dell’energia, sono state erogate agevolazioni a 84 beneficiari, per un totale di 270 mila euro, ed è stata approvata la graduatoria delle domande per gli aiuti destinati alla realizzazione di impianti dimostrativi, per una somma complessiva di 654 mila euro. Infine, 174 mila euro sono stati destinati a imprese industriali e artigiane come contributi per l’installazione di impianti fotovoltaici.


OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
Edilizia residenziale
Sono stati approvati gli indirizzi per l’individuazione e la definizione degli interventi di edilizia residenziale pubblica, da attuare nell’anno 2012. Così come è stato dato parere favorevole sulle nuove condizioni, le modalità di presentazione, i criteri di priorità e le procedure per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, in emergenza abitativa.

 
TERRITORIO E AMBIENTE

Trasporti: limite traffico Tir nei Trafori
E’ stato proposto al Consiglio regionale di confermare, per l’anno 2012, il limite al traffico giornaliero di veicoli adibiti al trasporto di merci di massa superiore alle 7,5 tonnellate, in entrata e in uscita, attraverso i trafori del Monte Bianco in 1.600 veicoli e del Gran San Bernardo in 250 veicoli.


TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Mercato britannico
L’Esecutivo ha deliberato la realizzazione di azioni promozionali sul mercato britannico nel corso del 2012, finalizzate a mantenere i contatti avviati con i principali tour operator e a sensibilizzare nuovi target di clientela all’acquisto di vacanze in Valle d’Aosta.

Sci nordico
Sono stati approvati i finanziamenti destinati ai gestori delle piste per gli interventi per lo sviluppo dello sci nordico nell’anno 2011. L’impegno di spesa totale è di 516 mila euro.

23 dicembre 2011

Consiglio Regionale (40): I Temi Economici dell'Ultima Seduta

I temi economici della seduta del Consiglio regionale del 21 e 22 dicembre.

Con 23 voti a favore e 7 astensioni (Alpe e PD), il Consiglio regionale ha approvato il disegno di legge che modifica la normativa in materia di interventi per lo sviluppo alpinistico ed escursionistico e la disciplina della professione di gestore di rifugio alpino (legge regionale n. 4/2004).

L'Assemblea regionale ha approvato all'unanimità il disegno di legge che modifica la disciplina della professione di maestro di sci e delle scuole di sci in Valle d'Aosta.

Il Consiglio ha approvato all'unanimità il disegno di legge che modifica la disciplina della professione di guida alpina in Valle d'Aosta (norma regionale n. 7/2007).

Con 28 voti a favore e 5 astensioni (Alpe), il Consiglio Valle ha approvato il disegno di legge relativo alla nuova disciplina delle acquisizioni in economia di beni e servizi (abrogazione della norma regionale n. 13/2005).

Andrea Celesia (Adava): Ospite a ImpresaVda su Radio Proposta in Blu


Carissimo visitatore metto on line la puntata del 16 Dicembre. Ospite  di «ImpresaVda», Pierre Noussan, titolare della concessionaria multibrand Sicav 2000. Con lei ci siamo interrogati sull'andamento del settore dell'automotive. Qui - se te la sei persa - puoi trovare la puntata in questione. 

L'ospite della puntata di oggi, venerdì 23 dicembre, alle 9,30, su Radio Proposta in Blu, è invece Andrea Celesia, titolare dell'albergo Notre Maison di Cogne nonchè vicepresidente dell'Associazione regionale degli albergatori e responsabile del Club di prodotto Wellness regionale, con lui faremo un po' il punto sul turismo in Valle. 

Con questa puntata si chiude un altro ciclo di ImpresaVda. Ci risentiremo a marzo. Un grazie alla Camera di Commercio che con la sua sponsorizzazione ha indubbiamente dato ulteriore credibilità al programma. In primavera ImpresaVda potrebbe presentarsi ai nastri di partenza con un format nuovo. Ci sto meditando...
Come sempre ti ricordo che ImpresaVda è disponibile a dare voce ai tuoi dubbi, ai tuoi quesiti, ai tuoi commenti critici. Scrivi a: diretta@radiopropostainblu.it.

Anche a trasmissione terminata non esitare a mandare una tua impressione o a lasciare un tuo commento anche su questo blog. Sarà apprezzata anche la segnalazione di un ospite che vorresti fosse invitato in trasmissione. Anche le autosegnalazioni di imprenditori desiderosi di far conoscere i loro progetti aziendali sono ben accette. Ne farò buon uso.


Non dimenticare che è possibile ascoltare Radio Proposta anche sul tuo pc: clicca qui.


Qui invece puoi riascoltare tutte le puntate andate in onda sino ad oggi.

Se non conosci ancora la radio ti segnalo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.
Buon ascolto

22 dicembre 2011

Imu: terreni zone montane esenti


Il testo della manovra “salva Italia” riprende il testo che era già stato predisposto dal precedente Governo in materia di IMU, per la verità con alcune correzioni, ma lasciando intatto l’esonero dall’imposizione sui terreni situati in montagna. Come noto il Governo Monti ha anticipato al 2012 l’istituzione dell’IMU che il Governo Berlusconi /Lega aveva previsto per il 2014.
Salvi quindi i territori montani; sia il Parlamento che il Governo sono fermi su questa posizione e – malgrado le frenesie legate alla approvazione della manovra – crediamo di poter affermare con certezza tale ipotesi.
«Per quanto riguarda i fabbricati rurali c’è purtroppo poco da discutere – afferma Giuseppe Balicco, presidente della Coldiretti Valdostana –  si tratta di una vera e propria “patrimoniale”, é stata reintrodotta la tassazione anche sulla prima casa non possiamo immaginare di rimanere fuori dal pagamento, certo Coldiretti si è battuta con successo ottenendo aliquote inferiori, la possibilità dei Comuni di correggerle solo in diminuzione e non in aumento affinché l’impatto venga mitigato, ma sarà comunque un ulteriore pesante balzello anche legato ai costi da sostenere per l’accatastamento di tutto il patrimonio degli immobili rurali sui cui termini e sulle modalità non è stata fatta, invece, ancora piena chiarezza.”

Ma Coldiretti ha criticato la manovra proprio perché non si intravedono – al momento –
misure per la crescita .In tale direzione il presidente Nazionale Marini ha incontrato il
Governo e con il Ministro Catania ha presentato un progetto per semplificare le attività del
settore. Proprio a tale proposito, i ministeri delle Politiche agricole della Pubblica  amministrazione stanno lavorando a un provvedimento relativo alla semplificazione di norme e procedure oggi a carico delle imprese agricole, la cui stesura inizierà già da gennaio. Si cercherà inoltre di individuare eventuali misure a costo zero da mettere a disposizione per il rilancio della competitività del settore.

Cogne Acciai Speciali: «Vareremo un nuovo Piano di Sviluppo»

Roberto Marzorati
«Il momento economico – specialmente in Italia – è particolarmente difficile, sicuramente con prospettive di crescita future, che non si concretizzeranno però nel breve periodo. Di fronte a questa situazione di grande incertezza, la società ha coinvolto la dirigenza e le maestranze in un progetto articolato su un piano di sviluppo innovativo, finalizzato a rilanciare le prospettive industriali della Cogne Acciai Speciali, senza dimenticare il valore sin qui raggiunto sia dal punto di vista produttivo-commerciale che da quello di impatto sociale sulla Comunità valdostana».

Lo ha dichiarato il vice presidente della Cogne Acciai Speciali Roberto Marzorati nel corso della conferenza stampa svoltasi questa mattinata presso lo stabilimento di Aosta.

Secondo Marzorati, per conseguire tale obiettivo da parte della CAS sarà necessario un cambio di strategia che prevede necessariamente una riorganizzazione del mix di prodotto.

«A tal fine, - ha proseguito il vice presidente - è stato predisposto un progetto con un orizzonte triennale, che dovrebbe portare la CAS, nel 2012, a confermare i livelli produttivi del 2010/2011. In particolare, con il nuovo anno sarà potenziato lo sviluppo e verrà concentrata la produzione su quei prodotti di nicchia il cui mercato è meno legato agli andamenti del costo delle materie prime e quindi soggetto a speculazioni che seguono più gli andamenti finanziari che quelli industriali».

In sostanza, le tappe attraverso cui si articolerà questo processo di riorganizzazione delle linee strategiche di sviluppo innovativo prevedono degli interventi di diversificazione delle linee di prodotto riguardanti: l’Automotive, l’Oil&Gas, la Power generation e il settore medicale.

«Naturalmente, - ha aggiunto Marzorati – per conseguire i nostri obiettivi nel corso del triennio 2012/2015 sono previsti degli investimenti per circa 25/30 milioni di euro nelle aree di produzione e dei laboratori di Ricerca e sviluppo».

«E’ innegabile che per la dirigenza e le maestranze della CAS – ha concluso il vice presidente – questo nuovo modo di lavorare comporterà uno sforzo non indifferente sia nei metodi di lavoro che negli approcci alle problematiche. Siamo consapevoli che non sarà semplice. Di contro siamo però certi di poter contare sui valori che hanno da sempre contraddistinto la nostra azienda: capacità, professionalità e competenze. E saranno proprio questi rinnovati valori a consentire il traghettamento verso una nuova Cogne Acciai Speciali».

Tanti auguri alla Famiglia Calliera per i 50 anni della Vita!

50 anni per un'azienda sono una bella ricorrenza, soprattutto per un settore come quello del trasporto su gomma che si è parecchio modificato in questi ultimi anni... Per una visita al sito clicca qui.


21 dicembre 2011

StatisticheVda (17) - Quando la Valle d'Aosta dà i Numeri: il Turismo

Il turismo (dati presenti nell'analisi congiunturale di Banca d'Italia)

– Secondo i dati dell’Assessorato regionale al turismo, tra gennaio e agosto del 2011 il numero di
arrivi è cresciuto del 4,6 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (fig. 3 e tav. a5), soprattutto per il maggiore afflusso di turisti esteri (10,7 per cento).

Le giornate di presenza invece sono rimaste stazionarie: a fronte di un aumento di quelle degli stranieri
(9,0 per cento) sono calate quelle degli italiani (-4,6 per cento). Tra gli stranieri sono aumentate in particolar modo le presenze di turisti provenienti dalla Francia, dalla Germania e dalla Russia. Tra gli italiani sono diminuite in misura maggiore le presenze di turisti provenienti dalle regioni di prossimità (Piemonte, Lombardia e Liguria).

20 dicembre 2011

Vota il migliore Produttore di Vino valdostano 2012 (Seconda edizione): ecco la Ziliani-List

Imelda e Costantino Charrère (Les Crêtes)
Accolgo con grande piacere l’invito dell’amico Fabrizio Favre e del suo blog ImpresaVda di ripetere l’esperienza fatta a fine 2010 di lanciare un sondaggio sul mondo del vino di una regione cui sono molto legato come la Valle d’Aosta.

Anche quest’anno la selezione delle aziende in nomination è opera mia (se avrete da contestare qualcosa prendetevela con me e non Fabrizio…) ed il numero delle aziende, piccole realtà produttive, vignerons viticulteurs encaveurs, aziende private di medie dimensioni e Cantine sociali, è passato da 15 a 20.

Rispetto alla selezione dello scorso anno, vincitore del primo sondaggio a parte (Costantino Charrère - Les Crêtes), che quest’anno con Fabrizio abbiamo pensato di escludere per lasciare spazio agli altri (l'esclusione vale soltanto per un anno come il Concorso dell'Imprenditore - nota del blogger), ci sono alcuni nomi nuovi, con molte presenze confermate (su certi nomi non si può prescindere) e alcune assenze, che magari qualcuno troverà ingiustificate.

Ma come ogni selezione che si rispetti, anche questa è soggettiva e rispecchia gusti e predilezioni ma anche una minore considerazione da parte di chi scrive, autore dei blog Vino al vino  e Lemillebolleblog dedicato alle bollicine.

Sono comunque persuaso di aver realizzato una compilation che rappresenta un po’ tutte le componenti del vino valdostano e che possa consentire ai lettori di Impresa Vda di scegliere, con passione e grande entusiasmo, che nel mondo del vino non deve mai mancare, “il migliore produttore valdostano 2012”.

Cosa dirvi ancora se non votate, votate, votate?

Franco Ziliani  


Nominations (si può votare fino al 20 Marzo) 
(20 aziende) in ordine alfabetico
Anselmet
Cave Coopérative de Donnas
Cave Coopérative de l’Enfer
Cave des Onze Communes
Château Feuillet
Di Barrò
Feudo di San Maurizio
Frères Grosjean
Didier Gerbelle
Institut Agricole Régional
L'Atoueyo
La Kiuva
La Crotta di Vegneron di Chambave
La Vrille
Les Granges
Lo Triolet
Maison Agricole D & D
Elio Ottin
Nicola Rosset
Marziano Vevey

Emma Marcegaglia ad Aosta il 19 gennaio

Emma Marcegaglia
Giovedì 19 gennaio 2012, alle 10.30, presso il Cinema Teatro Giacosa di Aosta (Via Xavier de Maistre n. 15), Confindustria Valle d'Aosta torna a riproporre la propria assemblea generale sul tema «Le Imprese e il ruolo di Confindustria». Un appuntamento  a cui presenzierà la Presidente nazionale di Confindustria Emma Marcegaglia. C'è da augurarsi non si verifichino altre crisi di governo come l'ultima volta. 

19 dicembre 2011

Borrello: «Il Cityporto? Un'occasione di Sviluppo per il Commercio»

«I commercianti devono comprendere che un miglior flusso dei turisti lungo le vie del centro può trasformarsi in una importante occasione di sviluppo. Ecco perché chiediamo prima di tutto a loro di farsi promotori del progetto del Cityporto che diventerà operativo a partire dalla prima settimana di febbraio». L’assessore alla mobilità del Comune di Aosta, Stefano Borrello (Stella Alpina), crede molto nel progetto “merci ad impatto zero” (realizzato dallo studio «Dbm architettura» di Aosta in collaborazione con il laboratorio di Meccatronica di Verrès del Politecnico di Torino) e venerdì 16 dicembre ha sottoposto alla Commissione consiliare permanente “Politiche territorio – Opere pubbliche” una prima proposta operativa che, se incasserà l’adeguato placet politico, verrà sottoposta al vaglio delle associazioni di categoria, Confcommercio e Confesercenti, e poi alle assemblee dei commercianti del centro storico.

Una concertazione a più livelli in quanto si va ad incidere su abitudini ormai consolidatesi nel tempo. Il servizio di consegna delle merci nel centro di Aosta istituito dall'Amministrazione comunale è stato affidato nei giorni scorsi, attraverso appalto europeo, alla Logistica Biellese snc di Sandigliano (Biella) e avrà valenza sperimentale per almeno un biennio (447mila euro la spesa prevista, con il cofinanziamento del Ministero dell’Ambiente per 198mila euro).

Al soggetto gestore il compito di realizzare un’area di stoccaggio all’autoporto di Pollein dove aggregare il materiale in arrivo dai vari fornitori per poi distribuirlo ai clienti nel centro storico, utilizzando dei mezzi di alimentazione alternativa: due a gpl e altri tre elettrici.

Sul fronte orari, dato per assodato che non è possibile inibire completamento l’accesso ai mezzi, Borrello intende creare una finestra temporale libera a tutti, dalle 7 alle 8,30, mentre i due mezzi del Cityporto potranno circolare dalle 7 alle 10,30. Con una finestra pomeridiana dalle 15 alle 16,30 effettuata solo con un mezzo elettrico per la spedizioni di pacchi. «Per chi - precisa Borrello –, come ad esempio i ristoratori, non avesse comodo ricevere i rifornimenti la mattina presto e non volesse o non potesse ricorrere al servizio del Cityporto abbiamo deciso, come abbiamo già visto attuare in altre località, di aumentare le zone di carico e scarico all’interno della città in modo che da qualunque locale la distanza per la consegna non sia superiore ai 250 metri. Questo farà sì che il fresco possa essere consegnato senza problemi». Deroga anche per i surgelati e per altre merci come la farina di pane (la cui consegna però solitamente è notturna).

Sul fronte delle associazioni di categoria il progetto, pur con le dovute attenzioni all’attuabilità pratica, è da tempo atteso. Senza dimenticare le ricadute ambientali in termini di qualità dell’aria e riduzione dell’inquinamento acustico. E con un occhio alla sostenibilità pedonale, che, talvolta, mette a dura prova la vocazione turistica del capoluogo regionale.

Qualche malumore si è invece levato dalle società degli autotrasportatori che temono una sorta di “concorrenza sleale” ai loro danni. Cristina Pession della Fratelli Magro, società operante da ormai mezzo secolo sul territorio regionale, sostiene che il Comune abbia organizzato degli incontri «soltanto per richiedere il sostegno con l'affidamento delle merci alla nuova struttura e non ha mai dato indicazioni sulle caratteristiche del cityporto e sulla tipologia di operatività che si pensava di consentire». Borrello tuttavia sottolinea come il bando permettesse anche la partecipazione delle aziende locali, pur precisando come l’azione di confronto con i trasportatori locali sia avvenuta prima del suo insediamento. «Il bando – spiega Pession - è stato aperto a tutti i corrieri e non richiede un’attività esclusiva di cityporto, ma prioritaria. Ciò significa che l’azienda in questione potrà effettuare concorrenza a chi già opera in Valle utilizzando fondi nazionali e regionali e, soprattutto, non avendo il problema né di costi di avviamento né di innovazione». Su quest’ultimo punto Borrello ci tiene però a fare una dovuta precisazione. «Comprendo la preoccupazione delle aziende. Tuttavia va detto che qualunque tipo di attività extra svolta dall’azienda che ha vinto l’appalto non potrà prevedere l’utilizzo dei mezzi del cityporto».

18 dicembre 2011

Il Vescovo è nella Chiesa, di fronte alla Chiesa e per la Chiesa

Mons. Franco Lovignana
Ti propongo l'editoriale che ho pubblicato sull'ultimo numero del Corriere della Valle, in edicola proprio in questi giorni.

Questa Domenica ci prepariamo a vivere come comunità diocesana un momento storico: l’inizio di un nuovo episcopato e, soprattutto, con un Vescovo scelto nel presbiterio diocesano. Mons. Franco Lovignana sarà, infatti, l’80° Vescovo della Diocesi di Aosta.

A partire dalle 15, vivremo anche un importante momento di Chiesa, come testimonia la presenza dell’Arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia che presiederà l’ordinazione. Con lui in veste di Vescovi co-ordinanti, S. E. Mons. Giuseppe Anfossi, Vescovo emerito di Aosta, e S. E. Mons. Alberto Maria Careggio, Vescovo di Ventimiglia-San Remo. E molti altri Vescovi della regione conciliare Piemonte-Valle d’Aosta hanno già annunciato la loro presenza.

Nei confronti di questa nomina c’è emozione, entusiasmo, ma anche desiderio di comprendere come sarà questo nuovo episcopato. L’ho riscontrato notando il grande interesse con cui è stata letta la prima intervista rilasciata al Corriere della Valle a poche ore dalla nomina. Premesso che, al di là di tutte le riflessioni possibili, la via maestra per il Popolo di Dio rimane quella di mettersi a disposizione del nuovo Vescovo, verso un cammino comune al servizio della Diocesi, con un ricordo incessante nella preghiera, mi pare stimolante proporvi le conclusioni di uno scritto del futuro Vescovo, pubblicato dal Corriere della Valle, in occasione della nomina di Mons. Anfossi.

Il testo, datato 19 gennaio 1995, si intitola «Figura e missione del Vescovo nella Chiesa locale». Mons. Lovignana sviluppa il suo scritto a partire da un testo conciliare, il "Christus Dominus", Decreto sull’ufficio pastorale dei Vescovi nella Chiesa. La sua riflessione, come sempre particolarmente puntuale e dettagliata, si conclude con uno slogan: «Il Vescovo è nella Chiesa, di fronte alla Chiesa e per la Chiesa. E’ nella Chiesa, fratello tra fratelli e sorelle, perché in essa “comune è la dignità dei membri per la loro rigenerazione in Cristo, comune la grazia dei figli, comune la chiamata alla perfezione, una sola la salvezza, una sola la speranza e una la carità senza divisione” (LG 32). Il Vescovo è di fronte alla Chiesa, perché rappresenta Cristo Capo della Chiesa e in suo nome la guida: la sua autorità di Pastore e Maestro non gli viene dal consenso della comunità, ma da Cristo stesso. Il Vescovo è per la Chiesa perché il Signore lo manda e lo pone al servizio del suo Popolo». E così conclude: «L’ottica con cui guardare al ministero episcopale non è di ordine funzionale manageriale, ma sacramentale: il Vescovo è a capo della Chiesa locale, ma non come i grandi di questo mondo (cfr. Mt 20,25-26); in virtù della sacra ordinazione egli è configurato a Cristo Buon Pastore e lo rende presente con la sua persona e la sua vita, lo rappresenta per la Chiesa (cfr LG 21)».

A nome mio e della redazione del Corriere della Valle da me diretta faccio i miei migliori auguri a Mons. Lovignana per il suo episcopato affinché, con il sostegno dello Spirito Santo, possa essere guida paternamente attenta e premurosa della Comunità diocesana. 

L'evento sarà trasmesso in diretta su Radio Proposta in Blu a partire dalle 14 e su la webtv www.bobine.tv.

17 dicembre 2011

Per il Capodanno dal Palazzetto dello Sport di Courmayeur Arriva Carlo Conti

Sarà Carlo Conti a condurre da Courmayeur la nona edizione de «L'anno che verrà» al posto di Pino Insegno e Mara Venier, un cambio dettato dal dietrofront del famoso manager Bibi Ballandi.
Si tratta comunque di un ritorno all'antico visto che Conti aveva già condotto la stessa trasmissione del 2003 al 2008.

Un cambio che tutto sommato giova visto che Conti è indubbiamente uno dei volti di peso della Rai in termini di ascolti e ha un savoir faire nella conduzione particolarmente garbato che lo fa apprezzare da un target famigliare.

Cristina Pession (Fratelli Magro): «Nonostante la Crisi Vogliamo Far Crescere questa Azienda»

Cristina Pession (fratelli Magro)
A ImpresaVda, il mio programma radiofonico su Radio Proposta in Blu, nei giorni scorsi, ho intervistato Cristina Pession della società Fratelli Magro. E' stata un'interessante occasione per conoscere un settore di trasporti di cui si scrive molto poco, quello della consegna delle merci. Questa intervista è già stata pubblicata sul Corriere della Valle.

La vostra è un azienda che opera da tantissimi anni in Valle d’Aosta. Vuole raccontarci un po’ la vostra storia?
L’azienda nasce intorno agli anni ’60 per volontà dei miei nonni, poi inizia con dei trasporti completi per le acciaierie e si sviluppa dedicandosi completamente al trasporto di collettame, e di pacchi sia nazionali che internazionali.

Quali sono i servizi che offrite?
In questo momento ci occupiamo di distribuzione prettamente in Valle d’Aosta raccogliendo le merci nella zona di Torino e Milano da grossi Corrieri nazionali e le distribuiamo in tutta la Valle. Possiamo anche recuperare la merce valdostana per poi portarla sul mercato nazionale. Facciamo occasionalmente trasporti all’estero, anche dall’America e in tutta Europa attraverso dei trasportatori internazionali.
Qual è la situazione del comparto a livello valdostano?
In Valle d’Aosta siamo rimasti in sei: tre che si occupano di collettame e altri tre di trasporti espressi tipo consegne aeree. L’attività è cambiata tantissimo negli ultimi anni con la chiusura di un grosso Corriere, Mussino, e siamo così rimasti l’unica realtà di dimensioni un minimo significative  a livello locale. Noi raccogliamo e distribuiamo merci per circa 40 corrieri nazionali. Gestiamo circa 400 spedizioni al giorno, dalle 8 alle 100mila all’anno. Abbiamo poche spedizioni in partenza in quanto le attività di produzione valdostana stanno pian piano scomparendo e quindi anche sul trasporto in uscita non c’è movimento. Ci sono delle attività vitivinicole di produzione che lavorano con noi e distribuiamo la loro merce in tutta Italia e, a volte, con collaboratori internazionali anche all’estero in Cina o Stati Uniti.

E a livello nazionale?
Si è riscontrato come Valle un momento di crisi. Le aziende che producono hanno margini sempre più ristretti e, quindi, si cerca di risparmiare anche sul trasporto. C’è molta competizione e i costi sono sempre più elevati soprattutto rispetto ai concorrenti esteri dove il peso fiscale o il costo del gasolio sono comunque inferiori.

Come è cambiato nel corso di questi 50 anni il rapporto con la clientela?
Il rapporto è mutato soprattutto in quest’ultimo periodo di crisi che ha portato ad una gestione economica delle aziende molto differente rispetto al passato. Se una volta le attività turistiche facevano scorte di magazzino e il trasporto prevedeva un unico viaggio all’inizio della stagione, adesso sono molto spezzettati in vari periodi, magari anche due o tre volte al mese con dei problemi rispetto alle tempistiche di approvvigionamento e un elevata quantità di merce nei periodi festivi.  
Per Il primo febbraio 2012 è stata annunciata l’entrata in funzione ad Aosta del Cityporto, il servizio di consegna delle merci nel centro di Aosta istituito dall'Amministrazione comunale. Che cosa cambia per Aosta e per voi trasportatori?
Per Aosta penso sia una svolta positiva perché si cerca di diminuire il passaggio dei mezzi nelle zone a traffico limitato, diminuendo anche le difficoltà di passaggio sia dei mezzi per la sicurezza che di primo soccorso e a vantaggio anche del comparto turistico. In effetti se si passa nel centro di Aosta di primo mattino quando c’è l’orario di carico e scarico ci si rende conto che il numero di mezzi presenti che effettuano l’attività di consegna è notevole. Per noi autotrasportatori è stata un po’ una doccia fredda.

Come mai?
Faccio una premessa. Il Corriere Fratelli Magro come altri che distribuiscono in Valle d’Aosta fa anche attività di piattaforma distributiva, raccogliendo le merci al di fuori dalla regione per distribuirle in Valle. Noi ad esempio raccogliamo le merci da 40 corrieri e distribuiamo quotidianamente nel centro 30-40 spedizioni. Come dicevo è stata una doccia fredda perché il bando è stato aperto a tutti i corrieri e non richiede un’attività esclusiva di cityporto, ma prioritaria. Ciò significa che chi si insedierà in Valle d’Aosta, utilizzando fondi locali, ed è un Corriere di fuori Valle, potrà effettuare concorrenza a chi già opera qui utilizzando fondi nazionali e regionali e soprattutto non avendo il problema né di costi di avviamento né di innovazione.

Ma gli autotrasportatori locali non sono stati coinvolti nella progettazione?
Inizialmente sì. Il Comune ha richiesto la collaborazione nel sostenere questo progetto cioè nell'affidare le merci destinate alla Ztl al Cityporto. Gli accordi prevedevano che il Cityporto non potesse essere un concorrente per le attività locali. Già comunque il lavoro di distribuzione e trasporto è un lavoro difficile, con la crisi già tutti ne stiamo patendo, stiamo cercando di sopravvivere, dare lavoro ai nostri dipendenti che ci danno fiducia, proseguire il nostro servizio. Ci auguriamo che nuova situazione non comporti ulteriori sacrifici.

Un sogno imprenditoriale da realizzare?
Far crescere questa azienda che è da 50 anni sul territorio, che dà un servizio e che, comunque, fino ad ora ha fatto ha garantito un significativo livello occupazionale dando fiducia al territorio.
 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web