31 maggio 2013

Delibere di Giunta: Segnalazioni per le imprese (205): Progetto di sviluppo di #Eltek

PRESIDENZA DELLA REGIONE


Commercio: la Regione resiste al Governo
La Giunta regionale ha deciso di resistere nel giudizio promosso dal Governo italiano contro alcuni articoli della nuova legge regionale per l’esercizio dell’attività commerciale, per difendere le prerogative regionali in materia di programmazione, alla luce delle particolari caratteristiche morfologiche del territorio valdostano che non sempre si prestano alla liberalizzazione incondizionata. 

AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI

Contributo al Cervim
E’ stata approvata l’erogazione, per il 2013, di un contributo di 56mila euro a favore del CERVIM, il Centro di ricerche, studi, salvaguardia, rappresentanza e valorizzazione per la viticoltura di montagna.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Progetto di sviluppo di Eltek
Nel quadro della legge regionale n.6/2003, è stata concessa la sovvenzione di 135mila euro all’impresa industriale ELTEK di Hône, per la realizzazione di un progetto di sviluppo.


TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Sponsorizzazione sport estivi 
Nell’obiettivo di pubblicizzare l’immagine turistico-sportiva della Valle d’Aosta, la Giunta regionale ha approvato la sponsorizzazione, per la stagione agonistica estiva 2013, degli atleti: Lorenzo Suding per il ciclismo-mountain bike; Andrea Vigon per l’equitazione; Edoardo Frau per lo sci d’erba; Sergio Bonaldi, Simone Paredi e Richard Tiraboschi per lo skiroll e Alberto Béthaz per l’orietamento. L’impegno di spesa totale è di 15mila euro.

#Regionalivda & #Politicavda: Riparte il Totoassessore alle Attività Produttive

Chiedo scusa ma problemi di inserimento di alcuni nominativi (ne mancavano due) e anomalie nel conteggio (dovute ad un attimo di follia del software, fortunatamente risolto) mi hanno costretto a rilanciare il sondaggio per vedere chi vorrebbero i lettori di ImpresaVda come Assessore alle Attività Produttive.

Spero di aver bonificato ogni genere di problematica e che il voto possa procedere nel migliore dei modi.

Votate, votate, votate.

#Regionalivda & #Politicavda: Una opportunità importante


Ti propongo l'editoriale che ho pubblicato sul Corriere della Valle di questa settimana a commento del risultato elettorale.

Ci sono tre punti saldi da cui partire dopo questa tornata elettorale. Il «tornado nichilista» del non
voto che ha imperversato sul resto d’Italia non si è abbattuto sulla Valle d’Aosta; siamo in presenza di una
maggioranza definita e di una coalizione uscente riconfermata. Si tratta però - e qui sta il terzo elemento – di una maggioranza ristretta e con numeri che non consentono, come fatto rilevare da alcuni osservatori, l’approvazione di "leggi statutarie" su importanti materie, compresa quella elettorale, per le quali è richiesta una maggioranza di 24 voti.

Di conseguenza chi governa è chiamato al difficile esercizio di predisporre leggi che possano anche, in talune occasioni, essere accolte dalle opposizioni. Occorre insomma un’attenta azione di concertazione esterna, non dando per scontata quella interna.

In tutto questo io però leggo una opportunità importante. Ritorna nuovamente centrale il ruolo del Consiglio e viste le sfide a cui la Valle d’Aosta sarà chiamata nei prossimi cinque anni occorre l’apporto davvero di tutti e si deve avere davvero a cuore il bene di tutti. Una produzione legislativa che segua anche canali alternativi a quelli della Giunta o che comunque possa implementare l’azione di questa al di là delle singole casacche deve essere letta come una ricchezza, un’elevazione del dibattito politico di cui abbiamo disperato bisogno. 

Sia chiaro. Non auspico larghe intese tout court, ma un esercizio profondo - da parte dei futuri protagonisti
della legislatura - del proprio ruolo esecutivo e legislativo, di maggioranza e di opposizione, vissuto senza
pregiudizi ideologici.

Imprescindibile sia il rispetto delle singole persone e del loro desiderio di portare un contributo alla vita della nostra comunità. Cito, pensando all’impegno dei futuri consiglieri, quanto detto da Mons. Lovignana nell’intervista che pubblichiamo su questo numero del Corriere della Valle (da oggi in edicola) in merito all’ultima Assemblea della Cei dove il card. Angelo Bagnasco ha invitato la politica a non perdere di
vista i veri problemi del Paese. «Si tratta di mettere al centro delle preoccupazioni la persona e la famiglia. – ha detto il nostro Vescovo - Il lavoro ha a che fare con la dignità dell’una e dell’altra. Qui la responsabilità grande è in mano alla politica e all’imprenditoria che possono attingere ispirazione e luce dalla dottrina sociale della Chiesa. Sono però necessarie quali premesse indispensabili onestà, rettitudine, disponibilità a servire il bene comune, rinunciando ad interessi personali e di parte».

Buon lavoro a tutti.

#Regionalivda & #Politicavda - Chi vorresti come Assessore alle Attività Produttive?

Il mondo delle imprese chi vorrebbe come Assessore alle Attività Produttive? In merito ho pensato di fare un sondaggio per capire che cosa ne pensano i visitatori di ImpresaVda.

Dato per scontata la Presidenza della Giunta ad Augusto Rollandin propongo un panel con tutti gli eletti della maggioranza. E' chiaro che alcuni sono più papabili di altri, ma penso che il mondo delle imprese preferisca essere libero di poter indicare il suo candidato al di là di cursus honorum più o meno illustri o esiti elettorali trionfali od incerti, ma guardando semplicemente ai meriti personali e alle competenze della persona in merito al comparto. La motivazione del voto è particolarmente gradita.

Idealmente credo che siano necessarie tre caratteristiche:

- Apertura al confronto con le categorie economiche pur in presenza di autonomia di giudizio. Non si tratta soltanto di raccogliere il cahier de doléances di ogni singolo settore ma di capire la rapidità con cui evolvono gli scenari. Occorre un monitoraggio costante del comparto che non nasca esclusivamente da situazione di emergenza.

- Una visione più ampia del semplice programma elettorale che spesso ha il difetto di ragionare sul singolo intervento ma di non riuscire mai a cogliere il quadro d'insieme.

- Volontà di delineare una strategia di lungo periodo che sia verificabile e possibilmente periodicamente illustrata ai soggetti economici.

Si può votare fino al 10 giugno. I candidati sono indicati in rigoroso ordine alfabetico.

30 maggio 2013

#Ecosheep JA a #Palermo per partecipare a #BizFactory

I giovani studenti imprenditori della classe IV dell’Institut Agricole Régionale di Aosta con l’impresa EcoSheep JA saranno impegnati il 4 e 5 giugno a Palermo all’evento Biz Factory 2013 di Junior Achievement Italia,  finale nazionale del programma Impresa in Azione.

Obiettivo Londra 2013, dove a luglio, i migliori team europei, vincitori dei concorsi nazionali, si contenderanno il titolo di miglior Impresa JA d’Europa. «Sarà dura - spiega Antonio Di Blasi che segue l'evento per Vallée d'Aoste Structure - ma i ragazzi dell’I.A.R. di Aosta si stanno preparando molto bene e il progetto EcoSheep, di recupero della lana di tosatura delle pecore per pannelli isolanti per la bioedilizia, è molto interessante! Preferiamo non fare pronostici e rimanere concentrati sulla competizione che prevede quattro durissime prove».

Le prove in questione sono:

1.     Il Rapporto Annuale
Le Imprese JA finaliste devono produrre un Rapporto Annuale (RA) in formato elettronico. Ogni RA deve contenere un massimo di 10 pagine (formato A4).


2.     Lo Stand
I team in gara allestiranno un piccolo corner espositivo secondo le indicazioni fornite da Junior Achievement Italia. I giurati visiteranno ogni stand e valuteranno l’impatto visivo, gli elementi esposti, le tecniche di vendita, intervisteranno i membri dell’Impresa JA. Durante la visita dei giurati, oltre ai 5 studenti, è permessa la presenza del docente coordinatore o dell’esperto d’azienda che potrà essere intervistato a discrezione dei giurati


3.     Le Audizioni “15 minuti per convincere”
I giurati verificheranno le conoscenze di ogni studente sia in relazione alle azioni intraprese dall’Impresa JA stessa e ai loro risultati, sia attraverso un’indagine più generale sulle dinamiche e i processi aziendali e di mercato più rilevanti (acquisizione di nuove chiavi di lettura e capacità di applicazione nei diversi contesti). Si terranno inoltre in considerazione le dinamiche relazionali (con i pubblici interni ed esterni) che i membri dell’Impresa JA hanno saputo creare e consolidare. Dovranno partecipare alle audizioni almeno 3 dei 5 studenti iscritti al PN. Le audizioni avranno una durata massima di 15 minuti per Impresa JA e si terranno a porte chiuse senza la presenza del docente coordinatore o dell’esperto d’azienda.


4.       La Presentazione sul palco
Le Imprese JA finaliste avranno la possibilità di presentare le loro esperienze e i risultati raggiunti a un pubblico significativo e importante. Per la presentazione finale sono ammessi un massimo di 5 studenti (esclusi docente coordinatore ed esperto d’azienda) e il tempo a disposizione per ogni Impresa JA non può superare i 5 minuti. Qualsiasi tipo di materiale utilizzato durante la presentazione finale deve essere prodotto o acquistato dall’Impresa JA stessa e i costi sostenuti dovranno essere identificabili nel piano dei conti. Ogni Impresa JA potrà scegliere la modalità migliore per presentarsi (video, musica, immagini, slide in PowerPoint), purché sia assicurato il giusto equilibrio tra supporto multimediale ed esposizione orale.


La Giuria avrà il compito fondamentale di proclamare la Migliore Impresa JA dell’anno. 
Individuerà, inoltre, le altre Imprese JA vincitrici dei premi ex aequo previsti.
Le premiazioni avverranno sulla base del punteggio risultante dalle Schede di Valutazione e per ogni Impresa JA premiata si redigerà una breve motivazione. La Giuria si impegnerà inoltre a fornire per ogni Impresa JA partecipante una relazione sintetica che ne individui i punti di forza e che evidenzi il valore dell’esperienza formativa al fine di trasmettere entusiasmo e positività a tutti gli studenti.

I team partecipanti saranno complessivamente 23 provenienti da tutta Italia

#Coldiretti: Quote #Latte - Anche in Valle d'#Aosta niente multe per gli #allevatori

Scongiurato il rischio multe per le quote latte nella campagna 2012-2013, con la produzione nazionale che è rimasta sotto il fatidico tetto dei 10 milioni e 883mila tonnellate assegnato dall’Unione Europea all’Italia, oltre il quale scatta il cosiddetto splafonamento e le sanzioni conseguenti. 


E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati Agea dai quali è giunta la conferma che il quantitativo consegnato, rettificato in base al tenore di materia grassa, è inferiore alla quota di consegne nazionale, adeguata con le mobilità temporanee, pari a 10.871.559 tonnellate.

Dopo le maggiori produzioni del primo trimestre della campagna lattiera, in cui si è assistito ad un notevole aumento delle consegne di circa il 3-4 per cento rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno che aveva provocato un diffuso allarme tra gli allevatori, c’è stata una lenta regressione dei livelli produttivi nei mesi da luglio ad ottobre, che ha avuto una decisa accelerata dal mese di dicembre. Il trend di calo è quindi
proseguito anche a gennaio, febbraio e marzo.

Naturalmente si tratta di un’ottima notizia anche per quei produttori Valdostani che, per diversi motivi, hanno superato, nella campagna scorsa il loro quantitativo di riferimento. Per questi – già da subito – viene bloccato il cosiddetto “superprelievo” relativo a marzo 2013, che ammonta a circa 28 centesimi per ogni chilo di latte prodotto ed eccedente la propria quota. E’ allo studio il provvedimento di restituzione, che naturalmente auspichiamo, delle somme già trattenute nei mesi scorsi. 

Va ricordato che la programmazione Comunitaria agricola in discussione prevede l’abolizione del regime delle quote latte dal primo aprile 2015. Su tale indicazione convergono sia la Commissione, che il Palamento e il Consiglio dell’UE, per cui, secondo Coldiretti «la norma dovrebbe essere pressoché certa». 

29 maggio 2013

La rivista britannica #Decanter Premia anche i vini di #LesCrêtes

Vini valdostani ancora premiati. L'autorevole rivista britannica Decanter (di cui ho già scritto alcuni giorni fa) ha assegnato all'etichetta  Les Crêtes di Aymavilles un doppio e prestigioso riconoscimento:

Medaglia d'Argento per la PETITE ARVINE 2012 

e Medaglia di Bronzo per il FUMIN 2009 (vino che apprezzo moltissimo)
Un ulteriore segno di una storia imprenditoriale ormai sapientemente consolidata.

Fondo Sociale Europeo: Riunito il Comitato di Sorveglianza per l'occupazione | Microcredito per l'avvio di attività imprenditoriali


Si è riunito oggi, mercoledì 29 maggio, nella Sala consigliare del Comune di Aosta, il Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Occupazione FSE 2007/2013, presieduto dal Presidente della Regione Augusto Rollandin.


Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti dei partner finanziari del Programma - Commissione Europea, Ministero del lavoro e Ministero dello Sviluppo Economico - le Autorità di gestione dei Fondi Europei, i rappresentanti del mondo economico e sindacale e i funzionari regionali delle strutture interessate dall’utilizzo del Fondo.

Tra i punti affrontati nel corso della riunione, l’approvazione di alcune modifiche al Programma Operativo che introduce un nuovo strumento di ingegneria finanziaria denominato Microcredito e l’approvazione del Rapporto Annuale di Esecuzione anno 2012 del Programma “Occupazione”.

A fine 2012 i progetti approvati sfioravano le 3.600 unità, valore questo in crescita rispetto al 2011. I progetti avviati erano oltre 3.060, anch’essi in aumento rispetto al 2011, infine i progetti conclusi sono cresciuti nel corso del 2012 del 14,5%, attestandosi a fine periodo a circa 2.500 unità.

Dal punto di vista finanziario, a fine 2012 gli impegni superavano complessivamente i 60 milioni di euro, corrispondenti al 91,3 % del programmato totale, valore aggiornato a seguito della riprogrammazione, mentre i pagamenti sfioravano i 33 milioni di euro, equivalenti ad un livello di efficienza realizzativa del 50 %. La spesa certificata era invece di 21milioni 616mila 782 euro, corrispondente ad una capacità di certificazione del 41,4 per cento.

Una specifica informativa ha riguardato l’avanzamento del Programma nel 2013. Su questo punto sono state analizzate le iniziative avviate sia con FSE sia con il Piano Giovani. Al riguardo il Piano Giovani , la cui priorità è rappresentata dalla prevenzione della dispersione scolastica e formativa e dall’integrazione tra i sistemi istruzione e lavoro.

E’ stata inoltre introdotta una nuova misura, già approvata in seno al Consiglio per le politiche del lavoro, che potrà ora dare nuovo slancio alle azioni per l’imprenditorialità: si tratta della misura di microcredito per l’avvio di attività imprenditoriali.

Sportello informativo GAl Bassa Valle per chiarimenti sui bandi per i privati | Terroir, produits et famille rurale

Lunedì 3 giugno, dalle 14.30 alle 17, presso il salone Bec Renon, in via Giuseppe Binel 19, a Donnas, i referenti del Gal Bassa Valle d’Aosta sono a disposizione del pubblico per chiarimenti e informazioni rispetto ai bandi PC1 e PC2, pubblicati nelle scorse settimane e rivolti ai privati. I bandi hanno una disponibilità finanziaria pubblica complessiva di 375mila euro.

I due bandi rientrano nel quadro progettuale definito nel Piano di Sviluppo Locale della Bassa Valle d’Aosta (PSL) “Terroir, produits et famille rurale”, documento programmatico, strategico e attuativo dell’Asse 4 del Programma di Sviluppo Rurale della Regione per il periodo di programmazione 2007-2013.

Il primo bando “Sostegno alla diversificazione in attività non agricole”, (rientrante nella MISURA 311 - Diversificazione in attività non agricole) mira alla promozione e creazione di opportunità d’impiego nelle aree rurali in attività non agricole e servizi, al mantenimento o accrescimento del reddito della famiglia rurale, contrastando così lo spopolamento delle aree rurali.  La disponibilità finanziaria pubblica è pari a 275mila euro, incrementabile con ricorso alla “premialità” (oltre 326 mila euro complessivamente per l’intero PSL). Possono presentare domanda imprenditori agricoli, singoli o associati, e membri della famiglia agricola.

Il secondo bando “Sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese”(misura 312 – Sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese) ha una disponibilità finanziaria pubblica di 100mila euro, anche questi incrementabili eventualmente attingendo ai fondi legati alla “premialità”.  Il bando è rivolto a soggetti privati, singoli o associati, che intendano creare o rinnovare micro-imprese. 
Il costo massimo ammissibile per progetto è 150mila euro, il contributo massimo erogabile per progetto è di 75mila euro.

La presentazione delle domande per entrambi i bandi scadrà il 21 giugno. Le domande di accesso dovranno essere compilate utilizzando i sistemi, le procedure e le modalità descritte nei bandi.

Tutte le informazioni relative ai bandi e la documentazione possono essere scaricate on line.
Informazioni sui contenuti del bando possono essere reperite anche contattando direttamente gli animatori del GAL BASSA VALLE al numero di telefono 0125/92.94.55. o al seguente indirizzo: info@galbassavalle.vda.it
Occorre contattare Michela Pagani, che rappresenta il primo riferimento del GAL BASSA VALLE.  

Una buona notizia: #Rosset confermato alla Guida della #Camera di Commercio di #Aosta

L'autore di questo blog e Nicola Rosset negli studi di Radio Proposta in Blu
Nicola Rosset  è stato riconfermato alla guida della Camera di Commercio. 

E' una buona notizia,  a mio avviso, per due motivi.

Il primo è di tipo più generale. Con un mandato quinquennale (e già due anni di intensa attività alle spalle) si può impostare un lavoro a partire da una visione di futuro. Dare gambe e concretezza ad un progetto che sono sicuro che Rosset ha ben in mente.

Il secondo è che ho personale stima di Rosset e (non me ne voglia il Presidente di Confartigianato Aldo Zappaterra, persona degnissima) sono convinto che saprà finalmente fare della Chambre Valdôtaine  - come già sta facendo - la casa di chi fa impresa in Valle d'Aosta come dimostrato nell'ultima intervista che gli ho fatto.

In bocca al lupo e buon lavoro al nuovo Presidente e alla sua Giunta! 

Procedure standardizzate per la valutazione dei rischi obbligatorie dal 1° Giugno


Procedure standardizzate per la valutazione dei rischi da applicare entro il 31/05/2013, modelli utilizzabili anche per le imprese fino a 50 dipendenti. Tutto quello che c'è da sapere (moduli compresi) lo trovi su Esservices.

28 maggio 2013

#Google #adwords. La #guida definitiva. Come raggiungere 100 milioni di persone in 10 minuti

Come sempre un consiglio di lettura senza impegno...ma a mio avviso utile. 


Titolo: Google adwords. La guida definitiva. Come raggiungere 100 milioni di persone in 10 minuti
Autori: Marshall Perry, Todd Bryan
Editore: Hoepli
Anno: febbraio 2013
Traduttore: F. Piccinini
Pagine: 328 - XXIV
Formato: 17 x 24 cm
Codice ISBN: 9788820352349
Prezzo di copertina: 28,00 Euro
Prezzo archimagazine (- 15%): 23,80 Euro

PER APPROFONDIMENTI o per acquistarlo: 

Google viene usato per eseguire ricerche più di un miliardo di volte al giorno, creando un'incredibile opportunità per portare il vostro business davanti a migliaia di persone ogni minuto…, ma solo se sapete quel che state facendo! Gli esperti di AdWords Perry Marshall e Bryan Todd vi svelano i concetti fondamentali, le tecniche, gli strumenti e i trucchi che Google tiene gelosamente segreti. Riuscirete così a creare una campagna aggressiva e razionale, che aumenti la vostra visibilità nei motori di ricerca e che vi faccia ottenere più clic e aumentare le vendite. Nessun'altra guida è così completa e aggiornata nella trattazione di quello che oggi è il medium pubblicitario più potente in assoluto.

Perry Marshall è l'autore n° 1 e il consulente più quotato al mondo per la pubblicità su Google. Ha aiutato oltre 100.000 inserzionisti a risparmiare letteralmente miliardi di dollari utilizzando AdWords.

Bryan Todd è un consulente di marketing internazionale e uno specialista di Google AdWords.

SOMMARIO
- Spingere i vostri prospect a scegliere il vostro sito e a comprare
- Creare una macchina di marketing con pilota automatico
- Creare la campagna giusta con Google
- Organizzatevi: come pagare meno e conquistare più clic
- Sviluppare keyword list di qualità per creare titoli vincenti
- Scrivere annunci irresistibili che generano clic e guadagni
- Conoscere i dati = profitti: il monitoraggio delle conversioni vi dice come fare
- Come triplicare il vostro CTR e tagliare il prezzo delle offerte
- I metodi vincenti che abbiamo imparato dai fratelli Wright
- Triplicare il traffico con la rete display di Google
- Gli annunci illustrati di Google: il banner advertising
- Local advertising su Google
- Ridurre i prezzi delle offerte: punteggio di qualità e pertinenza
- Il lato oscuro di Google
- Google, Las Vegas e quelli che vivono raggirando il sistema
- La scomoda verità dei social media e la storia mai raccontata
- Sfruttare i social media nelle campagne Google
- Come fare in modo che i clienti mangino dalle vostre mani
- Il segreto delle migliori campagne di marketing
- Come l'email trasforma quei costosi clic in clienti fedeli e redditizi
- Il numero magico che definisce la potenza del vostro sito
- Come essere un passo avanti ai competitor in Google AdWords
- Un copy persuasivo: l'arma finale
- Avete la vostra killer application per le vendite. E adesso?
- Come ottenere ranking elevati nei risultati delle ricerche organiche (non ppc) di Google
- Introduzione al remarketing
- Place Page: la miniera d'oro di Google
- 17 cose che nessuno vi ha mai detto su Google
- Gli strumenti di Google per ottenere il massimo da AdWords
- FAQ: risposte a tutte le vostre frequently asked question
- I successi più importanti

La Banca #Passadore festeggia i suoi 125 anni al Forte di Bard | Il 2012 si chiude con utile record


Tra le varie iniziative previste per la celebrazione del 125° anniversario della fondazione della Banca Passadore, il 14 giugno,  al Forte di Bard in Valle d’Aosta, in concomitanza con la formale inaugurazione della nuova Filiale situata nel centro di Aosta (operativa dal 20 gennaio scorso) si terrà un concerto dell’ orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova.


Nel frattempo nei giorni scorsi  l’Assemblea della Banca Passadore & C. si è riunita per l’ approvazione del bilancio dell’ esercizio 2012. Si tratta di dati di grande rilievo con variazioni significative rispetto al 2011.
La raccolta diretta pari a 1.641 milioni aumenta del 3,8%, gli impieghi del 7,5% e arrivano a quota 1.243 milioni, il deposito titoli si attesta a 3.696 milioni (+2,8%) e, infine, l'utile netto fa un balzo del 14,7% ed è pari a 10 milioni. 

L’utile dell’esercizio risulta il più alto mai conseguito dalla Banca e non incorpora componenti straordinarie. L’Assemblea ha approvato la distribuzione di un dividendo unitario di euro 0,10, invariato rispetto ai precedenti esercizi.
A fine 2012 l’indice “core tier 1, indicatore che misura la solidità e la stabilità patrimoniale della Banca si attesta al 11,0%.
Il rapporto sofferenze/impieghi si attesta allo 0,49%, percentuale circa 7 volte inferiore alla media di sistema.

Nonostante tali significativi risultati abbiano consentito di raggiungere, pur nel periodo di crisi, gli  obiettivi “sfidanti” fissati nel piano strategico 2010–2012, il management della Banca ha integralmente rinunciato alla percezione del “bonus” triennale previsto.

Nel primo trimestre del 2013 si è conclusa con un giudizio favorevole la periodica ispezione della Banca d’Italia; al 31 marzo 2013, rispetto alla stessa data dello scorso anno, la Banca registra positivi incrementi nelle principali voci patrimoniali ed economiche: 
            - la raccolta da clientela aumenta del 4,2%;
            - gli impieghi alla clientela si incrementano del 2,9%;
            - l’utile netto trimestrale cresce a 4 milioni e 825 mila euro con un aumento del 40%, grazie anche a rimborsi fiscali spettanti per esercizi precedenti; al netto di tale voce         straordinaria il risultato trimestrale è in linea con quello dell’esercizio precedente.

Nell’ambito dei costanti investimenti nella tecnologia, la Banca ha recentemente rilasciato la nuova “Passadore Key®”, un innovativo sistema di “autenticazione sicura” multipiattaforma (utilizzabile tramite smartcard, “token” o telefono cellulare) che consente di incrementare ulteriormente i presidi di sicurezza nell’accesso ai servizi di internet e mobile banking specificatamente creati dalla Banca per la propria clientela. 

27 maggio 2013

#regionalivda: #Grosjean e #Péaquin siate la voce di chi fa impresa!

Vincent Grosjean con in mano la Coppa di ImpresaVda
Tra i 35 nuovi consiglieri regionali ci sono due vecchie conoscenze di ImpresaVda.

Vincent Grosjean dell'Uvp, produttore vitivinicolo, fra i premìati del mio concorso nell'edizione 2012 e Marilena Péaquin Bertolin dell'Uv, titolare dell'omonimo brand internazionalmente noto per il suo lardo di Arnad e seconda classificata nel mio sondaggio del miglior imprenditore valdostano edizione 2013.

Ho la concreta speranza che con loro, anche se con casacche differenti, il mondo dell'impresa possa avere voce fra i banchi di Place Deffeyes. E ne seguirò sicuramente con attenzione l'operato.

A loro come a tutti gli altri 33 un augurio di buon lavoro. La Valle d'Aosta è chiamata a scelte non facili e si dovrà ragionare al di là dei normali schemi di maggioranza e minoranza. Complimenti e in bocca al lupo.

Marilana Péaquin sfoglia «Storie di imprenditorialità», testo edito da Egea e scritto dall'autore di questo blog e dal Prof Carmine Garzia, dove sono citate dieci aziende valdostane esempio di innovazione, fra cui Maison Bertolin

#regionalivda: Ultime considerazioni - Ti do appuntamento sul prossimo numero del Corriere della Valle

Come sempre non ho brillato nel giochino delle previsioni ma non era facile immaginare un simile scenario.  Una maggioranza di 18 a fronte di una opposizione di 17. Abituati a governi numericamente più consistenti è chiaro che anche la politica valdostana si prepara a vivere alla giornata, anzi seduta dopo seduta.

In sintesi Uv e Stella Alpina conquistano rispettivamente 13 e 5 consiglieri, Uvp, Pd e Alpe, 7, 3 e 5 e il Movimento 5 Stelle esordisce in Consiglio regionale. Pdl e Fédération Autonomiste non tornano in Consiglio e LeAli si ritagliano il ruolo di fanalino di coda. 

Altre considerazioni le troverai sul numero del Corriere della Valle in edicola questa settimana.
Lascia comunque i tuoi commenti potrebbero rivelarsi un'utile fonte di ispirazione.

#regionalivda: A proposito della questione Fédération Autonomiste e doppia soglia

Non a tutti è noto il meccanismo della doppia soglia previsto dalla nostra legge elettorale che sta sicuramente tenendo col fiato sospeso l'attuale maggioranza. Ecco che cosa ha scritto Silvio Trione sul Corriere della Valle di due settimane fa. 



Per quanto riguarda la doppia soglia di accesso alla ripartizione dei 35 seggi – peraltro già presente nella normativa precedente - occorre precisare che una prima soglia è determinata dal superamento del quorum rappresentato dal risultato della divisione della somma di tutti i voti validi per il numero di consiglieri da eleggere, vale a dire, 35. Il mancato superamento di questa prima soglia esclude la lista da qualsiasi ulteriore considerazione, innanzitutto in termini di seggi, ma anche in termini di voti e sia in quanto lista singola, sia in quanto compresa in una coalizione. Insomma, è come se non avesse ottenuto nessun voto valido.

La seconda soglia è rappresentata dal doppio quorum, vale a dire il primo quorum (voti validi totali diviso 35) moltiplicato per due che, in sostanza, corrisponderebbe al quorum necessario all’elezione di due consiglieri. Il mancato superamento di questa seconda soglia impedisce alla singola lista la partecipazione alla ripartizione dei 35 seggi, la fa, invece, contribuire, con i voti
ottenuti, ad una attribuzione di seggi alla eventuale coalizione di appartenenza. 

#RegionaliVda: Prime considerazioni

Gli elettori del centrodestra hanno scelto il voto utile al primo turno a favore del centro autonomista e il
Movimento 5 Stelle vede concretizzarsi pesantemente l'effetto Friuli Venezia Giulia anche se riuscirà comunque molto probabilmente a sedersi per la prima volta in Consiglio regionale. Un risultato positivo senza entusiasmi.

L'Uvp anche alle regionali pesa circa un 50% dell'attuale Union. Un dato significativo che però potrebbe non bastare ad impedire il ballottaggio. Anche senza il 50% dei voti l'ipotesi 18 consiglieri è comunque a portata di mano. Uv e Stella Alpina potrebbero così fare il colpaccio lasciando a casa la Fédération Autonomiste di Lavoyer. Siamo ora a 57 sezioni scrutinate.

In merito alle mie previsioni non ho stimato il crollo dell'elettorato di centrodestra e il recupero di un po' di votanti del Movimento 5 Stelle da parte della coalizioni di Centrosinistra, immagino sponda Pd.

E ora attendo con voi l'esito finale.

26 maggio 2013

E' nato #Esspress

E' con particolare piacere che annuncio l'inizio di una nuova esperienza di collaborazione per il mio blog. 

ImpresaVda da questa sera dà il via ad uno scambio di news con la nuova testata giornalistica economica ESSPRESS, nata da un'idea di Tiziana Limonet. 

Si tratta di una sorta di vero e proprio portale economico diretto da Giovanni Sandri suddiviso in quattro canali: il canale «Esspress» di news su economia e lavoro, «Esservices» più di servizio dedicato alle Pmi valdostane, «Cna costruzioni» sulla vita dell'associazione e «ImpresaVda» dove potrai trovare i link ai post del mio blog che ovviamente ricambierà con uno spazio per le notizie del portale. 

Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi e se hai dei suggerimenti su come arricchirlo.

#Elezioniregionali2013: Provo a dare i numeri...

Anche per questa tornata elettorale non mi sottraggo al «giochino» delle previsioni.
E' sempre un'operazione

difficile, ma oggi lo è ancora di più. Tanti gli elementi nuovi. Il Movimento 5 stelle, l'area di centrodestra spaccata, la defezione dell'Uvp, e un Union che potrebbe aver cercato di spingere al voto utile al primo turno molti elettori del centrodestra.

Due gli elementi fondamentali: il 62% con cui l'attuale maggioranza si aggiudicò le elezioni nel 2008 e il fatto che politiche e regionali in Valle sembrano seguire logiche molto diverse. Di conseguenza la recente tornata elettorale non può avere un utilizzo fotocopia.

Fatte tutte queste premesse - allo scopo di mettermi al riparo dal probabile tonfo delle mie previsioni - provo a dare i numeri come già fatto nel 2008:

Forze autonomiste: 48%
Centrosinistra autonomista: 34%
Movimento 5 Stelle: 8%
Pdl: 7%
Leali: 3%

Di conseguenza ipotizzo come possibile il ballottaggio.
E ora scrivi anche tu le tue previsioni. Ormai i giochi sono fatti.

Il bello di avere un archivio...


Il bello di avere un blog è il possedere un archivio. E siccome il mio blog nasce nel 2007 ho ritrovato tutti i post fatti in occasione delle elezioni regionali del 2008. Commenti, spunti di riflessione, fatti di cronaca tutti in un solo clic. Una lettura che ti consiglio...

25 maggio 2013

Comitato di sorveglianza del Fondo Sociale Europeo


La struttura regionale per le Politiche della formazione e dell’occupazione della Presidenza della Regione, Autorità di Gestione del Fondo Sociale Europeo, comunica che mercoledì 29 maggio alle 9, presso la Sala consiliare del Comune di Aosta, si svolgerà la riunione del Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Occupazione FSE 2007/2013, presieduta dal Presidente della Regione. 

Il Comitato che sovraintende il Programma è composto da rappresentanti dei partner finanziari, (Commissione Europea e Ministero del lavoro e Ministero dello Sviluppo Economico), nonché dalle altre Autorità di gestione dei Fondi Europei, dai rappresentanti del mondo economico e sindacale regionali e da funzionari regionali interessate dall’utilizzo del Fondo.

Tra i punti maggiormente significativi all’ordine del giorno della riunione sono poste in approvazione alcune modifiche al Regolamento del Comitato stesso; l’approvazione del Rapporto Annuale di Esecuzione anno 2012 del Programma Occupazione; l’analisi dell’informativa sullo stato di avanzamento del Programma nell’anno 2013, con analisi delle iniziative avviate, effetti del Piano Giovani, l’attivazione di nuovi strumenti di ingegneria finanziaria: proposta di modifica di lieve entità del P.O. Occupazione Valle d’Aosta FSE 2007-2013; l’informativa sulle attività di controllo effettuate dall’Autorità di Audit; l’informativa sulle attività di valutazione e presentazione dei risultati delle indagini di “placement”.

Specifiche informative da parte dei rappresentanti della Commissione Europea, del Ministero del lavoro e delle Autorità di Gestione dei Fondi europei a livello regionale presenteranno lo stato di avanzamento del negoziato sulla futura programmazione 2014-2020 che prenderà avvio nel 2014. 

Impara a costruire un sito web con #Joomla

Daniela Stucchi
Professionisti ed appassionati si incontrano per il primo Corso Joomla!
Base. Un'occasione unica per imparare a costruire un sito web dinamico con Joomla.

La nuova serie di Corsi Joomla! - Harahost.com inizierà il 10 giugno al Nigra Pub di Montjovet, dedicato a professionisti ed appassionati che desiderano apprendere ad utilizzare il popolare CMS open source.
Questo corso non richiede conoscenze informatiche sistemistiche o di programmazione; i prerequisiti indispensabili sono una buona conoscenza sull'utilizzo del computer, di un browser e di internet.

L'agenzia Hara, organizzatrice del corso, annovera una esperienza pluriennale nel settore informatico al servizio delle aziende: consulenza informatica, creazione siti web, e-commerce, siti per hotel, fornitura di hosting professionale.

«Conosciamo e utilizziamo il CMS Joomla! da diversi anni e ci siamo specializzati nell'ideazione e organizzazione di corsi su Joomla! - dice la titolare di Harahost.com Daniela Stucchi - Nei corsi Harahost, che sono dei veri e propri Learning Lab - laboratori didattici, l'apprendimento si basa sull'esperienza concreta: ogni corsista ha, infatti, a disposizione, per tutta la durata del corso, uno spazio web dove poter creare un sito di "prova", in cui poter sperimentare gli argomenti trattati e apprendere le molteplici funzioni del CMS Joomla! non soltanto durante le lezioni ma anche da casa, semplicemente connettendosi ad internet».

Alla fine del corso i partecipanti saranno in grado di realizzare e gestire un sito web dinamico con Joomla!, installare e gestire alcuni dei suoi componenti e saper scegliere la configurazione migliore del server. Ai corsisti inoltre verrà rilasciato un attestato di partecipazione e una pendrive.

Il corso si svolgerà presso il Nigra Pub in loc. Berriaz n. 13 a Montjovet (AO). 

Il costo di partecipazione al corso è di € 349,00 totali. L'orario degli incontri sarà dalle 20.30 alle 23 tutti i lunedì e giovedì per un totale di 20 ore a partire dal 10 giugno al 4 luglio. È necessario che ogni corsista porti il proprio pc portatile dotato di qualsiasi sistema operativo (Windows, Linux, Mac OSX).

Il 3 giugno alle 21 sempre al Nigra Pub, per coloro che sono interessati, si svolgerà un incontro gratuito per conoscere gli obiettivi, il programma dettagliato e le metodologie utilizzate del corso. In quell'occasione si potranno raccogliere le eventuali adesioni.

Per maggiori informazioni e per conoscere le modalità di iscrizione, telefonare a Daniela Stucchi al numero 3495104538 oppure 0166 579984, inviare una mail: corsi@harahost.com oppure consultare il sito www.harahost.com/corsojoomla/. Il termine delle iscrizioni è sabato 8 giugno.

24 maggio 2013

Delibere di Giunta: Segnalazioni per le imprese (204): Welfare to work


PRESIDENZA DELLA REGIONE

Welfare to wok

E’ stato approvato un intervento destinato alla ricollocazione di disoccupati over 50 nell’ambito del sistema Welfare to work per le politiche di reimpiego 2012 e 2014.

 


TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Servizio trasporto pubblico locale

E’ stata approvata l’erogazione del saldo dei contributi relativi alla copertura, per l’anno 2011, dei maggiori oneri derivanti dal rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro nel settore dei servizi di trasporto pubblico locale con autobus. L’impegno di spesa è di oltre 430 mila euro.

#Elezioniregionali2013: Visione coerente di futuro

Ti propongo il testo del mio editoriale del Corriere della Valle che trovi in edicola oggi.

«Pensare alla gente è l’unica cosa seria» e occorre «pensarci con responsabilità e senza populismi  inconcludenti».
Ho riflettuto a lungo su cosa dire nel mio editoriale che prepara all’appuntamento elettorale del 26 maggio.
Nel 2008 scrissi un’accorata lettera ai futuri consiglieri regionali dove, fra l’altro, domandavo «amore per il popolo e non per le clientele, intese come piccoli egoismi da soddisfare», «amore per la competenza più che per la piaggeria»; «più professionalità nella politica e meno politici di professione» e ancora, rivolgendomi alle future forze di opposizione chiedevo di «evitare inutili demagogie e demonizzazioni».
Oggi credo che le parole del cardinale Angelo Bagnasco, dette nella prolusione all’Assemblea nazionale della Cei, e sintetizzate all’inizio di questo scritto siano le uniche che davvero contano.

Il momento è serio, critico, difficile. Chi governerà la Valle d’Aosta nei prossimi cinque anni deve essere all’altezza di una sfida complessa, con scelte non immediate da fare, dove l’unica bussola da seguire sarà
l’avere a cuore davvero la gente di questa regione nella consapevolezza di un percorso non semplice, irto di
difficoltà, attraverso le quali assicurare un futuro alla Valle d’Aosta. Penso, ad esempio, alla necessità di una nuova lettura dell'autonomia in chiave moderna, che sia fonte di efficienza, equità e responsabilità. Ma prima di tutto credo che sia un dato innegabile come anche nella nostra regione, pur partendo da uno scenario meno drammatico (ma è un piano inclinato ripidissimo), l’occupazione inizi ad essere un tema in agenda, legato inevitabilmente ad un modello di sviluppo che deve essere riletto nel nuovo contesto mondiale.

In proposito il Presidente della Cei cita il Santo Padre: “Il lavoro è un elemento fondamentale per la dignità di una persona. Il lavoro, per usare un’immagine, ci ‘unge’ di dignità, ci riempie di dignità; ci rende simili a Dio che ha lavorato e lavora, agisce sempre; dà la capacità di mantenere se stessi, la propria famiglia, di contribuire alla crescita della Nazione. (…) Desidero rivolgere (…) ai Responsabili della cosa pubblica l’incoraggiamento a fare ogni sforzo per dare nuovo slancio all’occupazione; questo significa preoccuparsi della dignità della persona (Udienza Generale 1.5.2013)”.

E le scelte sull'occupazione si riverberano inevitabilmente su che futuro sogniamo per questa regione. Non credo che ci sia un'unica ricetta, ma di certo una strada va individuata e deve essere all'insegna di un binomio, apparentemente abusato, ma su cui – ne sono convinto - si gioca il futuro della nostra Valle: il merito come criterio di valutazione per chi opera e l'innovazione come modus operandi di ogni azione. Spetta alla politica dare concretezza ad una visione coerente di futuro.

23 maggio 2013

#ImpresaVda ha premiato i migliori produttori di vino valdostani


Da sinistra Elio Giuseppe Cornaz (Crotta de Vegneron), Imelda Charrère (Les Crêtes), l'autore di questo blog, Hervé Dèguillame (La Vrille) e Elio Ottin
Un clima festoso e amicale ha piacevolmente caratterizzato la premiazione della terza edizione del sondaggio vota il miglior produttore di vino valdostano e la migliore Cave Coopérative del 2013, ospitata oggi, poco dopo le 18, presso la  vineria «L'Uva e un quarto» di Roberto Jacquemod Pane (che ancora ringrazio per l''accoglienza).
L'autore di questo blog e Elio Ottin

A consegnare i premi come si vede dalle foto non sono stato solo, ma mi hanno aiutato l'ad della Grivel Gioachino Gobbi con il terzo premio tra i produttori privati consegnato a Imelda Charrère di Les Crêtes, Fabrizio Gallino del blog Enofaber con il secondo posto di  Hervé Déguillame de La Vrille. E ancora Jean Paul Lustrissy, titolare di Netbe nonché webmaster di ImpresaVda, con il primo premio a Elio Giuseppe Cornaz, presidente de La Crotta de Vegneron, per la neonata sezione Caves Coopératives. Infine a me è toccato l'onore di consegnare la coppa per la prima posizione tra i produttori privati a Elio Ottin. 
Lustrissy e Cornaz


Con Lustrissy ho poi presentato il nuovo bollino di ImpresaVda creato ad hoc per tutte le imprese che si sono aggiudicati uno dei sondaggi lanciati dal blog, un piccolo riconoscimento made in Vallée d'Aoste, un marchio di imprenditorialità certificata.
Gallino e Déguillame

E' poi iniziata la bicchierata. la Crotta ha proposto Malvoisie, Muscat e Fumin, Les Crêtes un Chardonnay Cuvée Bois del 2007, La Vrille Muscat de Chambave e Chambave e Ottin è sceso in campo con una Magnum di Fumin. I riferimenti più precisi sulla bicchierata li lascio però a Gallino che sicuramente dedicherà un post all'evento.
Gobbi e Charrère

Grazie a tutti quelli che sono intervenuti.
Il bollino di certificata imprenditorialità di ImpresaVda




Compagnia Valdostana delle Acque (#Cva): utile netto da 75,4 milioni di euro

L'impianto fotovoltaico di Valenza

Utile netto da 75,4 milioni e aumento della produzione del 12% (da 2926 Gwh a 2533) contro un calo del mercato nazionale del 9. Il Gruppo Compagnia Valdostana delle Acque (di proprietà di Finaosta la finanziaria della Regione Autonoma valle d’Aosta) nei giorni scorsi ha approvato un bilancio 2012 soddisfacente per gli azionisti. (Tanto per capirci un Gruppo come Lavazza ha avuto l'onore di un titolo in apertura a quattro colonne sul sole 24 Ore per un utile da 100 milioni).

«In realtà – spiega il Presidente Riccardo Trisoldi – il dividendo è doppio. All’utile netto potremmo aggiungere i 58 milioni di imposte sul reddito e i 27 di canone di concessione idroelettrica che in virtù della legge sul riparto fiscale rimangono interamente sul territorio regionale». 

Risultati positivi che giungono dopo le acquisizioni di Deval, Vallenergie e Piansano Energie grazie alle quali la società ha rafforzato la sua presenza nel settore della distribuzione e dell’eolico. «Anche nel solare – osserva Trisoldi - abbiamo riscontrato nei nostri impianti  di Alessandria e Valenza, gestiti attraverso Cva Sole, dati di produzione superiori al budget previsto sia per un miglior irraggiamento rispetto al dato storico sia per una miglior efficienza dei campi. Anche per quanto riguarda l’impianto eolico laziale la previsione di una produzione di 80 milioni di Kwh è stata superata con un consuntivo di 83,6». 

I dati di bilancio mostrano anche una crescita del patrimonio netto consolidato del gruppo (da 911,54 a 952,89 milioni) e una posizione finanziaria netta di 136,76 milioni. I dipendenti, in virtù delle acquisizioni fatte dal Gruppo, sono passati da 402 a 569 così distribuiti: 349 in Cva, 151 in Deval, 50 in Cva Trading e 19 in Vallenergie. Sul futuro Trisoldi è cauto. «Il 2012 pur in presenza di un calo della domanda è stato caratterizzato da tariffe alte. Per il 2013 è ipotizzabile una diminuzione del 2013. Di conseguenza anche mantenendo gli stessi livelli di produzione difficilmente avremo un risultato come quello di quest’anno. Sicuramente saremo in utile, ma più contenuto». 

L’azienda non rimane con le mani in mano. «Le ultime novità legislative nel settore fanno sì che l’appetibilità economica di nuovi impianti idroelettrici – conclude Trisoldi - sul territorio regionale sia quasi inesistente. Gli unici investimenti possibili saranno legati al miglioramento dell’efficienza di quelli esistenti. Sul fronte dell’eolico stiamo guardando al di fuori dei confini regionali in partnership con qualificati operatori anche europei. Non nascondiamo di guardare con un certo interesse alla grande sfida delle concessione di prossima scadenza che a partire dal 2015 riguardano molti impianti alpini. E’ un mercato che stiamo valutando con grande attenzione».

L'azienda ha reso noto anche un dato sugli appalti in base al quale il gruppo CVA ha appaltato nel 2011 lavori per 48,8 milioni di euro di cui 28,1 sono stati aggiudicati ad imprese locali (42%) e nel 2012 31,3 milioni di euro, di cui 8.6 milioni (27%) sono andati ad imprese locali. 

22 maggio 2013

Ti aspetto alla Premiazione-Degustazione | Domani,Giovedì 23 maggio, alle 18, alla Vineria L'Uva e un quarto


Ti aspetto domani, giovedì 23 maggio, alle 18, ad Aosta, alla vineria «L'Uva e un quarto» di Roberto Jacquemod Pane per partecipare alla premiazione della terza edizione del sondaggio vota il miglior produttore di vino valdostano e la migliore Cave Coopérative del 2013. Tornano così in scena le famose coppe di ImpresaVda e Vino al Vino che oggi puoi vedere in anteprima in tutto il loro splendore.

Dopo aver assistito alla consegna delle coppe ai vincitori Elio Ottin e la Crotta di Vegneron di Chambave nelle rispettive categorie, nonché alle le etichette classificate ai posti d'onore, La Vrille al secondo posto e Les Crêtes al terzo, potrai partecipare ad una degustazione gratuita dei loro migliori prodotti, accompagnati dagli stuzzichini di Jacquemod. Mi raccomando non mancare.

Un invito caloroso ai visitatori del mio blog che hanno contribuito all'assegnazione di questo premio nonché ai loro amici.

Come ho già scritto sarà un modo per incontrarci e conoscerci off line. Ti aspetto. 

Elezioni Regionali 2013: Risposte collettive ai problemi



Ti propongo l'editoriale che ho pubblicato sul Corriere della Valle attualmente in edicola.

Si avvicina l’appuntamento elettorale del 26 maggio.Ogni voto è importante ma sicuramente le elezioni regionali rivestono per la Valle d’Aosta una dimensione ancora più pregnante. Il prossimo quinquennio sarà fortemente caratterizzato da grandi sfide per la nostra regione in un contesto di riforme che si spera in grado di disegnare nuovi scenari e di rimettere la Politica, intesa come visione di futuro in un’ottica di servizio, al centro dell’agire dei nostri futuri amministratori.

Non a caso il Vescovo, in occasione della Veglia di preghiera con il mondo del lavoro, celebrata a Pont-St-Martin il 30 aprile, ha chiesto a chi si è candidato alle prossime elezioni regionali e in particolare a chi sarà eletto ad amministrare per i prossimi anni, a chi avrà responsabilità di governo un impegno serio per
promuovere il lavoro: «posti di lavoro certamente, ma anche e soprattutto promozione di una cultura del lavoro, dell'impresa, dell'iniziativa».

Uno sguardo da cittadino, quello del Vescovo, che osserva come «a volte ci sono opere o incentivi che
forse offrono un posto di lavoro immediato ad alcuni, arricchiscono pochi e diventano un peso per la collettività domani. Non si potrebbe pensare ad investimenti in realtà che diventino produttive facendo attenzione al nostro territorio, alla sua storia e alle sue potenzialità, nel settore dell'agricoltura, dell'artigianato, ... del turismo, aprendosi anche al turismo culturale e sociale?».

Ma l’invito più appassionato rimane comunque quello di «percorrere sentieri nuovi o appena abbozzati con maggiore coraggio, ma soprattutto pensando davvero al bene comune e al futuro delle nuove generazioni, senza calcoli di tornaconto personale o di parte».

Al di là delle varie piste che possono essere scelte la Politica può riacquistare rispetto e dignità se sceglie la trasparenza ad ogni costo. Non soltanto l’onestà, ma la scelta di non dare neppure adito a dubbi sulla propria condotta. Ancora prima della legalità occorre interrogarsi sull’opportunità di certe scelte. Non è un percorso facile ma la fiducia della gente va conquistata ponendo come centrale il bene della collettività e non solleticando gli egoismi di parte.

In tempi di crisi, come quelli che stiamo affrontando,  occorre trovare il modo di dare risposte collettive. La
ricerca di un lavoro, ad esempio, deve essere aiutata dalle strutture pubbliche e non dalle mediazioni del mondo politico.

Novant'anni dopo la «Rerum novarum», Giovanni Paolo II ha dedicato l'enciclica «Laborem exercens» al lavoro, bene fondamentale per la persona, fattore primario dell'attività economica e chiave di tutta la questione sociale.

L’enciclica delinea una spiritualità e un'etica del lavoro, nel contesto di una profonda riflessione teologica e filosofica. Il lavoro non dev'essere inteso soltanto in senso oggettivo e materiale, ma bisogna tenere in debita considerazione anche la sua dimensione soggettiva, in quanto attività che esprime sempre la persona. Oltre ad essere paradigma decisivo della vita sociale, il lavoro ha tutta la dignità di un ambito in cui deve trovare realizzazione la vocazione naturale e soprannaturale della persona.

E’ il rispetto della persona che deve far sì che il lavoro sia prima di tutto un diritto e non una concessione.

Seminario etichettature dei prodotti alimentari: normativa nazionale ed europea

Mercoledì 29 maggio, a partire dalle 9,3,0 presso la sede dell’Institut Agricole Régional, in Strada la Rochère 1 ad Aosta, si svolgerà il seminario “Etichettatura dei prodotti alimentari: la normativa nazionale e dell’Unione Europea”.

L’iniziativa, organizzata dalla Camera di Commercio della Valle d’Aosta in collaborazione con il Laboratorio chimico Camera di Commercio di Torino si pone come obiettivo di portare a conoscenza delle imprese valdostane le novità normative in materia di etichettatura degli alimenti anche alla luce del regolamento N. 1169/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, che consolida e aggiorna l'etichettatura generica di prodotti alimentari, nonché l'etichettatura nutrizionale, la quale sarà obbligatoria a partire dal 13 dicembre 2016.

All’incontro interverranno, in qualità di relatori, Paola Rebuffati e Laura Bersanidel Laboratorio Chimico Camera di Commercio di Torino, Erica Varese, della Sezione di Scienze merceologiche, Dipartimento Menagement dell’Università degli studi di Torino, Donato Ronc dell’Azienda Usl della Valle d’Aosta e Giorgia Andreis dello Studio Andreis e associati di Torino.

Nel pomeriggio le imprese valdostane che effettueranno apposita prenotazione attraverso la modulistica disponibile al sito internet potranno fruire di una consulenza personalizzata da parte dei referenti dello “Sportello etichettatura” (le richieste saranno prese in esame in base all’ordine cronologico di arrivo e fino ad esaurimento dei posti disponibili – le richieste non soddisfatte riceveranno comunque riscontro via e-mail). 

 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web