30 novembre 2014

#Packaging alimentare ed #etichettatura

La Chambre Valdôtaine informa che lo Sportello per l’etichettatura e la sicurezza dei prodotti alimentari, in collaborazione con il Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino, organizza per martedì 2 dicembre, alle 14,1,5 presso l’Institut Agricole Régional il seminario “Focus su packaging alimentare ed etichettatura: comunicare e informare secondo le norme”.

L’iniziativa vedrà la partecipazione in qualità di relatore, di Laura Bersani, del Laboratorio Chimico Camera di Commercio di Torino con due interventi dedicati a “Packaging alimentare come strumento di comunicazione: requisiti e disposizioni” e “Etichettatura come strumento di informazione: requisiti e disposizioni”. A seguire Odra Papaleo di Vpm Legal – Avvocati associati terrà un intervento in materia di “Packaging ed etichetta come marchio”. .

La partecipazione all’iniziativa è gratuita previa adesione tramite:


· email a regolazione@ao.camcom.it

· fax allo 0165 573040

· telefono allo 0165 573041

Al termine della riunione sarà rilasciato certificato di partecipazione.

29 novembre 2014

Roger Tonetti (Vallèed'AosteStructure): #Startup da consolidare

Roger Tonetti
Intervista a Roger Tonetti, da poche settimane Presidente di Vallée d’Aoste Structure.

Nuovo Consiglio di amministrazione, nuovo amministratore delegato, mercoledì avete eletto Thierry Rosset, quali sono le vostre esperienze professionali precedenti e come vi avvicinate a questo nuovo incarico?
Il Cda è stato rinnovato interamente ed è composto da cinque professionisti, quindi si tratta di un’esperienza professionale che proviene in massima parte dal campo della progettazione, principalmente edilizia, anche di cantiere, ma non soltanto in quanto c’è pure chi ha esperienza di gestione di progetti europei. Un gruppo giovane, dinamico in quanto come professionisti occorre essere sempre pronti ad adeguarsi ai cambiamenti e all’evoluzione normativa. Di conseguenza ci siamo avvicinati a questa nuova esperienza con molto entusiasmo e sapendo anche di assumerci una grande responsabilità nel gestire un’azienda molto importante, che non soltanto gestisce ed amministra degli immobili ma che ha delle implicazioni molto più forti sul tessuto imprenditoriale valdostano.

Si tratta di una società strategica per il futuro della Valle d’Aosta. Come vedete la missione di Vda Structure?
Sicuramente una società strategica basti pensare che Vda Structure gestisce più di 40 fabbricati industriali e artigianali su tutto il territorio regionale che corrispondono a molti più lotti e quindi molte più imprese insediate potenzialmente insediabili. Molti non sanno che Structure è proprietaria di tutta l’area della Cogne Acciai Speciali, cioè oltre 500mila metri quadri di cui circa 250mila coperti. Per questo di concerto con l’Assessorato alle Attività Produttive opereremo con un approccio innovativo rispetto alla nuova strategia di programmazione europea 2014-2020 e rispetto a tutto il sistema imprenditoriale valdostano. In particolare non va dimenticato l’attenzione al tema dell’innovazione sviluppata soprattutto attraverso la realtà degli incubatori di Aosta e Pont-Saint-Martin. Rafforzeremo il nostro impegno affinché le start up incubate possano dopo cinque anni di incubazione proseguire la loro attività imprenditoriale in maniera ordinaria all’interno dei fabbricati sempre di proprietà della società. Si lavorerà molto su questo anche perché la prossima programmazione europea spingerà in questa direzione molto e noi saremo pronti.

Avete individuato degli elementi di continuità e di discontinuità con la precedente gestione?
Siamo agli inizi ma va detto che raccogliendo il testimone del passato dal precedente Cda guidato da Livio Sapinet è giusto far rilevare come nell’ultimo anno di attività la società avesse già iniziato un percorso di rinnovamento della società, un percorso che abbiamo ripreso e stiamo analizzando con molta attenzione e sicuramente partiremo da qui. Ovviamente daremo anche una nostra impronta individuando eventuali elementi da modificare o aggiungere ma credo ci sia un forte elemento di continuità con il precedente Cda.

A  livello di Cda avete previsto delle deleghe specifiche. Di cosa si tratta?
Da poco è stato nominato l’amministratore delegato che è l’ingegnere Thierry Rosset e a lui spetterà il ruolo più operativo, mentre a me come presidente toccherà un ruolo più di rappresentanza in accordo ovviamente con l’amministratore delegato di definizione delle linee strategiche che la società dovrà proseguire nei prossimi anni. In ogni caso noi vogliamo coinvolgere tutti creando un gruppo di lavoro.

Lo scenario economico di certo non facilita…
Indubbiamente non aiuta. E in questi anni la società ha cominciato a patire questo elemento, che ha portato la società a mettersi in gioco confrontandosi con altre realtà che al di fuori della Valle d’Aosta propongono qualcosa di simile, ma che hanno più facilità ad essere competitivi. Sono però convinto che  proprio nei periodi non facili sia più semplice far passare delle idee innovative che in altri sarebbero rifiutate. Ma è oggi che serve l’idea nuova.

Una novità da annunciare per ImpresaVda?
Nel penultimo Cda è stata approvata la bozza di contratto con la società Deval spa per la locazione di un lotto all’Espace Aosta nell’edificio ex-pac per 2320 metri quadri.

Un sogno per VDA Structure da realizzare…
Vorremmo riuscire a valorizzare al meglio gli asset della società, il suo core business, locare perciò gli immobili di proprietà con una attenzione molto forte all’innovazione. 

28 novembre 2014

Giovedì 4 Dicembre Luigino #Bruni ad #Aosta: L'#economia di #Francesco e le sfide dell'oggi

Il ciclo di conferenze, organizzato dalla Diocesi di Aosta, dedicato alla conoscenza e all'approfondimento dell’esortazione apostolica di papa Francesco Evangelii Gaudium, in particolare del quarto capitolo “La dimensione sociale del l’evangelizzazione”, si conclude, giovedì 4 dicembre, alle 20,45, ad Aosta, presso il  Cinéma Théâtre de la Ville, con la conferenza del professor Luigino Bruni, Ordinario di Economia Politica dell'Università LUMSA di Roma, dal titolo «L’economia di Francesco e le sfide dell’oggi». La conferenza sarà trasmessa anche in diretta su Radio Proposta in Blu e per chi abita fuori valle è possibile seguirla in streaming. Come sempre il Corriere nel numero della prossima settimana darà ampio spazio all'evento.

Ma chi è Luigino Bruni?
Nato ad Ascoli Piceno, il 30 maggio 1966. Dal novembre 2012 Professore Ordinario di Economia Politica, presso il Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne, Università Lumsa di Roma. Da novembre 2010 Professore Ordinario idoneo (Concorso Università di Padova, Facoltà di Economia, primo classificato). Dal Febbraio 2005 a Ottobre 2012: Professore Associato di Economia Politica, presso la Facoltà di Economia, Università di Milano-Bicocca. 20012004: Ricercatore di Economia Politica, presso la Facoltà di Economia, Università di MilanoBicocca. Vicedirettore del Centro Interuniversitario ECONOMETICA. 
Questi sono alcune delle sue pubblicazioni: L'uomo spirituale e l'homo oeconomicus. Il cristianesimo e il denaro, con N. Riccardi, P. Rota Scalabrini, Sapientia, 2013; Economia con l’anima, Emi, Milano, 2013; Le prime radici. La via italiana alla cooperazione e al mercato, Il Margine, Trento, 2012; 5. Le nuove virtù del mercato, nell’era dei beni comuni, Città Nuova, Roma, 2012; 6. La leggerezza del ferro, Una introduzione alle teoria economica delle Organizzazioni a Movente Ideale, con A. Smerilli, Vita e Pensiero, Milano, 2011 (con A.Smerilli); Microeconomia, con L. Becchetti e S. Zamagni, Il Mulino, Bologna, 2010; L’Impresa civile, EgeaBocconi, Milano, 2009; Benedetta Economia, Cittanuova, Milano, 2008 (con A. Smerilli); Il prezzo della gratuità, Città Nuova, Roma, 2006; Reciprocità. Cooperazione economia società civile, Bruno Mondadori, Milano, 2006; L’economia, la felicità e gli altri. Un’indagine su beni e benessere, Città Nuova, Roma, 2004; Economia civile, con S. Zamagni, Il Mulino, Bologna 2004 e Vilfredo Pareto. Alle radici della scienza economica del novecento, Collana “Economisti Italiani”, Polistampa, Appuntamenti - Ecco chi sono i relatori dell’edizione di quest’anno Ritorna Fede e Scienza. 

Di Luigino Bruni propongo un articolo pubblicato dal quotidiano Avvenire il 24 marzo 2013, probabile spunto dell’intervento dell’economista 

Francesco è un nome che dice molte cose, anche all'economia e alla finanza. E, se sappiamo e vogliamo
ascoltare, ci lancia messaggi essenziali per curare, veramente e in profondità, le nostre crisi. Francesco d’Assisi, perché amante di 'madonna povertà', è anche all’origine di importanti cambiamenti economici,
teorici e pratici. Il movimento francescano diede vita alla prima importante scuola di pensiero economico,
ed è anche all'origine della tradizione di banca e di finanza (gli ormai famosi Monti di Pietà, i prodromi della
finanza popolare e solidale italiana). Non si ricorda però a sufficienza che queste istituzioni bancarie popolari
fiorirono due secoli dopo una profonda e sistematica riflessione culturale e filosofica su economia, moneta e mercato. Olivi, Scoto, Occam, e decine di altri maestri francescani furono dottori anche di economia,
perché colsero, per istinto carismatico, che dovevano studiare le res novae del loro tempo, dovevano riflettere profondamente sui grandi cambiamenti della loro epoca, quando stava iniziando una grande rivoluzione commerciale e cittadina che poi fiorì nell'Umanesimo civile. Studiarono economia per amore
della loro gente, soprattutto dei poveri. Il primo messaggio che ci proviene da Francesco e dal suo movimento carismatico è il significato morale e civile dello studio e della scienza. Questa crisi ci sta dicendo ogni giorno con maggiore forza che l’economia e la finanza a una sola dimensione (quella dei profitti di
breve periodo) produce disastri e disumanesimo (Cipro è l’ennesimo segnale). Ma, mentre la crisi continua a mietere le sue vittime, in tutte le università si continua a studiare e a insegnare la finanza e l’economia
retta dagli stessi princìpi che hanno causato queste crisi. I libri di testo sono gli stessi, i dogmi
e la spocchia imperialista di noi economisti sono gli stessi del pre-crisi, i nostri migliori studenti continuano
a formarsi in scuole di dottorato con gli stessi programmi del 2007. Francesco allora invita i veri amanti del bene comune  e quindi di 'madonna povertà' (il primo metro di bene comune sono sempre le condizioni
dei poveri) a investire molto di più nello studio delle res novae del nostro tempo, che sono i temi del lavoro, del management delle imprese, dell’economia e della finanza, che oggi soffrono anche 'per mancanza di
pensiero'. E, sull'esempio degli antichi Monti di Pietà, il mondo si cambia dando vita non solo a libri e a conferenze, ma a nuove istituzioni. I carismi hanno prodotto anche università che sono state sulle frontiere
delle innovazioni culturali del loro tempo, perché è tipico del carisma vedere prima e più lontano. Oggi la nostra cultura e la nostra scienza soffrono per mancanza dei carismi, che debbono tornare a svolgere il loro compito, che è anche compito civile, scientifico e culturale. C’è un estremo, vitale, bisogno di dar vita a nuovi istituti di ricerca e a nuove università dove si possano studiare diversamente contenuti diversi da quelle che
continuano a insegnare i templi del sapere, molti dei quali finanziati dai proventi di questa (brutta) finanza. C’è bisogno di nuovi studi e nuove scholae dove si produca ad alto livello pensiero economico e sociale diverso, e poi di scuole popolari che diffondano e alimentino con la vita quel nuovo pensiero a tutti i livelli: dove sono? Se non lo faremo, continueremo a lamentarci della crisi e della disoccupazione, ma non saremo all'altezza
di Francesco e dei francescani che lavorarono per orientare la società del loro tempo, anche con idee e  scienza nuove. Un secondo messaggio di Francesco è, e non può che essere, la povertà. È molto legato
al primo messaggio – non a caso la 'scienza' è un frutto dello Spirito, ed è lo stesso Spirito ad essere 'padre dei poveri'. Ci sono parole che sono sempre e solo negative: menzogna, schiavitù, razzismo… La povertà
non è una di queste, perché dopo Francesco (e quindi dopo il cristianesimo) quando si parla di povertà dovremmo sempre specificare di quale povertà stiamo parlando. Questa grande parola copre un ampio spettro semantico, che va dal dramma di chi la povertà la subisce fino alla beatitudine di chi la povertà la sceglie liberamente, spesso per riscattare altri da povertà non scelte e subite. La nostra cultura non ha strumenti adeguati per affrontare le antiche e nuove povertà non scelte, perché ha perso contatto con le
semantiche della bella povertà scelta, che si chiamano stili di vita sobri, solidali, soprattutto comunione conviviale e fraterna. Francesco ci ricorda che solo chi ama la buona povertà sa prima vedere, e quindi
combattere, quella cattiva. Finché i programmi governativi, pubblici e privati di lotta alla povertà
saranno pensati e implementati da politici e funzionari che alternano convegni sulla povertà a vacanze da ricchi epuloni, la povertà continuerà a essere oggetto di studi (spesso inutili), report e convegni, ma né vista né capita, quindi non curata. Per curare la povertà servono i carismi, quindi poveri che curano poveri. Il capitalismo filantropico sta aumentando le istituzioni che si occupano di povertà, senza però che tra chi aiuta e chi è aiutato si crei nessun incontro autentico. Francesco ha curato, quantomeno, l’anima, dei lebbrosi di Assisi (a Rivotorto) abbracciandoli e baciandoli: è l’abbraccio la prima forma di cura. Francesco oggi
ci ricorda e ci ammonisce di non cadere nelle trappole della nostra cultura dominata dall'immunità, una cultura del non abbraccio che si sta insinuando anche all'interno delle nostre istituzioni nate per 'curare'
le povertà, dove stanno crescendo i professionisti della cura e dell’assistenza (ed è cosa buona), ma dove rischiano di diminuire gli abbracci. L’indice di fraternità – altra splendida parola francescana – è dato dal grado di inclusione comunitaria dei poveri, che può essere inverso alla creazione di enti specializzati
per gestirli, ai quali  si appalta la 'cura dei poveri' al fine di tenerli ben lontani dalle nostre città immuni e immunizzanti. Rimettiamoci allora all'ascolto di Francesco, dei suoi messaggi antichi, dei suoi messaggi di
futuro.

#CNA: Basta con i #transfer abusivi

«L'abusivismo è una piaga che uccide l'artigianato in Valle d'Aosta». Salvatore Addario, presidente del Cna regionale e della relativa sezione autotrasportatori di persone e merci (Cna Fita) lancia l'allarme: «l'attività di autonoleggio con conducente negli ultimi anni registra una grossa crescita del numero di abusivi che nel periodo invernale sono davvero tantissimi. Tanto da arrivare ad incidere fino al 35%. Ci stiamo organizzando chiedendo alle forze dell'ordine di effettuare i controlli specialmente il sabato e la domenica, i giorni in cui si concentrano di più i transfer: la verifica è semplice perché i mezzi utilizzati dagli abusivi sono soprattutto i minibus da 9 posti e si distinguono da quelli regolari perché non hanno la scritta "Noleggio" né la targhetta con il numero di autorizzazione e lo stemma del Comune che l'ha rilasciata». L'abusivismo si innesta su un terreno già accidentato. I costi dell'autostrada sono proibitivi e incidono in modo allarmante sul nostro lavoro: ad esempio un transfer con Mercedes dal Casinò di Saint-Vincent a Caselle si vende a un prezzo di circa 135 euro, ma tolte tutte le spese di pedaggio autostradale, gasolio, manutenzione e tasse, a noi rimangono 30 euro per 3 ore di lavoro». 

Il panorama valdostano della concorrenza sleale nell'autonoleggio con conducente è ampio, ma dai contorni non sempre netti. «C'è chi si è inventato il lavoro con un portale internet - prosegue Addario - offrendo servizi transfer e rivendendoli a sua volta ai tanti noleggiatori napoletani e sardi che nel periodo invernale si trasferiscono in Valle irregolarmente portandoci via il nostro lavoro. La cosa ancora più grave è che alcune di queste persone che non sono titolari di autorizzazioni di "Noleggio con conducente" sono anche accreditate da enti pubblici quando in Valle D'Aosta ci sono più di 200 regolari autorizzazione di noleggio». 

La minaccia viene anche dall'Est. «Purtroppo spuntano persone che hanno mezzi e autorizzazioni di Ncc dei paesi dell'Est e effettuano l'attività qui abusivamente a prezzi certamente vantaggiosi per i clienti, e certo, le tasse non le pagano in Italia , chissà se li pagano all'Estero!». 

Per Addario: «la situazione è aggravata dal fatto che abbiamo ricevuto segnalazioni rispetto ad alcune agenzie di viaggio valdostane che proporrebbero apertamente questa soluzione irregolare». 

In programma ci sono incontri con le amministrazioni comunali coinvolte dal turismo invernale. «Per rilanciare il nostro settore in un periodo come questo - conclude il Presidente - c'è bisogno in primis di collaborazione tra colleghi ed è per questo che la Cna Fita Valle D'Aosta ci sta mettendo tutto il suo impegno per unirsi e ottimizzare viaggi e costi. Proprio in questi giorni grazie ad un contributo dell'assessorato al regionale al Turismo e Trasporti, stiamo realizzando un portale internet unico per tutti gli autonoleggiatori della Valle che ne vorranno fare parte. Penso sarà un ottimo strumento per pubblicizzarsi facendoci conoscere anche all'estero con l'auspicio di avere nuovi potenziali clienti».

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (275): 1,6 milioni per #ExpoVda

PRESIDENZA DELLA REGIONE

Incarico ad INVA 
E’ stata affidata alla Società IN.VA. un’attività di progettazione finalizzata al consolidamento e alla razionalizzazione dei data center  pubblici regionali, a valere sul POR FESR Competitività regionale 2014/2020.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Bon de chauffage
Sono stati decisi i criteri e gli aspetti procedimentali per l’erogazione dei contributi del Bon de chauffage 2014, per i quali è stata stanziata la somma di 8milioni di euro.

Fiera Donnas
Un contributo di 53mila euro è stato destinato al Comitato organizzatore per la realizzazione della 1015° Fiera del legno di Sant’Orso di Donnas, prevista per domenica 18 gennaio  2015.

Finanziamento Camera valdostana
E’ stata deliberata l’erogazione del saldo del finanziamento per l’anno 2014, pari a 330mila euro, destinato alla Camera valdostana delle imprese e delle professioni. Attraverso il fondo FESR, sono stati destinati ulteriori 32mila euro alla Camera valdostana delle imprese e delle professioni e 50mila euro a Vallée d’Aoste Structure, per il proseguo, fino al 31 dicembre 2015, delle attività di animazione territoriale.

ISTRUZIONE E CULTURA
Nascono le Card
Sono state progettate due nuove tipologie della Card Castelli – la Card Privilège e la Card Fidélité – che consentiranno, secondo modalità diverse, ingressi per il pubblico a tariffazioni agevolate in tutti i castelli di proprietà regionale.

Piano giovani Istruzione
Di concerto con l’Assessorato delle politiche del lavoro e nel quadro del Piano giovani Istruzione 2014, sono state approvate varie iniziative: un’attività per il miglioramento della didattica delle materie scientifiche, attraverso il potenziamento delle attività laboratoriali (impegno di 35mila euro); la formazione di unità didattiche e l’avvio di laboratori per l’orientamento degli studenti (36mila euro); l’attuazione di sperimentazioni sulla didattica interculturale e linguistica (12mila euro) e sulla metodologia delle classes inversées (5mila euro); la realizzazione di percorsi di avvicinamento alla storia dell’arte, a completamento del percorso scolastico tradizionale (7mila euro) e l’avvio di una formazione per insegnanti volta a favorire l’inclusione scolastica di giovani disabili, allievi con DSA e giovani a rischio (5mila euro).

Progetti bilingui
E’ stato inoltre deciso di concedere finanziamenti alle Istituzioni scolastiche di secondo grado per la realizzazione di progetti bilingui nel corso dell’anno scolastico 2014/2015.

OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Mutui
Sono state accolte 6 domande di mutuo, presentate nel mese di settembre, per il recupero di fabbricati situati nei centri storici e nei nuclei abitati, a fronte di un impegno finanziario di 840mila euro.

Strada Ollomont
E’ stato approvato il progetto definitivo per i lavori di regolarizzazione e di allargamento di alcuni tratti della Strada regionale 30, nei comuni di Valpelline e di Ollomont, per la cui esecuzione è stata stanziata la somma di 1milione 500mila euro.

SANITA’ SALUTE E POLITICHE SOCIALI

Colletta alimentare
Anche per il 2014, è stata decisa la partecipazione della Regione alla Giornata nazionale delle colletta alimentare, in programma sabato 29 novembre, attraverso lo stanziamento di un contributo di 10mila euro.

Opere pubbliche per assistenza anziani
E’ stato deliberato il piano annuale del riparto agli enti locali dei contributi, che ammontano complessivamente a 300mila euro, per la realizzazione di opere pubbliche destinate all’assistenza delle persone anziane e inabili.


TERRITORIO E AMBIENTE

Piano regolatore Brusson
E’ stata licenziata la variante generale sostanziale al Piano regolatore del Comune di Brusson.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Accordo Regione-Trenitalia
E’ stata approvata, con una spesa di 225mila euro, la continuazione, nel primo semestre del 2014, degli effetti dell’accordo tra la Regione e Trenitalia per i servizi commerciali complementari al trasporto ferroviario, ed è stata impegnata la spesa di 9milioni 600 euro da destinare, quando sarà attuato il trasferimento alla Valle d’Aosta delle competenze in materia di trasporto ferroviario, al pagamento del servizio erogato da Trenitalia dal 1° agosto al 31 dicembre 2014.

ExpoVda
La Giunta ha disposto il trasferimento di 1milione 600mila euro alla società Expo VdA, quale fondo di dotazione per l’avvio e lo sviluppo delle attività.

Progetti di eccellenza

Nel quadro del programma Progetti di eccellenza per lo sviluppo e la promozione del sistema turistico nazionale, è stata data autorizzazione alle società Vita, Savda e Svap per l’esercizio di servizi di ski-bus in alcuni comprensori sciistici della regione, durante la prossima stagione invernale, con uno stanziamento totale di 86mila euro.

27 novembre 2014

Le parole della Pirovano



Le associazioni di categoria, come già negli anni passati, hanno incontrato la Giunta regionale. Monica Pirovano, presidente di Confindustria Valle d'Aosta, ne ha parlato a margine della conferenza stampa di presentazione dei risultati della 132esima indagine congiuturale sull'industria metalmeccanica italiana di Federmeccanica dal titolo "UNITI per il rilancio dell'industria - Conferenze in tutto il Paese, un unico messaggio".

Ad illustrarli Dario Giovanetto, delegato di Federmeccanica per la Valle d'Aosta e titolare dell'Aosta Servizi Generali, che ho invitato il 5 dicembre come ospite a ImpresaVda motivo per cui accenno molto brevemente ai dati presentati dall'indagine riservandomi in quella sede di approfondirli. In estrema sintesi se il dato della produzione è preoccupante, qualche segnale proviene dall'occupazione. Su tutto il messaggio di ottimismo di Giovanetto: «Molte imprese soffrono ma non vogliono deprimersi. Vogliamo andare avanti, l'industria metalmeccanica c'è ed è pronta a fare la sua parte».

Tornando alle parole della Pirovano sull'incontro il pensiero è stato molto chiaro: «Ci rendiamo conto che le risorse sono in diminuzione. Abbiamo però chiesto che siano ripartite meglio. Soprattutto le spese correnti non sono state tagliate come quelle industriali. Basta guardare alle spese istituzionali: 350mila euro a fronte di 14,5 milioni complessivi ci sembra un po' poco. Per la carità è comunque positivo che si sia iniziato. In merito alle leggi di finanziamento riteniamo che visto il ridursi delle risorse ce ne sono troppe. Meglio farne una sola su industria e artigianato dove far convergere tutta la somma». 

Parole di estremo buon senso. Che richiedono prima di tutto alla parte politica che si indirizzino le somme in alcune direzioni precise, sapendo che ci saranno degli scontenti. E posso capire quanto sia difficile, ma in una logica di servizio si deve cercare in coscienza di individuare un'ipotesi di sviluppo per questa nostra regione. Secondariamente semplificare dal punto di vista legislativo significa anche semplificare dal punto di vista amministrativo. Implica una riduzione dei profili dirigenziali. Altro tassello delicato. E' complesso e ostico. Sarei disonesto se non lo scrivessi. Se fossi al posto di uno qualunque degli assessori probabilmente sarei paralizzato da uno scenario economico così devastante. Tuttavia da qualche parte si deve cominciare...

26 novembre 2014

Venerdì 28 novembre Leo Vuillermoz (#Monrail) ospite a #Impresavda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, dopodomani, Venerdì 28 novembre, puntata numero 171 di ImpresaVda, alle 9,30, su Radio Proposta in Blu. 

Il programma come già negli anni passati è realizzato in collaborazione con la Chambre Valdôtaine, con il coinvolgimento anche quest'anno dello sportello europeo di supporto alle imprese «Enterprise Europe Network».

Ti aspetto allora Venerdì 28 novembre, sempre alle 9,30.  Avrò come ospite Leo Vuillermoz della Monrail, società specializzata nella costruzione di monorotaie e non solo.

Nel frattempo ti segnalo che qui puoi trovare l'intervista a Eva Priod, delegata femminile di Coldiretti. L'intervista è stata pubblicata questa settimana sul Corriere della Valle.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

25 novembre 2014

#Fondimpresa & #UNIVDA



Siccome un blog è pure un diario è giusto annotarvi anche le mie attività. Come qualcuno avrà notato sono stato moderatore venerdì scorso al pomeriggio organizzato da Fondimpresa.  Come sempre è stata una positiva occasione per conoscere realtà al di fuori dei confini regionali e devo ringraziare tutti i relatori per averci aiutato a riflettere su un tema delicato come quello della formazione che come si diceva nel titolo è software per il territorio e password per il lavoro.

In particolare sono rimasto colpito dalla capacità degli amici di Bolzano di far seguire all'analisi l'azione. Sembra semplice ma non lo è.

Ieri pomeriggio. Con una toccata e fuga. Sono stato ospite dell'amico Carmine Garzia che mi ha chiesto di parlare di imprese ai suoi studenti di Economia Aziendale a Saint-Christophe. Come altre volte ho cercato di far parlare le storie degli imprenditori. ImpresaVda ne raccoglie tante. Mi auguro siano di ispirazione.

“Eureka!Funziona!“

Il kit

I Giovani Imprenditori e la Piccola Industria di Confindustria Valle d’Aosta e Federmeccanica hanno proposto alle Scuole Primarie della Valle d‘Aosta di aderire alla terza edizione del progetto sperimentale “Eureka!Funziona!“, promosso a livello nazionale e patrocinato dal MIUR.

Il progetto, rivolto alle terze, quarte e quinte classi, intende proporre un’esperienza di creatività e conoscenza, di sperimentazione, scoperta e autoapprendimento, portando gli studenti a utilizzare in modo creativo alcune delle conoscenze acquisite in ambito disciplinare.

L’idea nasce da una sperimentazione iniziata nel 2003, nelle scuole primarie finlandesi e quest’anno coinvolgerà oltre che la Valle d’Aosta, anche le città di Ancona, Bari-Barletta, Belluno, Bergamo, Bologna, Brescia, Como, Cuneo, Firenze, Lecco, Lucca, Milano, Monza, Padova, Pesaro-Urbino, Reggio Emilia, Roma e provincia, Torino, Treviso e Vicenza.

Solo in Valle d’Aosta sono coinvolti più di 300 bambini suddivisi in una ventina di classi. Lo scopo della gara è far costruire ai bambini un giocattolo mobile con il materiale, che trovano nel kit fornito da Confindustria; ciascun gruppo di bambini terrà un diario sul lavoro svolto e realizzerà una pubblicità del giocattolo utilizzando materiale di loro scelta. Il tema che è scelto quest’anno è il magnetismo: il kit è composto dai pezzi necessari per poter progettare e costruire un giocattolo che per muoversi utilizzi magneti, dischetti e
pannelli.

Tutte le scuole, che hanno aderito, riceveranno il materiale in contemporanea OGGI 25 NOVEMBRE alle 17  presso Confindustria Valle d’Aosta. 

Entro aprile del prossimo anno anche in Valle d’Aosta si terrà la finale regionale (cd “gara tecnologica per piccoli inventori”). Alla fine verranno premiati i gruppi vincitori: 1 gruppo per le terze, 1 per le quarte e 1 per
le quinte. Il progetto offre l’opportunità di utilizzare “l’invenzione” come uno strumento per imparare, ponendo a disposizione degli alunni uno spazio reale in cui mettere alla prova la loro creatività e capacità di innovazione.

I bambini possono trarre ispirazione, per l’invenzione e la preparazione del giocattolo, dalla loro vita quotidiana, attivando capacità di osservazione e analisi del funzionamento degli oggetti che li circondano. Essi progetteranno, testeranno i materiali e collaboreranno nell'ambito del gruppo raggiungendo i necessari compromessi, al fine di creare la loro opera.

Tutto il processo di realizzazione del giocattolo, del diario e della pubblicità richiede di applicare le conoscenze di matematica, italiano, arte e immagine e di attivare abilità manuali.
Il processo di invenzione è efficace quando il gruppo progetta e crea in autonomia. Gli insegnanti supporteranno il lavoro dei bambini assicurandosi che strumenti adeguati siano a disposizione; il ruolo dell’insegnante è volto a incoraggiare i bambini e a rassicurarli sulla bontà della loro idea progettuale. Un supporto allo sviluppo del progetto può essere dato dal docente ponendo domande che facilitino l’individuazione di possibili idee e soluzioni da parte degli stessi alunni.

I Giovani Imprenditori e la Piccola Industria di Confindustria Valle d’Aosta e Federmeccanica credono che questa sia un’esperienza ideale sia per i bambini, sia per le bambine, utile a sostenere l’apprendimento e l’insegnamento in un contesto in cui esperimento, immaginazione, emozioni, autostima, conoscenze e abilità hanno tutte la medesima importanza e assicurano la gioia nell’imparare.

In ultimo il giorno 15 maggio 2015 a Roma Federmeccanica organizzerà un evento nazionale a cui parteciperanno le classi quinte vincitrici della gara territoriale.

24 novembre 2014

Gli imprenditori valdostani si raccontano...all'Università


Domani, martedì 25 novembre, alle 18, presso la sede di Saint-Christophe dell’Università della Valle d’Aosta in loc. Grand Chemin 73/75, si svolgerà il primo incontro di una serie di tre conferenze sul mondo imprenditoriale valdostano proposte da Alumni, l’associazione dei laureati dell'Università della Valle d'Aosta.

Piero Roullet dell'Hotel Bellevue di Cogne e Ferruccio Truchet dell'Hotel Pavillon di Courmayeur racconteranno l'evoluzione dell'imprenditoria alberghiera in Valle d'Aosta e, attraverso il racconto delle loro esperienze, offriranno al pubblico la possibilità di approfondire gli aspetti più interessanti di due percorsi di aziende di successo.

Moderatrice della conferenza sarà la prof.ssa Chiara Mauri, professore ordinario di Marketing e Direttrice del Dipartimento di Scienze Economiche e Politiche dell'Univda.

Parteciperanno inoltre Fabiola Pernechele, Vice presidente dell'Associazione Alumni e Maria Silvia Peronetto, consigliere Alumni. 

L'iniziativa è aperta a tutti gli studenti, ai soci Alumni e a quanti sono interessati a conoscere le attività dell'associazione, a cui sarà possibile iscriversi durante la conferenza. 

Mercato immobiliare (3): i #mutui in Valle d'#Aosta

L'andamento dei mutui rilevato dall'Ufficio studi del Gruppo Tecnocasa. Si tratta dei dati già diffusi circa un mese fa. Qui compare un'analisi che però fa ben sperare.

Nel secondo trimestre 2014 le famiglie in Valle D'Aosta hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 13,3 milioni di euro, che collocano la regione al 19° posto per totale erogato in Italia, con un'incidenza dello 0,21%. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente si registra una variazione delle erogazioni in regione pari a +3,1%, per un controvalore di +0,4 milioni di euro.

Guardando all'andamento delle erogazioni sui 12 mesi e analizzando quindi i volumi da Luglio 2013 a Giugno 2014, la regione Valle D'Aosta mostra una variazione negativa delle erogazioni pari a -4,6%, per un controvalore di -2,5 mln di euro. Sono dunque stati erogati in questi ultimi dodici mesi 51,9 mln di euro, volumi che rappresentano lo 0,24% del totale erogato in Italia.

CONCLUSIONI
Secondo Tecnocasa è presto per stabilire se la criticità e la fase discendente del mercato siano alle spalle, ma certamente ci sono delle note che inducono ad un rinnovato ottimismo. La domanda di mutui da parte delle famiglie è in crescita ormai da un anno e la Banca Centrale Europea sta operando per sostenere l’erogazione del credito. Gli istituti di credito, da parte loro, presteranno sempre particolare attenzione al rischio di credito e i clienti dovranno dimostrare una buona capacità di risparmio ed una situazione economica stabile.

21 novembre 2014

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (274): Tecniche artigianali


ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Tecniche artigianali
E’ stato approvato il bando, rivolto ai maestri artigiani, per l’organizzazione di percorsi di formazione pratica sulle tecniche artigianali di tradizione (“botteghe-scuola”), da realizzarsi nel biennio 2015/2016. Le risorse stanziate per tale iniziativa ammontano a 200mila euro.

ISTRUZIONE E CULTURA

Scuola digitale
Nell’ambito del Piano Giovani, di concerto con l’Assessorato delle politiche del lavoro, è stata decisa la realizzazione dell’iniziativa denominata Scuol@digitale, finalizzata al rafforzamento della didattica, nelle scuole secondarie di secondo grado, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

FilmcommissionE’ stato concesso alla Fondazione Film Commission Vallée d’Aoste un ulteriore contributo di 154mila euro, per la realizzazione delle azioni indicate nel piano di intervento annuale 2014.



TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Vie francigene
In accordo con l’Assessorato dell’agricoltura, è stata deliberata l’adesione della Valle d’Aosta all’Associazione Europea delle Vie Francigene ed è stato adottato il protocollo d’intesa tra le Regioni che ne fanno parte, per un coordinamento delle azioni di promozione e di rilancio del percorso a scala internazionale. 

20 novembre 2014

#Rubriking: un'#app a misura d'impresa

A destra De Toma

Ti propongo l'intervista a Riccardo De Toma, vincitore con Rubriking della Start Cup Valle d’Aosta. DE TOMA è il Project Manager del team. 

Prima di tutto ci spieghi che cosa è rubriking?
Rubriking è un’innovativa rubrica di contatti generata in modo automatico attraverso un sistema di relazioni sicuro e garantito. La rubrica statica di vecchia generazione che tutti conosciamo lascia il posto alla versione più evoluta e dinamica delle address book. La rubrica diventa un contenitore accessibile ovunque da qualsiasi dispositivo ed integra poi un sistema di gestione degli eventi, quindi fiere, meeting e similari, permettendo di creare delle stanze virtuali sicure nelle quali poter trovare i contatti dell’evento  a cui si sta partecipando e potersi scambiare i biglietti da visita in maniera dinamica. In conclusione uno strumento multifunzionale che assolve alle esigenze tipiche delle aziende, dei professionisti, dei privati, in termini sia di mantenimento che di gestione dei propri contatti.

Come è nata questa idea?
L’idea è nata da una situazione pratica. Un giorno io mi trovavo di fronte ad un semaforo in macchina e nella corsia opposta c’era un'altra auto che attendeva come me il verde. Ad un certo punto io ho riconosciuto l’altro conducente e lui ha riconosciuto me in quanto si trattava di un mio ex-collega che non vedevo da diverso tempo, poi è arrivato il verde siamo allora partiti, e tutti e due abbiamo tentato di telefonarci. Io faccio il numero e mi risponde la classica voce numero inesistente, mentre a lui gli ha risposto un’altra persona che, combinazione, aveva memorizzato con il mio stesso nome. A quel punto mi è venuta l’illuminazione di creare una piattaforma di contatti sempre aggiornata. In questa maniera con Rubriking non sarebbe successo. Questa è la vera storia come si dice.

Dal punto di vista imprenditoriale è il vostro primo tentativo?
Non è proprio il primo. C’è stato un altro progetto che prendeva il nome da mia figlia Maia e che si chiamava Maiacod. Attraverso l’Università Microsoft è stata avvertita di questo progetto che era molto similare ad un altro che stavano già seguendo loro e tra virgolette ci hanno consigliato di chiuderlo di conseguenza è stata una grande esperienza rimasta in fase embrionale.

Siete un team caratterizzato da numerose professionalità…
Ho la fortuna di aver trovato tante persone professionalmente molto capaci tra l’altro sono tutti talenti estremamente eterogenei: dall’analista informatico allo sviluppatore da cantina, il classico nerd che sta attaccato al computer. Poi abbiamo un esperto marketing, un esperto societario, un grafico. Tra l’altro anche l’età è molto variegata: dal 50enne al ventenne fresco di scuola se non addirittura studente. La cosa bella è che per il momento stiamo lavorando tutti gratis e con passione nella speranza di realizzare questa impresa e a momenti arriverà il momento di chiudere questa prima fase e iniziare ad avere delle revenue e distribuire degli utili.

Avete collaborato anche con gli studenti del Politecnico di Verrès. Di cosa si è trattato?
In realtà stiamo ancora collaborando con loro in maniera molto attiva. Abbiamo infatti già organizzato con loro una joint venture, già testata con il Politecnico di Torino, ma che con questa realtà un po’ più piccola e quindi flessibile diventerà un sodalizio molto importante. Il progetto di collaborazione sta nascendo e crescendo insieme e consiste da parte nostra nel dare formazione agli studenti in ambito lavorativo in quanto la maggior parte di noi sono professionisti che hanno un lavoro e permettiamo perciò a loro di vedere un mondo alternativo a quello dello studio. Nel contempo per noi è importante in quanto usufruiamo di teste fresche e pensanti che non fanno mai male al progetto. L’obiettivo alla fine è quello di creare un polo universitario da mettere a disposizione anche delle altre imprese, soprattutto start up perché sono quelle che un po’ più sono attente e recettive da questo punto di vista. Comunque il tutto è ancora in fase di definizione, una parte degli studenti fanno già parte del team e stanno lavorando sul progetto. Presto faremo degli accordi un po’ più formali.

Quali sono i passi successivi della vostra idea imprenditoriale?  
Il prossimo primo passo sarà quello di insediarci nell’incubatore di Pont-Saint-Martin che è un incubatore messo a disposizione dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta proprio per quelle imprese che si definiscono start up in quanto hanno bisogno di più benzina e di aiuto da tutti. Il passaggio successivo, sempre facente parte dell’insediamento, è la costituzione della società vera e propria in quel modo saremo poi pronti a ricevere i primi grossi finanziamenti da capital angels o da imprenditori illuminati o semplicemente dai famigliari dopodichè il successivo sarà quello di uscire entro giugno con l’mvp che non è nient’altro che il prodotto con le funzionalità di base e quindi poi iniziare a scalare il più possibile e chissà dove si arriverà.

Come farete conoscere il vostro prodotto al mondo delle imprese?
Ci sono tantissime strategie. Ne proveremo diverse e quella che fallirà non ci butterà giù e ne seguiremo altre. L’idea per arrivare alle imprese è che nel momento in cui avremo conquistato una massa critica di utenti, dando gratuitamente il nostro servizio, e con il moltiplicarsi dei collegamenti tra gli utenti, il passaparola e quant’altro ci presenteremo ad eventi di settore presentando il prodotto e a questo punto le aziende saranno incentivate a presentarsi sulla piattaforma proprio perché allettate dal numero di clienti potenziali che la piattaforma presenta. Facebook, tanto per fare un esempio, ha cominciato offrendo un servizio gratuito agli utenti che piaceva e  poi raggiunta la massa critica elevata che tutti conosciamo è avvenuto che le aziende hanno iniziato a pensare che quella piattaforma poteva essere utilizzata dalle aziende per pubblicizzare i propri prodotti.

Come è stata l’esperienza della start cup Valle d’Aosta?
Stimolante in quanto abbiamo potuto misurarci e così capire se quello che stavamo facendo aveva un senso. Poi siccome abbiamo anche vinto ovviamente questo ha dato ulteriore linfa vitale al progetto.

Una novità da annunciare?
Stiamo per chiudere un finanziamento di circa 150mila euro da un finanziatore che al momento è ancora segreto e che sembra molto interessato.

Un sogno imprenditoriale da realizzare…
Se non avessimo dei sogni non andremmo da nessuna. Io e il mio co-founder Michele Roncaglione stiamo pensando di realizzare un’innovativa Olivetti, un’Olivetti del futuro nell’Aostavalley.

«Alle radici della #viticoltura di montagna: #ricerca e #innovazione»

L’Unità di ricerca VIT-INNOVA  con la partecipazione dell'Assessore alle Attività produttive, energia e politiche del lavoro Pierluigi Marquis presenta: «Alle radici della Viticoltura di montagna: ricerca e innovazione».

Il convegno si terrà venerdì 21 novembre, alle 10,30, all'Institut agricole regionale, Reg. La Rochère 1/A, ad Aosta.

Sono previsti gli interventi di Gianluca Macchi, direttore del Cervim, sul tema «Il progetto vit-innova ed i suoi sviluppi», di Giusto Giovannetti (amministratore delegato CCS Aosta Srl) su «Esperienze sull’uso di consorzi microbici nei vigneti», e dei professori Paola Bonfante (DiBios) su «Terroir e Microbiota per una viticoltura eroica» e Luigi Bavaresco (Università Cattolica) su «Fattori viticoli e resistenza alle malattie (della vite)».

19 novembre 2014

#Fondimpresa: la #Formazione nella realtà delle Regioni di confine


Fondimpresa Valle d'Aosta, ha organizzato un convegno dal titolo «La Formazione nella realtà delle Regioni di confine» che si terrà il 21 novembre, dalle 14.15, presso il Ristorante-Brasserie "La Gabella" a Jovençan, Hameau Le Clou n. 44.

La Tavola Rotonda sarà un'occasione di incontro e confronto su Fondimpresa e sul ruolo della formazione nelle regioni di confine. Saranno, infatti, presenti relatori delle territori Alto Adige, Sardegna e naturalmente la Valle d'Aosta con rappresentanti delle locali Fondimpresa e Confindustria. Io sarò presente in qualità di moderatore delle due tavole rotonde.

«Fare formazione – ha dichiarato il Presidente di Fondimpresa Valle d’Aosta, Franco Zurru - significa pensare al futuro e il fatto che abbiamo difficoltà a gestire il presente non ci esime dall’obbligo di guardare avanti. Questo convegno vuole essere un momento di discussione perché il futuro sarà il risultato del nostro modo di gestire il presente».

Il programma nel dettaglio prevede:

14,15: Registrazione partecipanti

14,45: Saluti - Franco Zurru, Presidente di Fondimpresa Valle d'Aosta

15,00: Prima Tavola rotonda: «Formazione: software per il territorio»
Enrico Valentinelli, Past President Assoimprenditori Alto Adige – Südtirol -
Alberto Scanu, Presidente Confindustria Sardegna - 
Monica Pirovano, Presidente Confindustria Valle d'Aosta

16,00: Break

16,15: Seconda tavola rotonda: «Formazione:password per il lavoro»
Paul Christanell, Vicepresidente Fondimpresa Alto Adige – Südtirol
Giannarita Mele, Vicepresidente Fondimpresa Sardegna 
Guido Corniolo, Vicepresidente Fondimpresa Valle d'Aosta

17,15: Consegna Borsa di studio

17,45: Conclusioni - Guido Corniolo, Vicepresidente Fondimpresa Valle d'Aosta

Moderatore: Fabrizio Favre.

Venerdì 21 novembre Eva Priod (#Coldiretti) ospite a #Impresavda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, dopodomani, Venerdì 21 novembre, puntata numero 170 di ImpresaVda, alle 9,30, su Radio Proposta in Blu. 

Il programma come già negli anni passati è realizzato in collaborazione con la Chambre Valdôtaine, con il coinvolgimento anche quest'anno dello sportello europeo di supporto alle imprese «Enterprise Europe Network».

Ti aspetto allora Venerdì 21 novembre, sempre alle 9,30.  Avrò come ospite Eva Priod. delegata femminile di Coldiretti Valle d'Aosta.

Nel frattempo ti segnalo che qui puoi trovare l'intervista a Roger Tonetti, da poche settimane nominato Presidente di Vallée d'Aoste Structure.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

18 novembre 2014

#Industria e #Agricoltura: sinergie per lo sviluppo economico in vista dell'#Expo2015


Grande successo di pubblico alla tavola rotonda “Industria e agricoltura: sinergie per lo sviluppo economico”, organizzata da Confindustria Valle d'Aosta, nell’ambito della XIII Settimana della Cultura d’Impresa che quest’anno aveva come tema Expo2015 “Nutrire il pianeta, sinergie per la vita”, che si è tenuta ad Aosta ieri pomeriggio.

Confindustria Valle d’Aosta ha coinvolto in questa iniziativa l’Institut Agricole Régional che gestisce un istituto professionale di eccellenza per il conseguimento del diploma di agrotecnico e ha un'attività di sperimentazione che viene effettuata anche mediante attività di produzione, conservazione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

La manifestazione ha visto la presenza di imprese industriali e del settore agricolo, oltre che di rappresentanti delle Istituzioni, che hanno seguito gli interventi dell’Assessore regionale all’agricoltura e risorse naturali, Renzo Testolin, di Giuseppe Oriana, Delegato per i rapporti con i territori e con i sistemi delle imprese nel Comitato Speciale Expo 2015 di Confindustria, Alessandro Francoli, Amministratore dell'Azienda “La Torraccia del piantavigna”, Andrea Barmaz Direttore della ricerca e sperimentazione, ricercatore e insegnante dell'Istitut Agricole Régional e Stefano Di Francesco dell'azienda “Di Francesco-Gasperi Vino & Spiriti”, moderati dalla Presidente di Confindustria Valle d’Aosta Monica Pirovano.

L’evento ha rappresentato un momento di conoscenza e approfondimento di Expo e di cosa si può fare per valorizzare le nostre specificità e per attrarre visitatori ed avere delle ricadute positive sullo sviluppo del territorio.

Oriana ha raccontato la sua esperienza di Delegato dei Territori per il Comitato Expo 2015 che gli ha consentito di venire a contatto con tante realtà italiane ricche di tradizioni, culture, tipicità e specialità che
debitamente valorizzate possono dare un contributo allo sviluppo dei loro territori ed ha stimolato le imprese valdostane a lavorare insieme alle istituzioni individuando un tema che ci identifichi, puntando sulla comunicazione e sulla qualità dei prodotti.

Il contributo di Barmaz e Di Francesco ha permesso di mettere in rilievo quali sono le caratteristiche del settore vitivinicolo e lattiero-caseario valdostano, di quanto si è fatto e si sta facendo puntando su qualità e sperimentazione, a partire dalle proprietà salutari del resveratrolo contenuto nella buccia dell’uva, che è oggetto di una specifica ricerca dell’Institut Agricole Régional.

Francoli, infine, ha illustrato le difficoltà che incontrano i produttori vitivinicoli che hanno un segmento di mercato limitato e ha spiegato che l’uva è un frutto che viene utilizzato a 360 gradi, dalla produzione del vino, al consumo alimentare, alla distillazione, all’estrazione del prezioso olio di vinaccioli e, infine, come fertilizzante e combustibile e che è necessario uno sforzo da parte di tutti per garantire una conoscenza seria, corretta e scientifica di questo prodotto.

Il particolare interesse che ha suscitato il tema ha suggerito agli organizzatori di pianificare altre occasioni di
incontro. 

17 novembre 2014

«Strumenti per la gestione del #credito e per la gestione della crisi di impresa»


La Fédération des Coopératives Valdȏtaines organizza un Seminario sul tema “Strumenti per la gestione del credito e per la gestione della crisi di impresa”. Il seminario si svolgerà Venerdì 21 novembre, a partire dalle 9, nella Sala Conferenze della Fédération des Coopératives Valdȏtaines.

L’incontro è dedicato agli strumenti per la gestione del credito e della crisi d’impresa con riferimento alle
problematiche che le aziende incontrano quotidianamente sul fronte finanziario. Nell’attuale congiuntura finanziaria ottimizzare la gestione del credito commerciale e della liquidità aziendale costituisce sempre più un fattore strategico essenziale per la competitività e la continuità aziendale delle imprese cooperative.

La recente introduzione e diffusione nel nostro ordinamento di diverse soluzioni negoziali alla crisi di impresa rende indispensabile acquisire le conoscenze dei diversi strumenti di gestione del credito e delle diverse opportunità di supporto finanziario alla gestione aziendale.

IL PROGRAMMA:

Ore 9,00 – Registrazione e apertura dei lavori.
Saluti del Presidente della Fédération des Coopératives Valdȏtaines Luigi Cerise

Ore 9,30 – Le diverse opportunità di finanziamento e di supporto alla gestione della liquidità dell’impresa cooperativa. Relatore: Maurizio Barnabé, BCC Valdostana

Ore 10,15 – Contrastare crisi economica e stretta creditizia, il Factoring per le imprese valdostane.
Relatore: Marziano Bosio, Aosta Factor

Ore 11,00 – Lo strumento di garanzia e il sostegno finanziario delle Confidi.
Relatori: Secondino Marchetti, Confidi Valle d’Aosta, Alessandro Violante, Confidi CTS, e Roberto Ploner, Valfidi

16 novembre 2014

Energy Service COmpany ad #Aosta

La Chambre in collaborazione con SPIN2, Sportello promozione innovazione e internazionalizzazione - Servizio associato fra la Camera valdostana delle imprese e delle professioni e Unioncamere Piemonte, organizza il 26 novembre, alle 4.30, presso la Pépinière d'Entreprises di Aosta, un workshop dal titolo: «Le Energy Service COmpany».

L'incontro prevede l'intervento dell'Ingegner Francesco Belcastro, responsabile della Federazione Italiana per l'Uso Razionale dell'Energia (FIRE) che illustrerà il D.Lgs 102/2014 in recepimento della direttiva sull'efficienza energetica 2012/27/UE, per poi analizzare nello specifico le opportunità offerte dalle ESCO (Società di Servizi Energetici), sia come partner per una riqualificazione energetica, sia come strategia di riconversione imprenditoriale.

Verrà fatta una panoramica sui relativi incentivi a promozione dell'efficienza energetica e sul sistema di certificazione dei fornitori dei servizi energetici. Seguirà la testimonianza della Dott.ssa Deborah De Angelis con esempi pratici su come opera una ESCO nelle aziende e nella pubblica amministrazione. 

La partecipazione è libera, previa registrazione via mail all'indirizzo: sportellovda@pie.camcom.it  o telefonicamente allo 0165/573094, entro il 24 novembre 2014Le adesioni saranno raccolte secondo l'ordine di arrivo, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
L'iniziativa si inserisce nel progetto a valere su Fondi di Perequazione "Promozione dell'efficienza energetica nel sistema imprenditoriale alpino: il corretto efficientamento energetico come vantaggio competitivo dell'impresa", attraverso il quale è stato inoltre promosso un Bando per l'erogazione di voucher a contributo della realizzazione di diagnosi energetiche a favore di imprese del settore alberghiero e manifatturiero.

Il Collegio dei Geometri di Aosta ha concesso l'accreditamento formativo ai propri iscritti.

14 novembre 2014

#Sephora e i giovani talenti della Valle d'#Aosta: Where Beauty Beats

Sephora si impegna in Valle d'Aosta per i giovani talenti, dando vita ad una curiosa iniziativa di comunicazione del brand e contemporanea valorizzazione del territorio.

Jean-Claude Chincheré, Luca e Zorzi ed Elvio Caria avranno la possibilità di presentare al pubblico valdostano tre piccoli lavori liberamente ispirati ai temi della bellezza e del colore e dal formato specifico, per ritmo e durata, di un breve spot pubblicitario. L’iniziativa, denominata “Where Beauty Beats”, nasce da una collaborazione fra Film Commission Vallée d’Aoste, che si è incaricata di selezionare attraverso la precedente esperienza di AlpLabLoc i tre giovani filmmaker, e Sephora, l’importante marchio internazionale legato ai profumi e alla cosmesi che ha fornito il supporto economico necessario all’organizzazione dell’evento.

Nello specifico, ALPLABDOC è un laboratorio cinematografico, destinato agli studenti delle scuole superiori di Liceo Classico, Artistico e Musicale di Aosta diplomati nell’anno scolastico 2012-2013, finalizzato alla produzione di documentari su tematiche legate alla storia, alla tradizione e al territorio valdostano.

Lo scopo dell’associazione è quello di fornire agli studenti gli strumenti di base per affrontare e superare le diverse fasi della costruzione di un contenuto audiovisivo: scrittura del soggetto, stesura di una sceneggiatura, preparazione di un piano di lavoro, realizzazione delle sequenze video insieme al montaggio e post-produzione con l’obiettivo di realizzare un documentario completo.

La giornata sarà suddivisa in due importanti momenti:

PRESENTAZIONE E PREMIAZIONE –
Durante la mattinata verranno presentati alla stampa i tre cortometraggi realizzati. Una giuria di professionisti decreterà il vincitore. Sephora si impegna come sponsor, a garantirne un contributo per una formazione di approfondimento in collaborazione con Film Commission.

WHERE BEAUTY BEATS PARTY –
Il 18 novembre presso il Beauty Store Sephora in via De Tillier 57/59, dalle 17.30 alle 19.30, potrai incontrare i 3 giovani film maker e visionare i tre cortometraggi Where Beauty Beats. Per l’occasione speciale, tutti i clienti ed i visitatori riceveranno l’elegante bag di Natale Sephora, fino ad esaurimento scorte e potranno beneficiare di un esclusivo servizio catering.

Sistemi #Aeromobili a #Pilotaggio Remoto (#SAPR): focus sugli aspetti tecnologici, normativi ed applicazioni pratiche dei #droni

SPIN2, Sportello promozione innovazione e internazionalizzazione - Servizio associato fra la Camera valdostana delle imprese e delle professioni e Unioncamere Piemonte, organizza il 20 novembre, alle 14.30, presso la Pépinière d'Entreprises di Aosta, una tavola rotonda dal titolo: "SAPR - Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto. Focus sugli aspetti tecnologici, normativi ed applicazioni pratiche".

La tavola rotonda prevede l'intervento dell'Ingegner Carmine Cifaldi, Direttore Regolazione Navigabilità ENAC, che presenterà le novità introdotte dal Regolamento ENAC. Seguirà un intervento della Professoressa Fulvia Quagliotti, Politecnico di Torino, DIMEAS -Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale, che farà un'ampia panoramica sulle diverse applicazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto, anche attraverso esempi di ricerca e analisi di aspetti applicativi e normativi (analisi del rischio), oltre ad affrontare la problematica dell'addestramento piloti con un focus sull'utilizzo di un simulatore di volo.
Seguiranno testimonianze di imprese ed enti, operanti in Valle d'Aosta, che illustreranno i possibili campi applicativi quali: structural survey, utilizzo Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto nel monitoraggio del territorio e nella protezione civile, utilizzo di piattaforme APR per il monitoraggio degli ecosistemi fluviali e monitoraggio ambientale.

La partecipazione è libera, previa registrazione via mail all'indirizzo: sportellovda@pie.camcom.it o telefonicamente allo 0165/573094, entro il 18 novembre.
Le adesioni saranno raccolte secondo l'ordine di arrivo, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

L'iniziativa si inserisce nelle attività di animazione territoriale di carattere economico, finanziate dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta nell'ambito del Programma Operativo FESR Competitività Regionale 2007/2013.

L'Ordine degli Ingegneri ha concesso l'accreditamento formativo ai propri iscritti.





A

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (273): Acquisto treni bimodali

PRESIDENZA DELLA REGIONE

Ricorso contro Noy Ambiente 
E’ stata deliberata la costituzione della Regione contro il giudizio promosso, con ricorso, da Noy Ambiente spa al Tar Valle d’Aosta avverso la conferma della revoca della procedura di appalto relativa all'affidamento, in concessione, del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani della regione.



ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Mostra-Concorso dell'artigianato
E’ stata approvata l’organizzazione della 62a  edizione della Mostra-Concorso dell’artigianato di valdostano di tradizione che si terrà nell’estate 2015, così come sono state determinate le tematiche dei vari settori di produzione.

Contributi società di lavorazione artigianale
La Giunta ha concesso i contributi per le spese di investimento alle società di lavorazione artigianale Les dentellières di Cogne, Lou dzeut di Champorcher, D’socka di Gressoney-Saint-Jean, Les tisserands di Valgrisenche e Li tsacolé di Ayas, così come ha deliberato i contributi per la realizzazione dei corsi per l’apprendimento delle tecniche di lavorazione artigianale.


OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Prezzo di vendita alloggi ERP
Sono stati determinati i valori dei canoni da prendere a riferimento per la determinazione del prezzo di vendita degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.



TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI


Acquisto treni bimodali
La Giunta ha devoluto alla Centrale unica di committenza la procedura per l’acquisizione del servizio di Direttore di esecuzione del contratto di fornitura di 5 treni bimodali a servizio del trasporto ferroviario della regione.
 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web