30 settembre 2015

Il 2 ottobre Nicola Rosset (Camera di Commercio di #Aosta) sarà ospite di #ImpresaVda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, dopodomani, venerdì 2 ottobre ImpresaVda raggiunge il traguardo delle 199 puntate. In studio come ospite ci sarà Nicola Rosset, presidente della Camera di Commercio di Aosta.

L'ospite della scorsa settimana è stato Marco Savio, dell'omonima azienda di liquori. Qui (se te la sei persa) puoi trovare la sua intervista.

Dopo le prime due puntate patrocinate dalla BCC Valdostana c'è un piccolo passaggio di consegne con la Chambre per 12 puntate, mentre nel 2016 tornerà la BCC Valdostana per altre 22 puntate.

Il prossimo appuntamento sarà, dunque, Venerdì 2 ottobre, sempre alle 9,30. Avrò come ospite Nicola Rosset, presidente della Camera di Commercio di Aosta.

L'intervista a Rosset sarà anche pubblicata sul Corriere della Valle in edicola la prossima settimana.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

Paolo #Giachino (#Confindustria Valle d'#Aosta): «Dobbiamo aiutare le nostre imprese ad internazionalizzarsi»

Giachino e Pirovano
Questa settimana propongo l'intervista a Paolo Giachino, Direttore generale di Cva, da pochi mesi alla guida di Confindustria Valle d'Aosta. L'intervista dopo essere andata in onda su Radio Proposta in Blu è stata anche pubblicata sull'ultimo numero del Corriere della Valle.

Il passaggio di consegne con Monica Pirovano è avvenuto il 29 giugno: cosa significa assumere un simile ruolo in un contesto economico così delicato?
Per me è un impegno importante, un percorso nuovo, fatto di sfide e responsabilità. Ho ritenuto però che fosse corretto mettere a disposizione un po' della mia esperienza lavorativa. E' vero che non sono un imprenditore ma un manager però questa è una situazione che in Confindustria è stata da tempo ampiamente sdoganata. Monica Pirovano che ha dovuto guidare Confindustria Valle d’Aosta per sei anni in un periodo di crisi epocale, senza precedenti e le conseguenze le stiamo anche vivendo oggi. La situazione economica attuale è meno critica. Ci sono spiragli di un lento miglioramento e gli ultimi dati su produzione e export sono positivi, ma il percorso è ancora in salita e dobbiamo essere attrezzati a cogliere questo ciclo economico. Abbiamo depotenziato la Grecia, la Cina sembra rappresentare una minaccia nel suo calo del tasso di crescita ma confidiamo nei segnali confortanti. Arrivo a questo ruolo dopo essermi occupato di sistemi informatici e reporting nel gruppo Montedison, di controllo di gestione e predisposizione di bilanci nella Cogne Acciai Speciali, ufficio studi, valutazione nuovi insediamenti e ricerca e sviluppo in Finaosta e, infine di energia in senso ampio da ormai quindici anni. Ora metto a disposizione il mio impegno e le mie competenze per far crescere ulteriormente l’Associazione.

Nel suo intervento di insediamento fra gli indirizzi generali ha posto come prioritaria una riflessione sul ruolo dell'associazione. Cosa significa?
E' un periodo particolare. Su un territorio delicato come il nostro dobbiamo far sì che le imprese trovino nell'associazione un appoggio per attrezzarsi ad affrontare le nuove sfide. Per far questo mi sono posto l’obiettivo di dare una maggiore centralità all’Associazione sul territorio, renderla più forte e più coesa e fare in modo che ci sia un maggiore collegamento con le imprese, il territorio e la società civile. L'associazione deve stimolare gli imprenditori a dotarsi di quegli strumenti utili ad affrontare i mercati fuori valle, cogliendo opportunità di crescita importanti. D’altra parte l’articolo 1 del nuovo Statuto di Confindustria ribadisce che il nostro compito è “partecipare al processo di sviluppo della società italiana, contribuendo all’affermazione di un sistema imprenditoriale innovativo, internazionalizzato, sostenibile, capace di promuovere la crescita economica, sociale, civile e culturale del paese”. L’Associazione in sintesi deve essere la casa di tutti.

Per lei è importante sviluppare la reciproca conoscenza tra gli Associati. Una maggior compattezza che però per lei può e deve avere importanti risvolti concreti...
Il mio mandato come Presidente di Confindustria Valle d’Aosta avrà come principi fondanti il dialogo e la condivisione. Dialogo sempre, con tutti, in modo trasparente. Tra gli associati e tra gli associati e l'associazione stessa. Gli associati devo portare all'attenzione dell'associazione le problematiche che ritengono importanti, e cioè i delegati di categoria e la Giunta. Il dialogo è certamente un valore, ma, nell’interesse di tutti, non deve essere fine a se stesso, deve essere uno strumento finalizzato a condividere i problemi e la loro analisi ed a decidere e a compiere delle scelte che saranno condivise con e all’interno degli organi direttivi dell’Associazione. Prima di tutto dialogo con e tra gli associati, quindi ci stiamo muovendo perché ci siano maggiori contatti tra le imprese per conoscersi in modo da creare una forte filiera fornitore/cliente, nell’ambito della nostra “comunità territoriale” che possa contribuire alla crescita dell’economia locale. Dobbiamo strutturarci per comprendere meglio la platea delle aziende, la loro realtà e le loro prospettive per tradurle in azioni, servizi, assistenza e workshop o eventi concreti.

Piccola Industria e Sezione Edile necessitano, per diversi motivi, un'attenzione particolare...
Le piccole imprese sono il nerbo dell’economia valdostana e chi le rappresenta nei nostri organi deve dare voce alle aziende di minore dimensione, coinvolgendole per esaminare i loro problemi, delinei una posizione condivisa e proponga agli organi direttivi dell’Associazione delle idonee e concrete soluzioni. Per le loro dimensioni necessitano sicuramente di un supporto visto il non facile momento. Il settore dell’edilizia sta purtroppo vivendo una crisi senza precedenti, sia sul fronte dei lavori pubblici, penalizzati dalla forte riduzione delle risorse, sia sul fronte dell’edilizia privata. L’auspicio è di avviare una più stretta collaborazione con la Sezione Edile per aiutare le imprese ad andare oltre la crisi, rafforzando l’attività di rappresentanza svolta a favore dei rispettivi Associati con un’azione sinergica e di filiera. Dobbiamo rispettare la loro autonomia, caratteristica storica di questa sezione, ma essere comunque loro di aiuto.

Il 2016 sarà l'anno del nuovo Statuto a livello nazionale. Quali sono le novità più importanti che potrebbero riverberarsi anche a livello regionale?
Si tratta di un organico disegno di riforma in un’ottica di razionalizzazione e semplificazione che ha già preso avvio quest’anno, la cosiddetta riforma Pesenti. Lo Statuto nazionale è una vera e propria “carta costituzionale” di Confindustria, incentrata su pochi principi organizzativi. Ci sarà un nuovo modello organizzativo e una nuova governance con meno Associazioni, meno organi con un minor numero di componenti per essere più efficaci ed efficienti. Confindustria anche a livello centrale cerca di assumre un ruolo più forte sul piano dell’internazionalizzazione con il rafforzamento della sede di Bruxelles. A livello regionale dovremo mettere mano al nostro statuto che diventerà più snello, ma diversi principi ispiratori della Riforma sono già stati recepiti in passato nel nostro Statuto quindi non ci saranno degli stravolgimenti. Avendo anche il ruolo di rappresentanza regionale manterremo la nostra rappresentanza a livello centrale in tutti gli organi associativi.

Sui giovani lei invita ad investire di più...
Tutti i giorni leggiamo le drammatiche percentuali di disoccupazione del settore giovanile. Sono state messe in campo delle misure importanti sia a livello nazionale che regionale per contrastare questo fenomeno - mi riferisco al Piano Giovani e Garanzia Giovani - , ma si deve fare di più. Penso che sul nostro territorio possiamo dare il nostro contributo attraverso la collaborazione con le scuole e con l'Università, soggetto a cui tengo molto per cercare di costruire qualche cosa, puntando a diffondere maggiormente la cultura d'impresa. Anche per far capire ai giovani che cosa vuol dire poi stare all'interno di un'impresa e dare il proprio contributo affinché quella impresa possa poi svolgere bene il proprio ruolo nel sistema economico.

Internazionalizzazione e aggregazione sono una necessità. Lei lo ribadisce nelle sue linee guida. Ma come la Valle si presenta a questa sfida?
E' un ambito su cui dobbiamo sensibilizzare molto le nostre aziende associate. E’ una bella sfida sì, perché il tasso di internazionalizzazione della Valle è ancora basso ed è trainato dalla più importante realtà industriale valdostana, la Cogne. Oscar Farinetti di Eataly dice che il resto del mondo è dietro l’angolo perché la popolazione italiana rappresenta solo lo 0,83% di quella mondiale, vale a dire che nel mondo c’è un 99,17% di consumatori ai quali deve rivolgersi l’imprenditore. Lo stesso concetto è stato ribadito dal Presidente Squinzi nell’assemblea annuale di Confindustria: le nazioni chiuse sono scomparse e nell’economia mondiale si sono affacciate nuovi Paesi alcuni dei quali sono diventati delle vere e proprie potenze economiche. Pensiamo ad esempio alla Cina. Chi lo avrebbe mai immaginato alcuni anni fa che potesse diventare il traino dell'economia mondiale. Andare all'estero è oggi una grande opportunità. Globali non significa però rinunciare alle proprie radici, se si crea un sistema che sostenga l’impresa e questo è il nostro obiettivo: favorire il dialogo tra associati per conoscersi e costituire, magari, un contratto di rete che rappresenta un ottimo strumento per rafforzare la collaborazione tra imprese e lo sviluppo di filiere e iniziative comuni per aprirsi a nuovi mercati, che singolarmente non riuscirebbero ad aggredire.

Un sogno imprenditoriale-confindustriale da realizzare?
Ho chiuso il mio programma di presidenza con due temi che a me sono cari e che vorrei che le nostre imprese associate considerassero attentamente. Il primo è il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, perché penso che sia necessario un impegno di tutti per evitare o ridurre gli incidenti sul lavoro. Il secondo, un tema che mi tocca anche personalmente, desiderei una maggiore attenzione verso i giovani che hanno diverse forme di disabilità, perché credo che nei nostri doveri verso la società ci sia anche quello di offrire loro una possibilità di lavorare nell'ambito delle nostre imprese associate.

#Mylittlejob arriva in Italia sbarcando in Valle d'#Aosta

Per una volta un fenomeno della rete utilizza come base di partenza la Valle d'Aosta. Sinceramente non so valutarne il potenziale, ma si tratta di una iniziativa che mi ha incuriosito.

Si tratta di Mylittlejob una piattaforma che permette a tutti gli studenti universitari di svolgere dei lavori occasionali in remoto. Nasce nel 2011 dall’ingegno di due studenti di Amburgo – Daniel Barke e Marlon Litz-Rosenzweig – i quali sono riusciti ad rielaborare il concept già esistente delle piattaforme di lavoro freelance, riservandola esclusivamente agli universitari. L’idea infatti muove proprio dalla voglia di evitare che tanti studenti debbano sprecare il loro talento e le loro competenze facendo un lavoro poco professionalizzante, per pagarsi gli studi.

Cosa fa Mylittlejob?
77.547 studenti redigono articoli, scrivono descrizioni di prodotti per alcuni online store, traducono testi generici e specializzati, aggiornano database, trattano dati e li convertono da un formato all’altro (da audio a scrittura, per esempio), e qualsiasi altro lavoro sia possibile fare al computer.
Le aziende che hanno bisogno di questi servizi possono iscriversi al portale – strutturato in modo davvero intuitivo – e inserire un incarico, la cui retribuzione è liberamente determinata dal committente. Poi gli studenti svolgono il lavoro, lo consegnano entro la scadenza stabilita dall’azienda, il team di Mylittlejob esegue un controllo qualità e lo invia al committente, che retribuisce solo se soddisfatto. Mylittlejob si retribuisce con una detrazione del 20% sull’importo destinato allo studente, quindi né lo studente né l’azienda hanno oneri aggiuntivi per il servizio.

Ma qual è il ruolo dell’Univda in tutto questo?
«In un certo senso è alla radice del lancio italiano – afferma Liliana Margagliotti, studentessa laureanda in Lingue e comunicazione per l’impresa e il turismo dell’ateneo valdostano e Business Developer Mylittlejob Italiaperché fa viaggiare i propri studenti e permette loro di venire a contatto con molteplici realtà che aprono nuove strade e opportunità. Il mio corso di laurea infatti si caratterizza per uno stage curriculare all’estero – spiega Liliana – che ho svolto presso un’agenzia pubblicitaria di Monaco di Baviera, dove ho conosciuto Mylittlejob. Quando il Direttore delle vendite, Hannes Wagner, ha sentito del notevole percorso formativo made in Univda, mi ha chiesto di inviare CV e lettera di motivazione e dopo dieci giorni, avevo già fatto due colloqui con i fondatori e avevo firmato il contratto. E non finisce qui, perché altre candidature di studenti dell’Ateneo valdostano sono arrivate negli uffici della città anseatica».
Che obiettivi si pone per questo progetto? 
«In questo progetto - prosegue Margagliotti -  vedo un’opportunità per creare quel ponte tra aziende e Università che il nostro Paese ha sempre difficoltà a realizzare: l’apertura e la flessibilità nella tipologia di incarico può permettere alle aziende di avanzare liberamente le loro proposte e allo stesso tempo agli studenti di esprimere al massimo il loro talento ed essere notati dal mondo dell’impresa. Sarebbe infine davvero una gran soddisfazione – continua Liliana - chiudere “l’anello” cercando di fornire un servizio proprio alle imprese valdostane che sicuramente hanno bisogno di supporto per la promozione sul web, la realizzazione di siti internet, la cura grafica, competenze che corrispondono perfettamente ai profili degli studenti che lavorano per Mylittlejob».
Per maggiori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo e-mail liliana@mylittlejob.de.

#ConfidiCTS e #ASCOMFIDI Piemonte danno vita ad un #Confidi del Nord Ovest

Da sinistra Genestrone, Coppa e Genta


Con la firma di un protocollo d'intesa tra il Presidente di Ascom Confcommercio Valle d'Aosta, Pierantonio Genestrone, e Ascom, Confcommercio Torino, Maria Luisa Coppa, si concretizza il progetto di un Confidi del Nord-Ovest. La firma è avvenuta a Chia, in provincia di Cagliari, dove si è svolta l'annuale conferenza di Confcommercio sui servizi alle imprese.

L'accordo Ascom Valle d'Aosta-Ascom Torino mira a «potenziare il rapporto di collaborazione per accrescere l'offerta di servizi agli associati compresi i servizi del credito». L'integrazione dei due Confidi è fortemente voluta da Genestrone e Coppa e sposata dai presidenti dei due Confidi,  Genta per CTS Aosta e Carlo Nebiolo per il Confidi piemontese, consapevoli che «in questo momento è importante semplificare il numero degli operatori e migliorare sempre di più la qualità dei servizi offerti alla imprese socie».

«Da mesi - spiega Genta - con Ascomfidi Piemonte stiamo collaborando per definire identità di vedute e obiettivi futuri che ci permetteranno di costituire, insieme, un Confidi ancora più forte e competitivo al servizio degli associati».

Il nuovo progetto pone fine a qualunque ipotesi di fusione a livello regionale «alle nostre imprese - spiega Genestrone - non interessano antagonismi di poltrona ma ci chiedono, in particolare, fatti concreti sull'accesso al credito».

Rimane sul tappeto la questione legata ai contributi regionali. L'assessore al Bilancio Ego Perron aveva ipotizzato che una scelta di aggregazione con realtà non regionali potesse portare alla perdita dei contributi.

29 settembre 2015

Valle d'#Aosta: Le chiocciole di #Slowwine2016 a #LaVrille e #LesGranges


E' stato reso noto in questi giorni l’elenco delle Chiocciole della sesta edizione di Slow Wine.
188 in tutto (6 in più rispetto allo corso anno).

Per la Valle d'Aosta, di cui quest'anno per la prima volta si è occupato Fabrizio Gallino,  l'ambito riconoscimento è andato a La Vrille e a Les Granges. Complimenti!

Giancarlo Giachino Presidente del Comitato della Piccola #Industria

Giancarlo Giachino
Si è insediato oggi  il nuovo Comitato Piccola Industria che rimarrà in carica fino al 2018, composto da Giancarlo Giachino  (Viérin Cesarina S.r.l.), Alfredo Lingeri (Honestamp S.r.l.), Alessandra Fulginiti (Valgrisa S.r.l.) e Edy Incoletti (Logic Sistemi S.r.l). Il Comitato ha eletto all’unanimità Presidente Giancarlo Giachino.

Giancarlo Giachino è socio e amministratore della ViérinCesarina S.r.l., impresa specializzata nel mercato delle pulizie professionali,  nata come impresa di pulizie di tipo artigianale che ha subito nell’arco di oltre un ventennio di attività una notevole crescita dimensionale e professionale, estendendosi nel settore della commercializzazione e nell’assistenza di prodotti e macchinari per la pulizia professionale.

Il Comitato ha discusso le prime linee del programma di attività che verrà sviluppato nelle prossime riunioni. Una prima attività da svolgere a favore delle piccole imprese è quella informativa. Il Comitato intende coinvolgere di più gli associati e farli partecipare alla vita associativa e avviare delle iniziative che siano di loro interesse, illustrando i vantaggi dell’internazionalizzazione, dell’innovazione e delle reti, senza dimenticare i temi che frenano la competitività delle imprese, dalla fiscalità, al credito, al sistema degli appalti, alla burocrazia.

Il Comitato ha deciso di portare avanti il  progetto PMI DAY, giornata nazionale delle piccole imprese  che si terrà il 13 novembre, che rappresenta ormai da diversi anni un appuntamento tradizionale della Piccola Industria per promuovere la cultura dell’imprenditorialità nelle scuole.

Altre iniziative verranno avviate per diffondere la conoscenza delle realtà produttive valdostane con testimonianze di imprenditori nelle aule scolastiche, per sostenere l’innovazione e lo sviluppo delle imprese innovativee per facilitare le aggregazioni.

 «Sono fiero ed onorato - ha dichiarato Giachino - di essere stato riconfermato Presidente, anche se non è facile assumere il ruolo di rappresentanza della Piccola Industria valdostana di Confindustria che ha avuto pesanti ripercussioni a causa del protrarsi della crisi. Cercherò di rappresentare chi mi ha eletto portando la voce del territorio e tenterò di intercettare quelle opportunità che il sistema confindustriale offre alle imprese. Nella mia esperienza di imprenditore ho imparato che non devi essere grande per forza. Se sei innovativo, se punti sulla qualità, se riesci a confrontarti con gli altri, se fai parte attiva di un sistema, significa che hai adottato la strategia vincente».

25 settembre 2015

Premiata la #viticoltura eroica di #Rosseterroir

da sinistra: Luca Gardini, fondatore del BIWA e Miglior Sommelier del Mondo 2014, il titolare di Ca' Viola, Francesca Contini Export Manager della azienda Saint Roch, una promoter, il rappresentante della team system.
Lunedì 21 settembre, alle 18, a Milano, presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo è stato consegnato all'azienda Agricola Rosseterroir, l’AWARD per la categoria "Viticoltura eroica". nell’ambito dell’edizione 2015 del BIWA - Best Italian Wine Awards
La classifica, nata nel 2012 da un’idea di Luca Gardini e Andrea Grignaffini, negli anni ha saputo dare grande visibilità a livello internazionale alle eccellenze vinicole del Paese, da Città del Messico a Londra, da Hong Kong a Bordeaux.
Le 50 etichette italiane inserite in classifica vengono selezionate da un comitato tecnico internazionale composto da giornalisti, critici ed esperti che affiancano Gardini e Grignaffini nei tasting alla cieca di oltre 300 referenze.

La giuria nello specifico è composta da Tim Atkin (Londra), Wine Writer tra i più premiati al mondo e Master of Wine con 25 anni di esperienza, Raoul Salama (Parigi), docente presso la facoltà di Enologia di Bordeaux, giornalista specializzato e degustatore professionale, Christy Canterbury (New York) giornalista, giudice, formatrice e Master of Wine degli Stati Uniti, Daniele Cernilli conosciuto da tutti come Doctor Wine, decano della degustazione e giornalista enogastronomico fra gli artefici del Gambero Rosso fin dagli esordi, Antonio Paolini, esperto critico enogastronomico e degustatore, firma di alcune fra le maggiori testate di settore ha curato la realizzazione di numerose guide e Pier Bergonzi, vice direttore de La Gazzetta dello Sport, Sommelier e appassionato di enogastronomia, fondatore della rubrica “Gazza Golosa”.

In ogni edizione dei BIWA una giuria composta da giornalisti esperti del settore assegna inoltre gli AWARDS, dieci premi speciali che puntano a premiare i vini, le aziende e i professionisti che si sono distinti nel mondo vitivinicolo. La selezione degli Awards per l’edizione 2015 del BIWA è stata affidata a Marco Tonelli (Presidente di giuria)Davide OltoliniAlessandro Bocchetti, Aldo Fiordelli e Giorgio Melandri.

Seminari formativi sul #vendere in #UnioneEuropea ed in Paesi #Extra-UE

La Chambre valdôtaine, attraverso lo sportello Enterprise Europe Network (EEN), organizza per questo autunno, presso la sala Colonna della Pépinière d'Entreprises Espace Aosta, un ciclo di 3 seminari formativi dedicati all'esportazione, con l'obiettivo di sviluppare le competenze e le conoscenze delle imprese valdostane, interessate ad aprirsi ai mercati internazionali o che già operano all'estero, in tema di contratti, credito, fisco, dogane e trasporti e risolvere quesiti tecnici legati alle attività di import-export.

1° incontro - Lunedì 28 settembre
ASPETTI LEGALI E CONTRATTUALI - TUTELA DEL PAGAMENTO - RECUPERO DEL CREDITO

2° incontro - Martedì 27 ottobre
PROBLEMATICHE FISCALI E DOGANALI

3° incontro - Martedì 24 novembre
LA GESTIONE DEI TRASPORTI E DELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI

Al mattino è prevista una parte più teorica, mentre il pomeriggio sarà dedicato all'illustrazione di una casistica operativa/pratica e alla risposta a quesiti specifici che le aziende vorranno sottoporre (si chiede l'invio anticipato dei quesiti - vedi dettagli nel programma allegato).

Gli incontri, organizzati in collaborazione con il Centro Estero per l'Internazionalizzazione del Piemonte (CEIP), nell'ambito delle attività previste nel Piano per l'Internazionalizzazione 2015, sono rivolti in via prioritaria alle imprese valdostane che hanno aderito ai Progetti Integrati di Filiera (PIF) e ai Progetti Integrati di Mercato (PIM) e, sino ad esaurimento posti (massimo 30 persone per incontro), a tutte le imprese valdostane. Una impresa può scegliere di partecipare anche ad un solo incontro formativo.

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione da effettuare compilando l'apposito modulo di iscrizione (vedi circolare in allegato).

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Sportello SPIN2 - Enterprise Europe Network
Servizio associato fra la Camera valdostana delle imprese e delle professioni e Unioncamere Piemonte
Tel. 0165 573089 - Fax 0165 573090
sportellovda@pie.camcom.it - www.madeinvda.it

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (312): #Bando per unità di #ricerca

 
ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO
Bando per unità di ricerca
E’ stato deliberato, nell’ambito dei programmi operativi FESR e FSE 2014/2020, un bando per la creazione e lo sviluppo di unità di ricerca, per il quale è stata destinata la somma complessiva di 4 milioni 100 mila euro. Le Unità di ricerca devono essere costituite da imprese in partenariato con organismi di ricerca, amministrazioni pubbliche o organismi di diritto pubblico, finalizzate ad attività di ricerca. Per accedere al bando, le Unità devono proporre un programma che preveda più progetti nelle aree tematiche tecnico-scientifiche di interesse regionale definite dalla Strategia di specializzazione intelligente (Montagna di eccellenza, Montagna intelligente, Montagna sostenibile). Il contributo massimo erogato per ogni singolo progetto, finanziato attraverso risorse FESR,  è di 200 mila euro, con un massimo cumulabile di 600 mila euro per ogni Unità di ricerca. Sempre nell’ambito dello stesso bando, attraverso risorse FSE, sono proposte borse di studio a ricercatori che, operando all’interno delle Unità di ricerca, completeranno il loro iter di specializzazione.
Fiera di Donnas
E’ stato indetto il concorso per l’ideazione grafica dell’immagine coordinata della 1016a Fiera di Sant’Orso e del manifesto della 1016a Fiera del legno di Donnas.
 
TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI
Mercatino di Natale
E’ stato approvato l’accordo di collaborazione tra Regione e Comune di Aosta per la realizzazione del Mercatino di Natale, che si svolgerà nel capoluogo regionale dal 28 novembre al 6 gennaio.

24 settembre 2015

#BandalargaVDA


Lode al Consigliere Alberto Bertin per aver posto l'argomento nell'ultima seduta consiliare. Qui trovate le risposte del Presidente Augusto Rollandin e la replica. Sull'argomento segnalo l'intervista di Pierpaolo Valzolgher (Fastalp) rilasciata ad ImpresaVda. Si tratta di un punto su cui non possiamo permetterci passi falsi...

Consiglio regionale 23 e 24 settembre 2015

Punto n. 21

Interpellanza Consigliere BERTIN – Azioni intraprese per accelerare la diffusione della banda larga per lo sviluppo della Regione.

  1. Lo stato attuale della diffusione della banda larga e ultra larga in Valle d’Aosta e se questo corrisponde a quanto riportato dalle testate giornalistiche.

Per quanto riguarda la prima domanda, occorre precisare che la Valle d’Aosta è connotata da ampie aree nelle quali gli operatori di telecomunicazioni non investono sulle proprie infrastrutture poiché il ritorno dell’investimento non si potrà mai concretizzare in ragione del ridotto bacino di utenza. Si rende pertanto necessario l’intervento pubblico per la realizzazione delle infrastrutture e in tal senso la Regione ha elaborato ed avviato a realizzazione un proprio piano di infrastrutturazione, denominato “VDA Broadbusiness”, con l’obiettivo di portare la fibra ottica, di proprietà pubblica, quale infrastruttura di nuova generazione abilitante la banda ultra larga, su tutto il territorio regionale, raggiungendo i municipi, le centrali telefoniche e i principali tralicci di telecomunicazione. In attuazione di quanto previsto nel Piano, nel 2009 è stato avviato e ad oggi completato un primo stralcio degli interventi, in sinergia con la Compagnia Valdostana delle Acque – CVA, lungo le vie d’acqua in concessione alla società. Nel 2012 è stata approvata la convenzione con la società in-house INVA S.p.A. per la realizzazione degli ulteriori stralci funzionali e per la gestione dell’intera rete, in attuazione del Piano. A seguito di una specifica gara europea, INVA ha affidato al Raggruppamento Temporaneo di Imprese composto da Telecom Italia S.p.A., Sirti S.p.A. e Alpitel S.p.A., la “progettazione definitiva ed esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e costruzione di una rete in fibra ottica sul territorio regionale e relativa manutenzione e gestione”. Il contratto è stato sottoscritto in data 19 dicembre 2013 ed è attualmente in corso di esecuzione.


Per quanto riguarda gli interventi già realizzati, la situazione ad oggi è la seguente:

  • in sinergia con CVA sono stati posati 283 km di fibra ottica lungo le vie d’acqua in concessione alla stessa CVA.
  • nell’ambito della convenzione con la società INVA è stata completata la progettazione e la posa delle fibre ottiche nelle vallate di Gressoney, Ayas e Valtournenche per oltre 150 km di fibra ottica;
  • sono stati progettati, installati e già attivati in esercizio circa 400 hot spot sul totale dei 600 previsti. Gli hot spot di Aosta risultano già operativi in banda ultra larga, mentre al momento gli altri sono operativi in banda larga tradizionale in quanto collegati all’attuale rete di comunicazione di Telecom Italia. Anche questi verranno progressivamente rilasciati in banda ultra larga non appena verranno collegati con la fibra ottica in fase di realizzazione, cominciando entro la fine dell’anno da quelli installati nelle valli di Gressoney, Ayas e Valtournenche.

Per quanto riguarda gli interventi in corso, il contratto sottoscritto prevede entro il 2017 il completamento dell’infrastrutturazione e la posa di fibra ottica per un ulteriori 350 km sull’intero territorio della regione secondo quanto previsto nel piano VDA Broadbusiness.

Per quanto riguarda la seconda parte della domanda, le testate giornalistiche riportano i dati riguardanti la situazione dei progetti realizzati nell’ambito degli accordi di programma con INFRATEL, società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico incaricata dell’attuazione dell’Agenda Digitale Europea. Il progetto di infrastrutturazione in fibra ottica della Valle d’Aosta è stato avviato direttamente dalla Regione, in largo anticipo rispetto a quanto previsto dal Ministero competente.

Nonostante il progetto sia stato notificato formalmente al Ministero e vi siano stati specifici incontri a partire dal 2012, nei quali è stato chiesto e successivamente sollecitato che il Piano nazionale per la realizzazione della banda ultra larga comprenda gli interventi realizzati in Valle d’Aosta, INFRATEL continua a non dare atto nelle proprie pubblicazioni della situazione della Valle d‘Aosta.

Le informazioni sulle quali si basano gli articoli sono pertanto relazionate ad un quadro di riferimento frammentato che non comprende gli interventi ad esclusiva titolarità regionale.

  1. Se e quali azioni sono state attivate, ad esclusione del piano VDA Broadbusiness, per accelerare la diffusione delle reti informatiche in questione.

Per quanto riguarda la seconda domanda, il piano “VDA Broadbusiness” è il quadro unitario di riferimento delle azioni concernenti l’implementazione delle infrastrutture in fibra ottica della regione, con l’obiettivo di combattere il divario digitale che rischia di escludere in modo permanente l’accesso effettivo alle tecnologie dell’informazione da parte dei soggetti ricadenti in aree non coperte.

La Regione ha, tuttavia, realizzato iniziative complementari per contribuire a sviluppare ulteriormente la penetrazione della banda ultra larga, come ad esempio l’adeguamento dei tralicci di radio-telecomunicazioni esistenti e la realizzazione di 18 nuovi tralicci - sempre di proprietà pubblica - sui quali potranno essere ospitati gli apparati degli operatori di radio-telecomunicazioni.

Ancora, la Regione ha esteso il collegamento centrale in fibra ottica lungo l’asse principale della Valle (backbone), da Aosta a Courmayeur, in convenzione con RAV e SAV.

Inoltre, sotto il profilo dello sviluppo della domanda di banda ultra larga da parte dei consumatori, la Regione e in generale la pubblica amministrazione locale incrementeranno i servizi on-line rivolti alla cittadinanza e l’interoperabilità tra i diversi enti, perseguendo il più ampio obiettivo di dematerializzazione e semplificazione dei procedimenti.

  1. Gli intendimenti del Governo regionale in merito a questa fondamentale infrastruttura tecnologica per lo sviluppo della nostra Regione.

Per quanto riguarda la terza domanda, il Governo intende proseguire nell’esecuzione del progetto “VDA Broadbusiness” e completare il medesimo entro il 2017, con il rilascio progressivo di servizi a banda ultra larga in relazione al completamento dei diversi stralci funzionali già dalla prossima primavera 2016. A tal riguardo, stiamo operando per organizzare nel prossimo autunno un incontro con il raggruppamento temporaneo di imprese a cui è stata affidata la realizzazione del Piano, al fine di illustrare lo stato di avanzamento dei lavori e la presentazione dell’offerta di servizi che potranno progressivamente essere messi a disposizione dei cittadini.


La replica di Bertin

Il Consigliere Bertin ha osservato che «i piccoli numeri della Valle fanno sì che gli operatori privati non abbiano nessun interesse ad investire, quindi il ruolo dell'ente pubblico è quello di creare la condizioni affinché tutti i cittadini possano accedere ai servizi. Bisogna accelerare questo aspetto e deve essere ancor di più una priorità di questa regione: occorre essere consapevoli dell'importanza di queste infrastrutture per non restare ai margini dello sviluppo. La Regione si è concentrata soprattutto sulle infrastrutture pesanti, le grandi opere: l'idea degli anni 50 che solo il cemento producesse sviluppo è superata; oggi dobbiamo concentrarci sempre più sulla banda larga e ultra larga se vogliamo davvero stare al passo con i tempi e guardare con fiducia al futuro. Purtroppo, le notizie apparse sulle testate giornalistiche nazionali hanno dato una pessima immagine della Valle: la comunicazione istituzionale della Regione avrebbe dovuto smentire gli errati dati forniti, al fine di dare una giusta percezione, nel bene e nel male, della nostra regione. Si dovrebbe affiancare alla solita propaganda, diventata ormai una tradizione locale, un'attività di comunicazione verso l'esterno».

23 settembre 2015

Thinking outside the box alla Pépinières d'Entreprises di #Aosta

Il week end del 26 e 27 settembre si svolgerà ad Aosta un workshop, aperto a studenti e neolaureati in architettura e ingegneria, per la progettazione di un modulo abitativo che nel 2016 sarà al centro di un roadshow internazionale.

 Il modulo abitativo ad alta efficienza energetica denominato BIOSPHERA 2.0 verrà realizzato nell’autunno-inverno 2015 a partire dai concept sviluppati nel corso del workshop.
Un workshop di 48 ore organizzato dal Politecnico di Torino con 100 studenti di architettura e ingegneria provenienti da diversi atenei italiani si confronteranno presso la Pépinière d'Entreprises Espace Aosta per sviluppare il concept di un modulo abitativo itinerante Passivhaus che nel 2016 sarà al centro di roadshow internazionale

 L’iniziativa organizzata dal gruppo Woodlab del Politecnico di Torino, la start up innovativa be-eco Spin off del Politecnico di Torino e Vallée d'Aoste Structure, si svolgerà presso la Pépinière d'Entreprises Espace Aosta, sede dell'incubatore d'impresa valdostano.

Il workshop sostenuto dalla Regione autonoma Valle d’Aosta, dall’Università della Valle d’Aosta è patrocinato dall’ Ordini degli Architetti e degli Ingegneri della Regione Valle d’Aosta, dalla Federazione Interregionale degli Ordini degli Architetti del Piemonte e della Valle d’Aosta e COA energia Finaosta.

I partecipanti, cento studenti provenienti da diverse università italiane (Politecnico di Torino, La Sapienza di Roma, Roma3, Federico II di Napoli, Università di Bologna, Università di Ferrara) verranno accolti il 25 settembre presso l’Aula Magna del Politecnico di Torino (sede Lingotto Via Nizza 230) per un convegno introduttivo nell’ambito del quale Aktivhaus, promotore del progetto Biosphera 2.0 e l’stituto ZEPHIR certificatore internazionale Passivhaus, insieme ai partners tecnici dell’iniziativa introdurranno i partecipanti agli obiettivi del workshop.

I risultati del workshop e i progetti vincitori saranno presentati ad ottobre nell’ambito di un evento pubblico presso la Pépinière d'Entreprises Espace di Aosta e il modulo certificato effettuerà le prime due tappe del Roadshow 2016 presso Il Politecnico di Torino e la Valle d’Aosta nel febbraio del 2016 per inaugurare ufficialmente l’avvio del programma.


Il programma


Venerdì 25 settembre 2015

Politecnico di Torino sede Lingotto

Aula Magna - Via Nizza, 230 Torino

Ore 15,30 Accoglienza partecipanti Workshop

Ore 16,00 Introduzione Workshop

intervengono

Guido Callegari, Politecnico di Torino DAD

Silvia Giammetta, Maria Niccoli – coordinatrici gruppo studentesco Woodlab

Antonio Spinelli, be-eco spin off del Politecnico di Torino

Mirko Taglietti, CEO Aktivhaus

Ileana Iannone, Istituto ZEPHIR Passivhaus Italia

Intervento partners tecnici progetto Biosphera 2.0

Ore 18,00 dibattito e formazione gruppi di lavoro

Ore 19,00 aperitivo

Sabato 26 settembre 2015

Pépinière d'Entreprises Espace Aosta

Via Lavoratori Vittime del Col du Mont ,24, 11100 Aosta

Ore 10,30 – introduzione attività Workshop

Intervengono

Raimondo Donzel, Assessore attività produttive, energia Regione autonoma Valle d’Aosta

Roger Tonetti, Presidente Vallée d'Aoste Structure

Guido Callegari, Woodlab - Politecnico di Torino

Giuseppe Barbiero, Affective Ecology Lab. - Università della Valle d'Aosta, Italy

Simona Agostino, vice Presidente Ordine Architetti Regione Valle d’Aosta

Edgardo Campane, Presidente Ordine Ingegneri Regione Valle d’Aosta

Andrea Marchisio, vice Presidente Federazione Interregionale degli Ordini degli Architetti del Piemonte e della Valle d’Aosta

avvio ufficiale attività Workshop

Ore 11,30 Avvio lavori workshop


Domenica 27 settembre 2015

Pépinière d'Entreprises Espace Aosta

Attività gruppi di lavoro con tutor

Ore 19,00 Presentazione finale lavori ai tutor e consegna elaborati

Ore 20,00 Conclusione lavori e Cocktail di chiusura

22 settembre 2015

Il 25 settembre Marco Savio (#Savio) ospite a #ImpresaVda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, da venerdì scorso, 18 settembre, è tornato in pista ImpresaVda.
E' andata così in onda la puntata numero 197, ospite della trasmissione il Presidente di Confindustria Valle d'Aosta Paolo Giachino. Qui (se te la sei persa) puoi trovare la sua intervista.

Anche quest'anno, per le prime 24 puntate, la trasmissione sarà realizzata grazie al contributo della BCC Valdostana. 

Il prossimo appuntamento sarà Venerdì 25 settembre, sempre alle 9,30. Avrò come ospite Marco Savio, dell'omonima azienda di liquori.

L'intervista di Giachino e quella di Savio saranno pubblicate anche sui numeri del Corriere della Valle in edicola questa e la prossima settimana.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

#Cheese2015: piace ai visitatori «Lo Gran Tor de la #Fontina»

 



Ottimo riscontro di pubblico a Cheese 2015 conclusosi ieri, lunedì 21 settembre. Lo stand allestito dall’Assessorato dell’agricoltura e risorse naturali, in collaborazione con la Chambre Valdôtaine, il Consorzio Produttori e Tutela della Dop Fontina e la Cooperativa Produttori Latte e Fontina, ha accolto un gran numero di visitatori, che hanno mostrato vivo interesse per “Lo Gran Tor de la Fontina”.

Ispirato all’endurance trail Tor des Géants, “Lo Gran Tor de la Fontina” è consistito in una apprezzata “maratona dei golosi”, che ha offerto ai partecipanti il privilegio di assaggiare ben diciassette tipi di Fontina Dop prodotta in altrettanti alpeggi, localizzati nei luoghi maggiormente significativi sulle vie del Tor des Géants e comprendenti i dieci alpeggi e montagnards premiati al concorso Fontina d’Alpage 2014.

L’iniziativa ha coinvolto oltre tremila visitatori, che hanno letteralmente preso d’assalto lo stand valdostano per le degustazioni, le quali si sono poi tradotte nell’acquisto di oltre cento forme di Fontina Dop.

Entro il 29 settembre le domande di contributo per acquisto di macchinari e attrezzi agricoli

 

L’Assessorato dell’agricoltura e risorse naturali comunica che è stato pubblicato un nuovo bando relativo alla concessione di contributi per l’acquisto di macchinari e attrezzi agricoli nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013.

Possono presentare domanda i titolari di imprese agricole e le cooperative agricole, in tal caso solo per l’attività di produzione primaria.

Le domande di aiuto devono essere presentate, all’ufficio servizi zootecnici, attrezzi agricoli/UMA in località Grande Charrière n. 66 a Saint-Christophe, entro le ore 12 di martedì 29 settembre 2015.

Le domande dovranno essere corredate da tre preventivi rilasciati da ditte concorrenti e da una relazione concernente la scelta dell’attrezzatura redatta da un tecnico libero professionista. Le domande di pagamento dovranno, invece, essere presentate entro il 20 ottobre 2015, corredate da fatture e bonifici a saldo dell’investimento.

Per ulteriori informazioni si invitano gli interessati a chiamare il predetto ufficio, al numero 0165.275368.

La Notte dei #ricercatori - Tempo di #youtuber

L'Assessorato alle Attività Produttive, Energia e Politiche del lavoro, in collaborazione con la Chambre Valdôtaine des entreprises et des activités libérales - Sportello SPIN2, organizza venerdì 25 settembre, dalle 14.45 alle 22, la Notte dei ricercatori edizione 2015 .

L'iniziativa, che si svolgerà presso la Cittadella dei Giovani in Viale Giuseppe Garibaldi 7 ad Aosta, si inserisce nelle attività di animazione territoriale di carattere economico, finanziate dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta nell'ambito del Programma Operativo FESR Competitività Regionale 2007/2013.

In occasione dell'evento verrà allestita la "Place de la Recherche" all'interno della quale le dieci unità di ricerca (finanziate grazie al "Bando per la creazione e sviluppo di unità di ricerca" nell'ambito dei programmi operativi "FESR competitività regionale 2007/2013" e "FSE occupazione 2007/2013") illustreranno i risultati scientifici raggiunti e mostreranno i prototipi messi a punto.
Nel corso del pomeriggio verrà presentato il nuovo Bando di finanziamento delle Unità di ricerca e verranno convocati i Gruppi di lavoro tematici RIS3 (Smart specialization strategy): Montagna intelligente, Montagna di eccellenza e Montagna sostenibile.

Alle 17,30 sarà proposta una tavola rotonda sulla ricerca in Valle d'Aosta.

Si terranno 3 workshop per i giovani in cerca di occupazione e a partire dalle 18,30 è previsto uno spettacolo di Youtuber introdotto da Andrea Menegazzi sul tema Social Media, Web Stars e Youtubers, panoramica sulla comunicazione web in Italia. Alla ricerca di un nuovo modo di comunicare a cura di Luca Casadei. Spazio dedicato alle Web Stars Leonardo Decarli,
Alberico De Giglio e Stefano Lepri in arte St3phny. Question & Answers, confronto con il pubblico. Presentazione e intrattenimento a cura di Maurizio Merluzzo.

La partecipazione all'evento è libera. L'iniziativa si inserisce nella decima edizione de "La notte dei ricercatori", in sinergia con le istituzioni del vicino Piemonte.

Per informazioni: sportellovda@pie.camcom.it oppure 0165-573092 / 0165-573094.

21 settembre 2015

#Confidi Agricoltori: garanzia fideiussoria all'80%


 
In attesa dell’approvazione del nuovo PSR per il periodo di programmazione 2014-2020 e al fine di agevolare l’accesso al credito di liquidità delle aziende agricole, Confidi Agricoltori della Valle d’Aosta – in collaborazione con l’Assessorato regionale all’Agricoltura e Risorse naturali, AREA VdA, Coldiretti Valle d’Aosta, AREV e gli Istituti bancari convenzionati – conferma per le imprese agricole valdostane il prodotto con garanzia fideiussoria all’80% finalizzato a favorire l’ottenimento di affidamenti bancari come anticipo dei contributi attesi.

Tale iniziativa garantirà, inoltre, una riduzione dei costi di gestione e garanzia previsti dal Confidi e una maggiore rapidità nell’istruttoria da parte degli Istituti bancari, con l’applicazione dei tassi agevolati previsti dalle diverse convenzioni.

A tal fine AREA Vda si renderà disponibile per la certificazione degli importi dei premi 2015, calcolati considerando gli elementi di novità del nuovo PSR attualmente in fase di vaglio da parte della Commissione Europea e prendendo come riferimento i premi unitari minimali previsti.

Tale servizio sarà erogabile ai beneficiari che rivolgeranno istanza e che avranno un monte contributi superiore a Euro 10.000,00.

Gli agricoltori interessati potranno rivolgersi presso gli uffici di AREA VdA di Saint-Christophe dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 16.30 per la compilazione del modulo di istanza.

Per ulteriori informazioni sul prodotto e sulle banche convenzionate:

CONFIDI AGRICOLTORI DELLA VALLE D’AOSTA

Reg. Borgnalle. 10/L (2° piano) – Aosta

Tel. 0165 31614 – Fax 0165 232808 – info@confidiagricoltori.com

18 settembre 2015

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (311): Nuovi insediamenti



 
ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO
Vallèe d'Aoste Sructure: Contratto con SETA e J.P.Broglia
E’ stata concessa l’autorizzazione a Vallée d’Aoste Structure per stipulare con la società consorzio informatico SETA Srl, con sede legale a Roma, un contratto di locazione di un immobile regionale situato nel comune di Pont-Saint-Martin. Ugualmente Vda Structure è stata autorizzata alla stipula di un contratto di locazione di un altro immobile regionale, nel comune di Arnad, a favore della società J.P. Broglia e figli.

16 settembre 2015

#HotelSentiment:quando sono gli albergatori a parlare di #Tripadvisor

Recensire un hotel o un ristorante? Probabilmente lo abbiamo fatto tutti almeno una volta ma con Hotel Sentiment sono finalmente gli albergatori a scrivere recensioni, diffondere pareri e raccontare le loro opinioni sulla rete.

Con questo obiettivo nasce Hotel Sentiment, uno strumento pensato per dare voce agli albergatori e per sostenerli nella scelta dei loro partner commerciali, in particolar modo di quelli on line (on line travel agency).

Il progetto made in Vda nasce dalla partnership fra la  Logic, società che si occupa di progettazione software, e Turismok, società di consulenza turistica e destination management.

Hotel Sentiment è una guida dedicata agli albergatori e creata dagli stessi albergatori attraverso i loro contributi, i loro pareri e le loro esperienze. Il portale nasce per fornire una serie di informazioni utili ad aiutare l’albergatore a selezionare al meglio le OTA con le quali lavorare individuando, sulla base delle recensioni di altri colleghi albergatori, le migliori opportunità per vendere le camere e i propri servizi nel mondo.

Quali opportunità e quali portali esistono, su quali mercati operano, come ci si iscrive, che servizi offrono e come si fa a ottimizzare il proprio business, si potranno ottenere queste e altre informazioni semplicemente navigando sul hotelsentiment.it

Il progetto nasce dalla consapevolezza che il numero di canali on line presenti sulla rete dove creare un profilo della propria azienda alberghiera sono cresciuti in maniera significativa, tale situazione crea disorientamento per gli albergatori che devono selezionare la propria rete di distribuzione, ragion per cui spesso le scelte relative a quale sito utilizzare per promuovere le proprie camere diventano poco consapevoli per la mancanza di informazioni, cosicché la propria strategia diviene passiva e casuale.

Se alcuni dei canali di vendita on line si sono rivelati oggi indispensabili per la visibilità mondiale del proprio brand, vi sono molti portali che risultano del tutto inutili alla commercializzazione dell’azienda poiché generano un numero di conversioni, intese come contatti e prenotazioni, insufficienti (o in taluni casi nulle) a giustificare il tempo e le risorse economiche impiegate per l’iscrizione e l’aggiornamento del proprio profilo su quel canale di vendita.

Su Hotel Sentiment potrai dunque trovare le informazioni e le opinioni dei tuoi colleghi sui vari partner commerciali e scrivere tu stesso recensioni e commenti: che esperienze hai avuto? cosa ti è successo? sei incappato in problemi? come li hai risolti? pensi che il sistema sia lacunoso o profittevole?

«Uno strumento - si legge in una nota diffusa dalle aziende che hanno dato vita al progetto - per creare rete, diffondere un’informazione più consapevole che consentirà molteplici vantaggi smascherando partner poco affidabili e con scarsa capacità commerciale e premiando l’intermediario on line (OTA) ideale per il tuo prodotto turistico al quale affidarti per una partnership vincente».

#Cervim: premiati i #Vini di #Montagna

191 i vini premiati, con 4 grandi medaglie d'oro, 62 medaglie d'oro e 125 medaglie d'argento.

13 inoltre i premi speciali assegnati, dove per la prima volta il Gran Premio CERVIM, destinato al vino che ha ottenuto il miglior punteggio in assoluto, è assegnato ex aequo a tre vini che hanno ottenuto il medesimo punteggio.

602 i vini iscritti presentati da 218 aziende. Tra i partecipanti l’Italia con 259 vini si conferma la nazione più rappresentata, seguita dalla Spagna che con 121 vini è la nazione straniera con il maggior numero di campioni partecipanti, viene poi la Germania con 103, e la Svizzera con 58. Interessante anche la partecipazione della Francia (16), del Portogallo (11) alla conferme della Slovenia (2) ), al gradito ritorno della Grecia (2) e alla novità assoluta della Turchia (3).

Per quanto riguarda le regioni italiane, anche in questa edizione, si conferma la regione Autonoma Valle d’Aosta al primo posto con 76 vini partecipanti, seguita dalla Provincia Autonoma di Trento (37), dallla Sicilia (25) e dal Veneto (22), dalla Provincia di Bolzano (21) senza dimenticare il Piemonte, la LOmbardia, la Liguria, l'Emilia Romagna, la Sardegna, la Toscana, il Lazio, la Campania e l'Abruzzo .

«Soddisfazione per i risultati raggiunti in questa edizione - viene espressa dal Presidente del Cervim Roberto Gaudio - dopo la flessione dello scorso anno, in questa edizione siamo tornati a toccare i 600 vini iscritti».

La cerimonia di premiazione si terrà al Forte di Bard (Valle d'Aosta), domenica 22 novembre alle 11. Come sempre al termine della Cerimonia di Premiazione sarà possibile degustare tutti i vini premiati al 23° Concorso tramite il banco d'assaggio. La cerimonia di premiazione si terrà nell'ambito di "Vins Extrèmes", la due giorni dedicata ai vini d'alta quota.

Ecco i vini valdostani premiati

PREMIO SPECIALE CERVIM 2015
SECONDO LE MODALITÀ STABILITE DAL REGOLAMENTO DEL CONCORSO IL PREMIO SPECIALE "CERVIM 2015" VIENE ASSEGNATO ALL'AZIENDA DI OGNI PAESE CHE OTTIENE IL MIGLIOR RI-SULTATO, CALCOLATO DALLA SOMMA DEI PUNTEGGI PIÙ ELEVATI RIFERITI A TRE VINI, APPAR-TENENTI A TRE DIVERSE CATEGORIE, CHE ABBIANO RAGGIUNTO IL PUNTEGGIO MINIMO DI 80 CENTESIMI IN BASE AL METODO DI VALUTAZIONE “UNION INTERNATIONALE DES OENOLO-GUES”.
INSTITUT AGRICOLE REGIONAL – AOSTA (VALLE D’AOSTA)


VINI BIANCHI TRANQUILLI
MEDAGLIA D'ORO

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC PETITE ARVINE – 2014
MAISON AGRICOLE D&D – AOSTA 

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC PETITE ARVINE – 2014
INSTITUT AGRICOLE RÉGIONAL – AOSTA 


MEDAGLIA D'ARGENTO

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC PETITE ARVINE – 2014
CAVE DES ONZE COMMUNES – AYMAVILLES 

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC TRAMINER AROMATICO – 2014
CAVE DES ONZE COMMUNES – AYMAVILLES 

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC PINOT GRIS – 2014
CAVE GARGANTUA – LA SALLE 

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC GEWURZTRAMINER – 2014
CROTTA DI PRADO SS AGRICOLA – JOVENÇAN 

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC MUSCAT PETIT GRAIN – 2014
LA CROTTA DE TANTEUN E MARIETTA – AOSTA

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC CHAMBAVE MUSCAT– 2014
LA CROTTA DI VEGNERON COOP. AGR. – CHAMBAVE 

VALLE D’AOSTA DOC BLANC DE MORGEX ET DE LA SALLE "PIAGNE" – 2014
CAVE MONT BLANC DE MORGEX ET LA SALLE – MORGEX 



CATEGORIA 3
VINI ROSSI TRANQUILLI PRODOTTI NELLA VENDEMMIA 2014 E 2013

MEDAGLIA D'ORO



VALLÉE D’AOSTE//VALLE D'AOSTA DOC ENFER D’ARVIER -2013
COOPERATIVE DE L'ENFER SOC. COOP – ARVIER

VALLÉE D’AOSTE//VALLE D'AOSTA DOCPINOT NOIR « SANGDES SALASSES » - 2013
INSTITUT AGRICOLE RÉGIONAL – AOSTA 

VALLÉE D’AOSTE//VALLE D'AOSTA DOC ROUGE “HENRY” - 2013
MAISON ANSELMET– VILLENEUVE 


MEDAGLIA D'ARGENTO


VALLÉE D'AOSTE/VALLE D’AOSTA DOP SYRAH – 2013
INSTITUT AGRICOLE REGIONAL – AOSTA 

VALLÉE D'AOSTE/VALLE D’AOSTA DOC FUMIN – 2013
MAISON ANSELMET – VILLENEUVE 

VALLÉE D'AOSTE/VALLE D’AOSTA DOC PINOT NOIR “SEMEL PATER” - 2013
MAISON ANSELMET – VILLENEUVE

VALLÉE D'AOSTE/VALLE D’AOSTA DOC PINOT NOIR – 2013
AZIENDA AGRICOLA ELIO OTTIN – AOSTA

VALLÉE D'AOSTE/VALLE D’AOSTA DOC GAMAY – 2014
AZIENDA AGRICOLA LE CLOCHER – JOVENÇAN



VINI ROSATI

MEDAGLIA D'ARGENTO

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC ROSE’ – 2014
CAVE DES ONZE COMMUNES – AYMAVILLES 

VALLEE D’AOSTE /VALLE D'AOSTA DOC ROSATO “ROSE’ DU COTEAU” – 2014
INSTITUT AGRICOLE REGIONAL – AOSTA


VINI DOLCI 

MEDAGLIA D'ARGENTO



VALLEE D’AOSTE/VALLE D’AOSTA DOC MUSCAT PETIT GRAINFLETRIE – 2013
CAVE DES ONZE COMMUNES SOC. COOP – AYMAVILLES

15 settembre 2015

#Savio punta ad aggredire i mercati internazionali con i suoi #rum


L’azienda SAVIO srl di Chatillon, attiva sul mercato valdostano dal 1958 per l’import-export di liquori, zucchero e caffè, negli ultimi anni ha posto la sua attenzione alla produzione, oltre che di prodotti locali come il Génépy e le Grappe, anche di prodotti di respiro internazionale quali il Rum.

Annalisa Consol, laureatasi nel 1994 in Business Administration con focus Marketing e Finanze, ed esperienze maturate in vari settori (non ultimo all’interno anche del Gruppo Eurotravel), ha da qualche mese raggiunto il Gruppo Savio per dedicarsi in maniera specifica alla strategia e sviluppo dei rum a marchio Savio, tra i quali Malecon e Malteco.

«Forti già di premi e riconoscimenti internazionali i Rum di casa Savio entrano nel novero dei migliori rum invecchiati a produzione artigianale. L’obiettivo è pertanto quello di penetrare nuovi mercati a livello mondiale» afferma Consol.

Consol non è nuova in casa Savio, vi aveva infatti già lavorato non appena laureatasi per poi maturare esperienze in Africa, Stati Uniti, Svizzera e poi rientrare in Valle d’Aosta. In tutto questo lungo periodo, l’amicizia con Marco Savio, amministratore delegato della Savio srl, si è rinsaldata per poi ricominciare a collaborare alla fine del 2014 alla definizione commerciale e marketing ed al lancio della nuova struttura alberghiera 4 stelle, Diamante Mhotel (hotel, motel e aparthotel), sempre facente parte del Gruppo Savio, che ha appena aperto i battenti a Collegno, alle porte di Torino. Da qui nuovi sbocchi di collaborazione per affrontare sempre nuove sfide.

«Siamo infatti appena rientrati dalla Cina, mercato che stiamo approfondendo e dal quale siamo certi di trarre nuove soddisfazioni. Tra l’altro, a fine agosto, al Concours Mondial de Bruxelles, concorso itinerante che quest’anno si teneva appunto a Guiyang, in Cina, i nostri prodotti sono stati insigniti di nuovi riconoscimenti: il Rum Malecon Seleccion Esplendida 1985 ha ottenuto la medaglia d’oro e il Génépy Fior d’Acqua Alpina la medaglia d’argento. Riconoscimenti che siamo certi contribuiranno ad aprirci le porte di questo enorme mercato» conclude Consol.

11 settembre 2015

Valle d'#Aosta in prima serata su #Sky e #RaiDue con #XFactor e #MonteBianco

Oggi la Giunta Regionale ha approvato due impegni di spesa, destinati alla promozione turistica della Valle d’Aosta, che forniranno visibilità alla regione tramite mezzi televisivi nazionali –terrestri e satellitari– e media correlati.

La prima delle due iniziative vede coinvolta la Valle d’Aosta in una puntata del celebre talent show, targato Sky, X-Factor. La puntata, che andrà in onda in prima serata su Sky Uno, giovedì 15 ottobre, interesserà la Nuova Funivia Monte Bianco (Skyway). L'impegno di spesa è di 34mila euro.
L’Assessore al turismo, Aurelio Marguerettaz, ha riferito che «X-Factor è un format televisivo che, negli anni, si è aggiudicato la “fedeltà” di milioni di telespettatori. E’ un talent show che attira l’attenzione dei più giovani e, fenomeno sempre più in crescita, sta diventando un programma che appassiona “tutta la famiglia”. La puntata di giovedì 15 ottobre 2015 di X-Factor conferirà, quindi, una visibilità speciale alla Nuova Funivia Monte Bianco (Skyway) e saranno presenti momenti di promozione di tutto il territorio valdostano. La decisione di partecipare, come Amministrazione regionale, a programmi televisivi di così grande rilievo può rappresentare per la Regione autonoma Valle d’Aosta –sulla base delle valutazioni effettuate dagli Uffici competenti– un’opportunità di carattere strategico per promuovere i flussi turistici regionali e l’immagine della Valle d’Aosta, con grandi ricadute sul territorio in termini di servizi (alberghi, ristoranti etc.) per gli operatori presenti nella regione, grazie a un programma televisivo che conta, ad ogni puntata, telespettatori che si aggirano al di sopra del milione e, nella puntata finale, oltre i due milioni con uno share del 4 per cento»

L’Assessore Marguerettaz ha sottolineato, inoltre, l’importanza – strategica per la Valle d’Aosta – del periodo di programmazione della trasmissione, poiché a ridosso della stagione invernale.

La seconda iniziativa promozionale approvata vedrà invece coinvolta la Valle d’Aosta nella realizzazione di un celebrity adventure game, che andrà in onda in prima serata, a partire dal 16 novembre, su Rai Due: otto personaggi famosi si sottopongono a prove di abilità tra le vette più alte d’Europa e il territorio valdostano farà, appunto, da scenografia.
I partecipanti al programma saranno accompagnati da Guide alpine, la cui professionalità è garanzia sia di acquisizione delle tecniche alpinistiche di base per l’avvicinamento alla disciplina, sia di un approccio corretto alla montagna e all’ambiente che la circonda, sempre in un contesto di massima sicurezza.

Marguerettaz, in merito alla partecipazione della Regione alla realizzazione di questo programma, sottolinea che «la trasmissione del “celebrity adventure game” può rappresentare per la Valle d’Aosta un’opportunità di carattere strategico per promuovere il nostro turismo invernale e, al contempo, l’immagine in generale della Valle d’Aosta perché, oltre al normale svolgimento del programma “in vetta”, saranno mostrati paesaggi diversi e numerose attività da poter svolgere, in modo da stimolare gli spettatori a visitare la regione e tutte le sue attrattive. A fronte delle tradizionali campagne pubblicitarie a mezzo stampa si sono affermate, ormai da diversi anni, nuove modalità con le quali si svolge, in maniera più efficace, la promozione dell’immagine turistica della regione. Sono sempre più frequenti proposte, che giungono all’Assessorato del turismo, sport, commercio e trasporti, da parte di società di produzione televisiva e cinematografica, per collaborazioni all’organizzazione di iniziative di varia tipologia. La connotazione di tali iniziative promozionali conferisce appunto una particolare visibilità mediatica, che consente di ottenere risultati particolarmente significativi in termini di diffusione dell’immagine turistica e di notorietà del “marchio Valle d’Aosta».

L’Assessore sostiene, quindi, che è opportuno considerare la nuova modalità di promozione valutando ogni singola proposta, al fine di determinare se essa possa essere considerata un valido progetto promozionale turistico in linea con le strategie e gli indirizzi di sviluppo di settore.

L'impegno di spesa in questo secondo caso è di circa 152mila euro. In caso di oltre un milione di share, la Valle d'Aosta corrisponderà a puntata 15mila euro, 20mila per 2 milioni, 25 per oltre 3.

Personalmente credo che si tratta di una strategia valida. Ho un unico dubbio sulla capacità di fare ascolti del celebrity adventure game sulla montagna, ma la sua collocazione in prima serata dovrebbe assicurare uno zoccolo duro di ascolti. Il pagamento a scaglioni poi mi pare una buona opzione. Aggiungo che anche la cura del messaggio dovrebbe essere curata. Un Isola dei Famosi montana non credo sia auspicabile.

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (310): Nuovo insediamento e promozione televisiva

 
ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO
Aisico a Pont-Saint-Martin
E’ stata concessa l’autorizzazione a Vallée d’Aoste Structure per stipulare con la società Aisico di Roma (specializzata nei progetti di ricerca nel campo dell’ingegneria e nella realizzazione di piste e collaudi e sicurezze stradali, con prototipi di velivoli a pilotaggio remoto) un contratto di locazione di un immobile di proprietà regionale situato nel comune di Pont-Saint-Martin, nell’area ex-Zincocelere.
Fiera di Sant'Orso
La Giunta ha inoltre approvato lo svolgimento della 1016ª edizione della Fiera di Sant’Orso, che come ogni anno si terrà il 30 e 31 gennaio 2016, nonché dell’Atelier e del Padiglione enogastronomico, in programma dal 28 al 31 gennaio 2016.
 
TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI
X Factor e Celebrity adventure game
La Giunta ha dato parere favorevole alla concretizzazione del progetto promozionale turistico che prevede la partecipazione della Regione alla realizzazione in Valle d’Aosta di un ‘’celebrity adventure game”, dal titolo provvisorio Monte Bianco, che andrà in onda su RaiDue. Ugualmente, il Governo regionale ha approvato un altro progetto promozionale turistico, che consiste nella partecipazione della Regione alla realizzazione di una puntata del noto programma televisivo X-Factor.
 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web